Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Argomenti generici di astronomia pratica »FORUM DI ASTRONOMIA PRATICA »Costruire un pantografo.
Author Topic: Costruire un pantografo. (39 messages, Page 1 of 2)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: May 17, 2015 07:53 AM          Msg. 1 of 39
Parte 1:

Salve a tutti, ho pensato di aprire questo tread, in questo “Covo” di high resolution, cosi che durante le sessioni di ripresa, mentre il main telescope fa il suo lavoro, si ottimizza il tempo osservando con
i propri occhi lo spettacolo a disposizione. Quasi tutti possediamo un binocolo, un piccolo tele, un cavalletto in più, avanzi dell'attività notturna e perché non sfruttarli ?
Con una “Modesta” spesa e un “Poco” di tempo passato in garage si può disporre di un pantografo che darà parecchie soddisfazioni visuali sia notturne che diurne.

Ecco alcune pictures per tentarvi.

Imm. 01: Pantografo completo.




Imm. 02: Pantografo tutto su.




Imm. 03: Pantografo chiuso.




Imm. 04: Con binocolo.




Imm. 05: con Vixen BT 80.




Imm. 06: con rifrattore 70 mm.




Imm. 07: con Celestron 6”.




Imm. 08: con canocchiale 63 mm 20-50 zoom.




Il pantografo è stato realizzato per utilizzare principalmente il Vixen in notturna, come vedete si può usare agevolmente anche con altri strumenti. Il binocolo Canon è quello che prediligo, facendone uso anche diurno è decisamente + pratico. Applicando un morsetto tipo Vixen alla testa ho reso il cambio di set up velocissimo. Il passaggio al BT 80, con i suoi 5 Kg di peso, richiede il cambio del contrappeso.

Fine prima parte.

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: May 22, 2015 07:24 AM          Msg. 2 of 39
Parte 2.

Premessa.
Anche uno strumento semplice come un pantografo è al limite di una costruzione casalinga e non è a costo zero. Necessita di un poco di pratica con il fai da te, anche se sono convinto che chiunque seguendo queste istruzioni e con molta pazienza, magari facendosi aiutare da qualche amico più “Pratico” riuscirà a realizzarlo.
Ho costruito quello che vedete nel 2012. Non sono partito con un progetto ma solo con un'idea. Partire da zero, come ho fatto, potrebbe costare fatica e denaro in imprevisti ma con quello che posterò il più è fatto e si avrà certezza della spesa a cui si va incontro.

Divido in quattro componenti principali come da foto sotto:

Foto 09.




A-Cavalletto.
B-Perno rotazione.
C-Pantografo.
D-Testa.

Tre anni fa il mercato offriva solamente un tipo di pantografo adatto a binocoli molto leggeri e ad un prezzo decisamente alto circa 400-500 euro a seconda del negozio e nazione.
Da circa un anno è in commercio uno tutto italiano, dalle foto sembra un prodotto valido però il costo è molto alto. Non discuto del valore in sé, neanche mi interessa farlo, è la cifra che in assoluto bisogna potersi permettere. Per fortuna ormai ho il mio, altrimenti conoscendo la mia pigrizia, verificata la bontà dell'oggetto, mi sarei svenato acquistandolo.
Vediamo subito i costi di questo “Casalingo”.

A-Cavalletto.
Probabilmente chi è astrofilo da tempo ne possiede sicuramente uno che può essere riutilizzato.
Altrimenti bisogna mettere in conto un centinaio di euro per acquistarne uno sul mercato dell'usato.
D-Testa.
Quella nelle foto è prodotta da un commerciante del nord Italia e costa circa 170 euro . Lo ritengo un prodotto decisamente valido e il mercato, per quel che ne so, in alternativa offre solo la solita testa in lamiera piegata, a volte ad un costo superiore. Scusate se non faccio il nome del produttore ma pur avendo avuto il permesso da Max, ritengo scortese fare pubblicità, sfacciata, ad altri.
Questi due costi sono invalicabili, nel senso che sono oltre il normale fai da te. A dire il vero avevo cominciato a disegnare la testa ma scoperta quella utilizzata, la mia pigrizia ha avuto la meglio. Se poi vi riesce di trovare qualcosa di più economico, ugualmente valido, meglio.
Per B e C dettaglierò più avanti.
Rimane ancora un costo da non sottovalutare, si tratta dell'attrezzatura necessaria cioè:

Un trapano da banco. Almeno un supporto a colonna per trapani a mano.
Punte, Maschi e filiere.
Morsetti, tipo quelli per il legno.
Una morsa con ganasce in rame.
Calibro.

Occorrono anche altri utensili. Ho elencato solo quelli che nel caso non siate amanti del fai da te, probabilmente non userete mai più.
Quindi a voi stimare questo costo.

Le misure di massima del pantografo tutte in millimetri:

Foto 10.



Foto 11.



Il cavalletto è alla minima altezza e la barra del contrappeso non è tutta fuori, queste misure giusto per dare un'idea dell'ingombro. Il peso è di 11,5 Kg, cavalletto incluso, + il contrappeso, in foto quello da 3,5 Kg.

Fine 2° parte.
Edited by Frank on May 22, 2015 at 07:28 AM

vesna71
Posts: 24
Joined: Dec 5, 2012

Qui observat nocte caelum


Posted: May 24, 2015 05:21 PM          Msg. 3 of 39
Interessante auto-costruzione, solitamente utilizzo il Fujinon 16x70 fissato sulla testa di un normale cavalletto, soluzione spacca-collo che non mi consente osservazioni astronomiche prolungate!

Appena mi torna il "grillo" del fai da me prenderò sicuramente spunto dalle tua creazione, rimango in attesa di ulteriori dettagli.

Grazie

http://massimovesnaver.altervista.org/index.html

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: May 24, 2015 06:36 PM          Msg. 4 of 39
Ciao Massimo, grazie per l'interessamento. Conosco il tuo sito e ho visto i tuoi lavori di auto costruzione, sono una vera meraviglia, io purtroppo non ho troppa pazienza per le finiture. Utilizzando quel binocolo non hai scampo, deve per forza tornarti la voglia del fai da te. Sicuramente non ti è sfuggito il mio accenno all'utilità del pantografo di giorno e visto il panorama delle tue montagne....................
Porta un poco di pazienza per le istruzioni, voglio postare in modo che chiunque riesca a costruirselo e la cosa si è complicata più del previsto. Il post N° 3 continuo a rileggerlo e ogni volta trovo qualche cosa da correggere.
Spero di non annoiare chi, come Te, ha un'ottima "Manualità" con un eccesso di dettagli. Anzi se vuoi controllare e farmi notare eventuali errori espositivi o altro ne sarei ben felice.
Regards.

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 24, 2015 09:41 PM          Msg. 5 of 39
Frank è molto bravo, e questo pantografo diventa veramente bello e utile per tutti. Dedicarsi a un po' di bricolage non è poi così impossibile.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: May 27, 2015 07:41 AM          Msg. 6 of 39
Parte 3°.

Inizio dal componente B, il più rognoso.
Per questo occorre rivolgersi ad un tornitore, il disegno andrà modificato in funzione della testa del cavalletto disponibile. Il mio prevedeva già la rotazione e sono stato obbligato a seguire l'esistente, eliminando parte di quello che stava sopra.
Il costo dell'alluminio dovrebbe essere attorno a 40 euro ( diametro 80 mm per 490 mm per circa 6,7 Kg.). La lavorazione allora mi costò 30 euro, questo costo dovrete verificarlo, dipende molto dalla disponibilità della controparte. Trenta euro mi pare una cifra onesta x entrambi, il pezzo non è di difficile esecuzione, le tolleranze richieste sono molto larghe +/- 0,2 mm su tutte le misure eccetto il filetto e il diametro 20 mm che fa da centraggio (+/- 0,1 mm è comunque abbastanza), il tutto non richiede più di un'ora di lavoro.

N.B. Tutti i disegni per inserirli sul forum devo trasformali in .jpg, anche se casualmente scalati le misure sono proporzionali nell'immagine.
Pur basandomi sul mio, che funziona, introdurrò o proporrò qualche variazione in modo da affinare ulteriormente il risultato.

12 Componente B.



Ho modificato il disegno rispetto al mio, accorciando la parte eccedente la barra rettangolare (vedi foto post precedenti), così il tondo sporge solo circa 20 mm. Ho anche aggiunto il raggio 8mm che lo rende un poco più gradevole alla vista. Il mio era stato pensato per un doppio uso che poi non ho realizzato e ormai lo tengo così.

13 Componente B



14 Componente B



Nella foto sopra si vede il diametro di centraggio e il piano dove striscia ben ingrassati.

15 Dettaglio accoppiamento:



16 Dado di blocco.



Come si vede sopra la lunghezza del filetto consente l'uso di un doppio dado nel caso che il primo tenda ad allentarsi o stringersi. In oltre due anni non è mai successo, ne uso solo uno di tipo autofrenante con inserto in nylon. Non è il caso di risparmiare 10 mm di alluminio, meglio pararsi il …................. non si sa mai. Il dado va solo accostato alla rosetta non stretto.

17 Testa del cavalletto.



Ho dovuto mantenere la vecchia parte rotante per non dover fare il perno troppo piccolo di diametro.


Tips:
1) Scegliete un accoppiamento semplice, evitate soluzioni con cuscinetti a sfera, reggispinta o simili, poi difficili da frenare. L'asse deve muoversi non girare come una trottola. La fluidità del movimento è al meglio, desiderabile, in questo modo.

2) Se disponete di un cavalletto tipo quello della EQ6 potete realizzare una contro flangia da imbullonare sullo stesso da una parte e dall'altra come controparte del componente B, il piano di strisciamento va ben ingrassato quindi applicarlo direttamente al cavalletto diventa un problema se il cavalletto è usato anche per altro.

3) Lavorando a strisciamento la flangia di accoppiamento è preferibile in materiale differente da quello del perno.

4) Attenzione al tipo di grasso, meglio se per alte temperature, eviterà il rischio di vederlo colare se si lascia il pantografo al sole. Ne occorre pochissimo, provate a chiedere al vostro meccanico di fiducia. Oppure usare del lubrificante spray a base di teflon è costoso ma funziona bene.

5) Chiedete al tornitore di incidere con l'utensile una leggera riga su tutta la lunghezza della parte diametro 50 mm, così avrete la mezza ria per la foratura diametro 8 mm passante. Esteticamente è quasi invisibile e sarete facilitati in caso di future modifiche. Meglio ancora se ne fate anche un'altra sfalsata di 90°. Conviene anche segnare il centro fori mentre il pezzo è ancora sul tornio, sfruttando la precisione dello stesso, incidendo altre due righe circolari o se preferite solo qualche millimetro in corrispondenza della riga di mezza ria.

6) Se si decide di far eseguire i fori diametro 8 mm al tornitore, raccomandare di non eseguire alcun smusso sui fori. Più avanti sarà chiaro il motivo.



18 Misure.




Le tre righe continue quotate sono quelle da realizzare.
Il 200 mm è una misura molto importante e dovrà essere identica a quella sulla barra rettangolare dove è fissata la testa D. Non è la misura in sé importante, 201 o 199 poco cambia, ma che i due centro fori siano uguali. Se differenti il pantografo sarà fuori squadra.


Da ora terrò il conto delle spese ad ogni fine post:
N.B. ovviamente tutti i costi andranno verificati prima di cominciare, giusto per non avere sorprese.

Costi:
1) 1 Pz. Cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 x 45 inox = 0,2 euro.

Totale parziale = 340,6 euro.

N.B. Per la viteria calcolo 0,2 euro a pezzo l'uno per l'altro. Alla fine il totale torna, andare a controllare ogni singolo costo è un poco noioso. Attenzione che a volte è venduta in confezioni multiple. Vale anche per i post che seguono.

Fine 3° parte.
Edited by Frank on May 27, 2015 at 07:44 AM

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 2, 2015 06:42 AM          Msg. 7 of 39
Parte 4°.

Tolto di mezzo il “ Rognocostoso ” si può cominciare il lavoro in garage.
I primi pezzi da realizzare sono i perni in bronzo su cui si muovono i tubi a sezione rettangolare.

19 Perno in bronzo.




Occorre un metro di tondo pieno diametro 8 mm e preparare 6 pezzi come da disegno sotto.

20 Disegno perni in bronzo.




Un mm di tolleranza sulla lunghezza è sufficiente però che siano tutti uguali precisi al decimo.
In questo caso la misura da rispettare è il 108 centrale. Questo è la somma dello spessore 25 + 25 mm dei due tubi più i 50 mm del perno centrale di rotazione B più 6 mm (3+3) dei due feltrini anti grippaggio, che vanno inseriti sui perni in bronzo per evitare il contatto alluminio-alluminio, per un totale di 106 mm.
Il 108 è calcolato per far sporgere 1 mm dai tubi ed evitare che appoggino sul filetto.

21 Posizione feltro.




L'idea di usare il feltro si è rivelata vincente, mai un indurimento e un movimento “Pastoso” al punto giusto, senza l'uso di alcun lubrificante. La regolazione del movimento, serrando le quattro manopole, è stata fatta una volta e non vi è mai stata necessità di variarla. Il feltro ha funzionato oltre ogni aspettativa.


22 Perno completo.




23 L'occorrente.




I perni in bronzo necessari sarebbero solo 4, i due in più servono per fissare il tubo dove scorre la barra del contrappeso. A differenza degli altri 4 qui non vi è rotazione quindi qualunque cosa che rispetta le misure va bene. Nel mio al posto del bronzo ho usato della barra filettata inox M8. Per semplificare conviene fare tutto uguale compresi i feltrini che servono per mantenere lo spessore interno uguale. Naturalmente ad eccezione delle manopole , che qui non hanno senso e vanno sostituite con un dado cieco.

24 Come si presenta il perno inox che ho usato.





Tips:
1) Fare un invito lungo per la filiera, anche se esteticamente non è gradevole, quando il dado cieco e la manopola sono in posizione lo smusso è coperto alla vista.
2) Se il filetto è leggermente corto lo si può facilmente riprendere o aggiungere una rondella, se lungo, così rimane.
3) Consiglio di fare i perni tutti e 6 uguali in bronzo, se tornassi indietro farei anche io così.
4) I feltrini sono venduti senza il foro centrale, li ho forati col trapano e punta da 8 mm, la stessa per i tubi. Da non credere ma funziona.
5) Normalmente la barra in bronzo reperibile diametro 8 mm usata per i perni è piuttosto precisa come diametro e quasi sicuramente il perno non entra nel foro da 8 mm. In questo caso, prima di eseguire il filetto, armarsi di pazienza inserirlo nel mandrino del trapano bloccarlo sulla parte che andrà filettata, fare girare e lisciarlo con della tela smeriglia. Occorre un foro di prova realizzato con la stessa punta da 8 che si userà, deve passare di misura.
6) Attenzione a non farsi male, guanti obbligatori.
7) Allargare i fori è una pessima idea.


Aggiornamento costi:

Costi:
1) 1 Pz. Cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 fascia larga inox = 0,2 euro.
7) 1 metro di barra da 8 mm in bronzo = 4 euro.
8) 12 Pz. feltrini tondi diametro 25 spessore 3 mm = 3 euro.
9) 4 Pz. manopole in plastica M8 pezzi 4 = 4 euro.
10) 8 Pz. dadi autofrenanti da M8 inox = 1,6 euro.
11) 12 Pz. rosette per M8 x 30 inox = 2,4 euro.
12) 8 Pz. dadi ciechi M8 inox = 1,6 euro.

Totale parziale = 357,2 euro.

Fine 4° parte.
Edited by Frank on Jun 2, 2015 at 12:20 PM

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 6, 2015 12:29 AM          Msg. 8 of 39
Parte 5°.

Preparazione dei tubi.
Occorrono 3 metri di tubo a sezione rettangolare da 50x25x2 di spessore. Di solito è venduto in barre da 6 metri. Si può provare a chiedere a chi produce serramenti e con un poco di fortuna trovare spezzoni di scarto x qualche euro. Sono sette pezzi in totale, 2 da 800 mm, 2 da 430 mm, 2 da 70 mm e uno da 300 mm, di lunghezza ovviamente. Tagliati i pezzi occorre pareggiarli 2 a 2 con del buon lavoro di lima. Anche qui l'importante sono i centro fori, se ad esempio quelli da 800 mm una volta pareggiati sono lunghi 799 mm non cambia nulla.

25 Tubi, uno per tipo.



Una volta tagliati e pareggiati conviene finire per primi i due lunghi 430 mm.

26 Disegno tubi orizzontali.



In rosso il centro fori da rispettare con maggior precisione possibile. Ricordare che 390 o 391 o 389
fa lo stesso ma per tutti e quattro i tubi uguale.


27 Quelli da 430 mm completi di dadi, rosete, perni, feltrini e manopole.



Svasatore.




Procuratevene uno vi faciliterà la vita, per un esborso irrisorio.

Tips:

1) Quando tagliate i tubi tenetevi un paio di mm di sovra metallo, a mano è facile andare storti. Togliere un 1 o 2 mm con la lima è un lavoro veloce su uno spessore così esiguo, solo un poco rumoroso.
2) Per evitare errori meglio tracciare solo il primo e usarlo come maschera per gli altri 3, fissandolo con morsetti che normalmente si usano per il legno.
3) Una riga millimetrata da mezzo metro in acciaio è lo strumento più comodo per tracciare.
Se si dispone solo del classico metro, sia per tracciare che per la lunghezza porre lo zero a 100 mm cosi si evitano sorprese dovute al gioco iniziale del gancino, molte volte già presente in un metro nuovo. Si può anche fissare il metro al tubo con un morsetto.
4) Per sbavare i fori usate lo strumento della foto sopra. Usando una punta da trapano è facile fare un pasticcio, visto l'esiguo spessore.

Aggiornamento costi:

Costi:
1) 1 Pz. cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 fascia larga inox = 0,2 euro.
7) 1 metro di barra da 8 mm in bronzo = 4 euro.
8) 12 Pz. feltrini tondi diametro 25 spessore 3 mm = 3 euro.
9) 4 Pz. manopole in plastica M8 pezzi 4 = 4 euro.
10) 8 Pz. dadi autofrenanti da M8 inox = 1,,6 euro.
11) 12 Pz. rosette per M8 x 30 inox = 2,4 euro.
12) 8 Pz. dadi ciechi M8 inox = 1,6 euro.
13) 3 metri tubo a sez. rettangolare 50x25x2 = 16 euro

Totale parziale = 373,2 euro.

Fine 5° parte.

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 7, 2015 08:59 AM          Msg. 9 of 39
Correzione.

Mi sono accorto di un errore di digitazione nella parte 3°.

Sotto il disegno si legge “ così il tondo sporge solo circa 20 mm”

Corretto “ così il tondo sporge solo circa 25 mm”


Per chiarezza posto dettaglio del complessivo.



Questi 25 mm non sono necessari, preferisco comunque tenerli in caso di future modifiche.

Sorry.

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Jun 7, 2015 09:30 AM          Msg. 10 of 39
Cercheremo di perdonarti ........


Max

Agli ingegneri piace risolvere i problemi. Se non ci sono problemi sottomano, gli ingegneri li creeranno.
Scott Adams, Il Principio di Dilbert, 1996

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 9, 2015 08:24 AM          Msg. 11 of 39
Posto il complessivo cosi da facilitare il lavoro di unione.
Anche se le foto sono più che sufficienti, questo è più immediato.


Complessivo.



Il perdonato...........

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 10, 2015 06:11 AM          Msg. 12 of 39
Parte 6°.

Finiti i 4 tubi lunghi occorre forare il perno B, possibilmente tracciato al tornio, quindi usarlo come maschera per tracciare il tubo lungo 300mm.

28 Disegno tubo lungo 300 mm.




Nel disegno il tubo nelle due viste con sotto il perno B. Per la misura di interasse in rosso valgono le stesse considerazioni dei post precedenti.


N.B. Ho disegnato tutte le sezioni dei tubi come una barra piena, per rendere più semplice la visualizzazione nella pagina del forum, ma sempre di tubo si tratta. Purtroppo la sezione di soli due millimetri appare come una riga spessa quando la si porta a 800 pixel di risoluzione per poterla inserire e temo possa confondere chi meno pratico di disegno tecnico.


29 Tubo lunghezza 300 mm.




Per ora forare solo sull'interasse 200. I fori da 6 mm conviene tracciarli con il supporto per la testa D già assemblato.

30 Supporto testa D.




I due tubi lunghi 70 mm sono di facile esecuzione, avendo solo il compito di supportare il contrappeso e di chiudere i due tubi lunghi 800 mm, non richiedono particolare precisione e anche il loro allineamento è più una questione estetica. Naturalmente se si vuole la barra filettata bella diritta..............

31 Dis. Tubo interno per contrappeso.



Mi pare non ci sia nulla da dire.


32 Dis. Tubo esterno per contrappeso.



Nulla di complicato, la differenza rispetto al precedente è nel foro per la barra del contrappeso. Dovendo inserire una guida filettata e non avendo modo di bloccarla su uno spessore di soli 2 mm ho trovato questa soluzione.

33 Tubo esterno contrappeso.





Quello in foto è un giunto esagonale M10 esagono 17 lungo 30 mm zincato. Non sono riuscito a trovarlo inox. Il foro nel tubo è 18 mm l'esagono di punta è 19,2. Va forzato col martello in modo che fuoriesca un paio di mm per parte. La forzatura sul diametro 18 mm lo terra in posizione e l'esagono gli impedirà di ruotare.

I due tubi nel mio sono lunghi 90 mm. Ritengo che 70 mm sia sufficiente ed esteticamente più gradevole. Il tappo in plastica andrà sagomato sull'esagono altrimenti non entra. Si potrebbe far stare tutto all'interno del profilo dei tubi lunghi ma bisogna decentrare i due perni sui tubi da 800 mm. Non credo vi siano conseguenze nel serraggio dei perni disassati.
Se si procede a ridurre a 50 mm di lunghezza i due tubi per il contrappeso anche i fori corrispondenti sui tubi lunghi 800 mm andranno variati di conseguenza.

34 Tappi.




Chi ha fornito il tubo dovrebbe vendere anche i tappi in plastica per chiudere le estremità. Ne occorrono 13, per il tubo lunghezza 300 solo uno. Io ho trovato solo quello schifo in foto sopra.

Tips.

1) Per evitare il rischio di forare storto il perno B occorre fissarlo al piano del trapano.
2) Limitarsi a togliere la bava con una limetta senza svasare i fori sul perno, così da lasciare più superficie possibile di appoggio al feltrino.
3) Fare molta attenzione all'allineamento quando si passa al secondo foro. Infilare un perno dentro al primo foro aiuta ad allinearsi per il secondo.
4) Sul tubo lunghezza 300 mm tracciare ed eseguire un foro. Fissarlo al perno B con uno dei perni in bronzo. Inserire una matita, dopo averla ben temperata, nel foro libero tenendola verso il basso e far oscillare il tubo. Ripetere con la matita verso l'alto. Dovrebbero esserci due semicerchi sul tubo ora tracciando la mezza ria del tubo col calibro si può facilmente puntare il bulino nel punto di mezzo con un errore di 2 o massimo 3 decimi.
5) Forzare l'esagono da 17 nel tubo è facile, occorre solo un poco di attenzione per mantenerlo diritto. Per evitare il rischio di piegare il tubo meglio forzare un paio di spessori di legno all'interno.
6) Per questa operazione un martello di gomma sarebbe perfetto.
7) Una volta inserito l'esagono meglio non toglierlo o perde il grip.

A questo punto si può provare a montare il pantografo e verificare se tutti i movimenti sono ok.
Se tutti i fori sono stati ben tracciati ed eseguiti sarà perfettamente in squadra.

Aggiornamento costi:

Costi:
1) 1 Pz. cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 fascia larga inox = 0,2 euro.
7) 1 metro di barra da 8 mm in bronzo = 4 euro.
8) 12 Pz. feltrini tondi diametro 25 spessore 3 mm = 3 euro.
9) 4 Pz. manopole in plastica M8 pezzi 4 = 4 euro.
10) 8 Pz. dadi autofrenanti da M8 inox = 1,,6 euro.
11) 12 Pz. rosette per M8 x 30 inox = 2,4 euro.
12) 8 Pz. dadi ciechi M8 inox = 1,6 euro.
13) 3 metri tubo rett. 50x25x2 = 16 euro
14) 1 Pz. giunto esagono 17 x M10 x 30 mm zincato = 1,5 euro
15) 13 Pz. tappi in plastica per tubo 50x25x2 = 3 euro.

Totale parziale = 377,7 euro.

Fine 5° parte.

Edited by Frank on Jul 9, 2015 at 10:00 PM

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 14, 2015 06:25 AM          Msg. 13 of 39
Parte 7°.

Parte contrappeso.
Se vi è una parte poco elegante in questo pantografo è proprio questa. Non mi è venuto in mente niente di più semplice compatibilmente con la reperibilità dei materiali e …...... e funziona.

Componenti.




Il sistema a vite nasce dalla scomodità di bilanciare la EQ6, ho sempre incontrato difficoltà nel bilanciamento. Far scivolare il contrappeso è decisamente scomodo e ho voluto evitare questa inutile e irritante manovra. Parafrasando quel che si diceva in un altro topic “ Tre viti di regolazione sul secondario sono sufficienti, quattro sono una goduria “.

36 Movimento barra contrappeso.





In questo modo si dispone di una regolazione grossolana posizionando il contrappeso sul tondo in bronzo e di una molto fine facendolo spostare in dentro o in fuori mediante rotazione. Se poi si cambia spesso strumento la si apprezza a pieno.

37 Movimento barra contrappeso.






Elenco componenti:
1 barra filettata inox da M10 lunga 300 mm.
1 barra tonda piena in bronzo o in alluminio diametro 18 mm lunga 115 mm.
1 dado inox M10.
1 rosetta elastica inox per M10.
1 manopola M8 per perno, assolutamente necessaria.
1 dado ad alette inox M10 ( non indispensabile ).
1 contrappeso da 3,5 Kg è sufficiente per la maggior parte degli strumenti.

La preparazione è semplice e non occorre alcun disegno.
Basta forare in testa il tondo di bronzo da 8,5 mm per una profondità di 20 mm e maschiare da M10 per la parte della barra contrappeso. La parte della manopola di sicurezza va forata da 7 mm ( nominale sarebbe 6,8 mm ) per 20 mm e maschiare da M8. Naturalmente l'importante è che la manopola impedisca al contrappeso di cadere accidentalmente, qualunque cosa trovate va bene, basta anche una vite con rondella, è solo scomoda.


Tips.
1) La barra da M10 è sufficientemente rigida, da M8 potrebbe piegarsi. Meglio non variare questo diametro.
2) Ho sostituito l'esagono tra i due supporti con un dado ad alette inox, avanzo di un altro lavoretto. Non è indispensabile ma utile per segnare la posizione della barra quando la si muove cambiando strumento, non è neanche molto pratico sicuramente troverete un sistema migliore.
3) Ho usato un contrappeso per la EQ6, questa ha una barra da 18 mm. La barra in bronzo in foto è 20 mm di diametro, togliendo la guida in plastica all'interno del contrappeso va ugualmente bene quindi vedete voi quello che trovate.

38 Guida contrappeso EQ6





4) Ho controllato i prezzi dei contrappesi e mi paiono folli. Quello da 5,2 Kg costa 64 euro. Da queste parti il 5,2 Kg. e 3,5 Kg costano 11 euro uno per l'altro. Se non ne avete uno bisogna inventarsi qualche cosa. Attenzione ai pesi da palestra sono più economici ma hanno il foro 25 o 26 mm e mettere la vite di blocco non è semplice.
5) Forare diritto e maschiare il tondo in bronzo, a mana libera, non è facile. Se proprio non vi riesce di puntare il maschio nel foro a diametro nominale e non si dispone di punte intermedie allargate il foro a 9 mm ( non oltre ). Il filetto verrà un poco lasco ma una volta bloccato sulla barra non vi sarà alcuna differenza. Se si procede a questo modo aumentare la profondità ad almeno 30 mm di filetto.

Nel caso il foro venga storto non preoccupatevi fa comunque il suo lavoro e si nota solo quando lo fate girare.

39 Il mio foro.




Eppure bevo solo acqua o latte............. ormai lo tengo così. Non infierite thanks.


40 Tutto dentro.




Con il contrappeso da 3,5 Kg. tutto dentro come in foto si riesce a mantenere la posizione orizzontale senza alcun strumento sulla testa. Tende a vincere il contrappeso ma il sistema è frenato nel movimento dal serraggio delle manopole. Nella foto si vede ancora l'esagono che ho sostituito con il dado ad alette.

41 Dado di sicurezza.




Ho preferito aggiungere un dado sul terminale della barra, nel caso distrattamente si fuoriesca dalla guida col rischio del ribaltamento del contrappeso.

41/a Contrappeso rovesciato.




Nulla vieta di montarlo a questo modo come disegnato nel complessivo, se si preferisce, solo accorciare 10 mm la barra filettata che altrimenti in posizione chiusa e barra tutta dentro urta il perno B.

Aggiornamento costi:

Costi:
1) 1 Pz. cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 fascia larga inox = 0,2 euro.
7) 1 metro di barra da 8 mm in bronzo = 4 euro.
8) 12 Pz. feltrini tondi diametro 25 spessore 3 mm = 3 euro.
9) 4 Pz. manopole in plastica M8 pezzi 4 = 4 euro.
10) 8 Pz. dadi autofrenanti da M8 inox = 1,6 euro.
11) 12 Pz. rosette per M8 x 30 inox = 2,4 euro.
12) 8 Pz. dadi ciechi M8 inox = 1,6 euro.
13) 3 metri tubo rett. 50x25x2 = 16 euro
14) 1 Pz. giunto esagonale 17 x M10 x 30 mm zincato = 1,5 euro
15) 13 Pz. tappi in plastica per tubo 50x25x2 = 3 euro.
16) 1 Metro barra filettata M10 inox = 5 euro.
17) Barra piena diametro 18 mm per 120 mm in bronzo o alluminio = 6-10 euro (1 metro)
18) 1 Pz. dado M10 inox = 0,2 euro.
19) 1 Pz. rosetta elastica per M10 inox = 0,2 euro.
20) 1 Pz. dado ad alette M10 inox = 0,2 euro.
21) 1 Pz. manopola in plastica M8 = 1 euro
22) 1 contrappeso per EQ6 da 5,2 kg. = 64 euro *** Vedi sopra***
23) 1 Pz. dado cieco M10 = 0,2 euro.

Totale parziale = 454,5 euro.

Fine 7° parte.
Edited by Frank on Jun 14, 2015 at 06:28 AM
Edited by Frank on Jun 14, 2015 at 06:33 AM
Edited by Frank on Jul 3, 2015 at 08:54 PM

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Jun 14, 2015 10:52 AM          Msg. 14 of 39
E' proprio bello! Chi fa visuale con piccoli strumenti o binocoli puo' provarci.

Voglio solo sottolineare che siamo a quasi 500 euro, senza calcolare le ore lavorate (che ovviamente sono un piacere e non un peso in questo caso).

Se una Azienda dovesse costruirlo in serie dovrebbe conteggiare un po' di ore e un po' di margine. Il che alzerebbe sensibilmente il costo finale.

Come sempre Frank ci mostra come l'inventiva non disgiunta da una buona competenza, possono portare a risultati lunsinghieri.

Max

Agli ingegneri piace risolvere i problemi. Se non ci sono problemi sottomano, gli ingegneri li creeranno.
Scott Adams, Il Principio di Dilbert, 1996

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 18, 2015 06:52 AM          Msg. 15 of 39
Parte 8°.

Prima di vedere il supporto della testa va chiarito un problema di sicurezza.
Quando ho deciso di costruire il pantografo avevo ben chiaro il potenziale rischio cesoia, tipico del pantografo, il rischio di schiacciare le dita tra i due lati del quadrilatero quando questi si accostano in seguito allo spostamento dalla posizione orizzontale. Al buio ma non solo è facile farsi male.
La distanza tra i due tubi in orizzontale, data dal centro fori 200 mm, è calcolata e posizionata sul perno B in modo che i due tubi inferiori appoggino sullo spigolo diametro 80 mm del perno B quando vi sia ancora spazio sufficiente a far passare abbondantemente tutta la mano tra i tubi.
Il diametro 80 mm non è volutamente smussato per questo motivo. Un grosso smusso lo avrebbe reso più gradevole ma avrebbe perso la sua funzione.
Se qualcuno vuole modificare queste misure deve fare attenzione che rimanga sempre uno spazio di sicurezza tra le barre.
Ho visto pantografi dove resta poco spazio per le dita, state sicuri che se c'è un bambino in giro riuscirà a farsi male schiacciandosi un mano.


42 Limitato dal diametro 80 mm




42/a Dettaglio





43 Limitato dal diametro 80 mm, parte opposta.




43/a Dettaglio.





Si vede bene che lo spazio tra i tubi è abbondante. Il tubo tocca il perno B, non il cavalletto. Se tocca il perno invece del cavalletto la rotazione alla massima estensione non subisce impedimenti.
Non voglio complicare troppo le cose ma preferisco dirlo. Il diametro 80 sul disegno quota 60 mm di lunghezza e prima di partire conviene verificare se è sufficiente per il cavalletto che si va ad utilizzare, altrimenti conviene perdere un poco in altezza totale ma incrementare il 60 mm così da essere sicuri che il tutto ruoti senza impedimento.

Nel mio per la squadra che supporta la testa ho usato due pezzi di alluminio da recupero, non avevo altro.
Questo a comportato un rischio cesoia anche se modesto.

44 In orizzontale, notare lo spazio indicato in rosso.





45 Verso l'alto.



Se vado in su lo spazio si allarga, nessun problema.



46 Verso il basso lo spazio si chiude.





46/a Molto doloroso.





Il rischio è veramente modesto in questa posizione, tanto che pur avendo previsto due piattine a protezione non le ho mai inserite. La piattina acquistata due anni e mezzo fa, sta ancora in garage esattamente dove è stata appoggiata allora.
Ho provveduto a modificare sul disegno la lunghezza del piatto da 15 mm per il supporto testa in modo che, a differenza del mio, non rimanga spazio dove infilare accidentalmente le dita. Il mio anche per questa parte resta così. Poi qui non ci sono bambini.

Fine parte 8°

Massimo Marconi
Posts: 20
Joined: Oct 18, 2014


Posted: Jun 19, 2015 09:57 PM          Msg. 16 of 39
Frank, i miei complimenti per questo bellissimo pantografo, ma soprattutto per lo sforzo divulgativo ! Un intero progetto analizzato nei minimi dettagli con istruzioni, disegni, foto e costi.
E' bello vedere persone dotate di ingegno , abilità e passione che condividono le proprie idee ed esperienze, questo è l'aspetto più nobile dell'autocostruzione !
Grazie per questa interessantissima pubblicazione.

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 20, 2015 05:26 AM          Msg. 17 of 39
Ciao Massimo, grazie a Te x la fiducia anticipata. Spero di non deludere con le parti ancora da postare.
Rinnovo l'invito, a tutti, a controllare quello che scrivo e verificare il conto della " Spesa " che da qui posso solo
stimare tramite l'E-commerce.

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 22, 2015 07:01 AM          Msg. 18 of 39
Parte 9°.

Il supporto per la testa si può fare in diversi modi, ho preferito andare sul sicuro con una squadra robusta. Recuperato da rottame i due pezzi, il primo lavoro è stato di renderli uniformi con molte ore di lavoro di lima. Dalle foto si vede che non li ho portati alla dimensione nominale di 50 mm. Occorreva ancora troppo lavoro, per lo spessore mi sono fermato a 16 mm. Anche se si ha buona pratica con la lima, consiglio di investire qualche euro e procurarvi il piatto da 50 x 15, limitandosi a spianare la parte del taglio. Purtroppo io non ho potuto scegliere.

47 Componenti.



Occorre un pezzo di barra piatta da 50 x 15 mm lunga 200 mm da cui ricavare i due pezzi.


48 Dis. Parte fissaggio testa.




L'accoppiamento ideale sarebbe mediante una scanalatura fresata, purtroppo non dispongo di una fresatrice e nemmeno di pazienza sufficiente per realizzarla con la lima ( ho già dato ). Quindi o si ricorre a terzi o la via è obbligata.
A differenza del mio ho quotato il foro centrale per una vite a brugola da 3/8, reperibile nello stesso negozio della testa. Nella foto sopra si vede la vite da 3/8 che ho usato, quella avevo.
Per le altre viti se ne possono usare anche di tipo differente, in questo caso la svasatura per testa dovrà essere di conseguenza.
Per dare rigidità alla squadra ho previsto i fori dello stesso diametro nominale del filetto utilizzato. L'accoppiamento senza giochi sulle viti è robusto ma bisogna essere precisi, errori di tracciamento impedirebbero alle viti di entrare.

49 Maniglia.




Ho indicato il foro della maniglia senza quote, non credo troviate la stessa maniglia e anche la posizione è da scegliere dopo averlo usato per qualche tempo. Un'altra posizione comoda potrebbe essere dove indicato dalla freccia. Altro tipo di maniglia ovviamente.

50 Pronta all'uso.




Si intravede il segno lasciato dalla “ Testa ” .

51 Dis. Parte ancoraggio al pantografo.




Sopra il dis. Del pezzo modificato nella lunghezza come anticipato nella parte 8°.
Stesso discorso per viti e svasature.

I due pezzi sono uniti tramite le due viti da M6 , sbagliare la tracciatura di queste, anche di poco e la squadra sarà storta. Se si sbaglia di poco sarà ininfluente sul funzionamento ma decisamente brutto da vedere e sta proprio davanti al naso.

52 Foratura.



Conviene perdere un poco di tempo ma procedere come sto per descrivere. In ogni caso a voi la scelta.
Per evitare confusione faccio riferimento ai numeri dei disegni come foto sopra.
Il foro M4 (51) serve per l'allineamento della squadra.
Tracciare sul (51) il foro M4 con la massima precisione possibile, forare e maschiare.
Sul (48) tracciare, anche qui con molta cura, i fori per M4 e M6. Forare solo per la vite M4 e non svasare. Ora unire i due pezzi utilizzando una vite a brugola M4 appoggiandoli di fianco sul piano del trapano, che dovrebbe essere diritto, quindi bloccare energicamente assicurandosi che la squadra resti allineata, far lavorare tutta la lunghezza del filetto altrimenti si rischia di strapparlo. Quindi si può procedere alla foratura contemporanea dei due pezzi con la punta per M6 (da 5 mm), molto lentamente e scaricando spesso la punta. Ora si possono disaccoppiare e ultimare tutti fori, come da disegno.
Ovviamente la vite M4 finita questa operazione serve solo per chiudere il buco.

Ancora due fori e il pantografo può essere provato, non è ancora finito.
53 Aggancio al tubo.




Anche per i due fori di aggancio sul tubo L 300 mm preferisco usare la squadra come maschera per forarli, sicuramente più precisa di una tracciatura con il calibro.
Bloccare la squadra ben allineata sul tubo con un morsetto o due e forare.
Si può ora assemblare il pantografo e verificare che tutto funzioni.

Manca veramente poco.

Nella parte 4° ho parlato dei feltrini circolari che vanno forati, quelli utilizzati sono da una parte adesivi e avevo previsto di incollarli ai tubi, cosa che poi non ho fatto. Funzionano bene anche non incollati la plastica sulla parte adesiva resta ferma e il feltro scivola sull'alluminio. Quindi a voi la scelta se incollarli o meno.

Aggiornamento costi:

Costi:
1) 1 Pz. cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 fascia larga inox = 0,2 euro.
7) 1 metro di barra da 8 mm in bronzo = 4 euro.
8) 12 Pz. feltrini tondi diametro 25 spessore 3 mm = 3 euro.
9) 4 Pz. manopole in plastica M8 pezzi 4 = 4 euro.
10) 8 Pz. dadi autofrenanti da M8 inox = 1,6 euro.
11) 12 Pz. rosette per M8 x 30 inox = 2,4 euro.
12) 8 Pz. dadi ciechi M8 inox = 1,6 euro.
13) 3 metri tubo rett. 50x25x2 = 16 euro
14) 1 Pz. giunto esagonale 17 x M10 x 30 mm zincato = 1,5 euro
15) 13 Pz. tappi in plastica per tubo 50x25x2 = 3 euro.
16) 1 Metro barra filettata M10 inox = 5 euro.
17) Barra piena diametro 18 mm per 120 mm in bronzo o alluminio = 6-10 euro (1 metro)
18) 1 Pz. dado M10 inox = 0,2 euro.
19) 1 Pz. rosetta elastica per M10 inox = 0,2 euro.
20) 1 Pz. dado ad alette M10 inox = 0,2 euro.
21) 1 Pz. manopola in plastica M8 = 1 euro
22) 1 contrappeso per EQ6 da 5,2 kg. = 64 euro *** Vedi sopra***
23) 1 Pz. dado cieco M10 = 0,2 euro.
24) 1 Pz. barra piatta in alluminio 50x15x200 mm = 3 euro.
25) 1 Pz vite a brugola 3/8 ( non inox ) = 1,5 euro.
26) 2 Pz viti M6 x 50 inox = 0,4 euro.
27) 2 Pz. dadi autofrenanti M6 inox = 0,4 euro.
28) 2 Pz. rosette per M6 x 25 inox = 0,4 euro
29) 2 Pz viti M6 x 40 inox = 0.4 euro.
30) 1 Pz vite M4 x 30 inox = 0,2 euro.
31) 1 Pz. vite M5 x 30 inox = 0,2 euro. *** Per la maniglia***
32) 1 Pz. rosetta elastica per M5 inox = 0,2 euro. ***Per la maniglia***
33) 1 maniglia = 3 euro.

Totale parziale = 464,2 euro.

Fine 9° parte.
Edited by Frank on Jun 22, 2015 at 07:04 AM

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 22, 2015 11:08 AM          Msg. 19 of 39
Veramente bello. Chi ama il bricolage si è trovato il lavoro per l'inverno...........

Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Jun 26, 2015 07:15 AM          Msg. 20 of 39
Parte 10°.

Gancio.

Adesso davvero gli ultimi due fori e il pantografo è finito.

54 Gancio di sicurezza.




55 Dis. Gancio di sicurezza.





Occorrono 200 mm di piattina di alluminio da 20 x 2mm.
Due viti a brugola M5 lunghe 40 mm.
Quattro dadi autofrenanti da M5.
Quattro rondelle per M5.

Queste quote vanno prese come semplice riferimento, piccoli errori di foratura inevitabilmente commessi fino ad ora portano a differenze di qualche millimetro sulla posizione chiusa del pantografo.

56 Dis. Gancio di sicurezza a pantografo chiuso.




Nel mio l'angolo risultante minimo è di 31° e uno spazio tra i tubi di 53 mm, anche lo spessore dei feltrini incide su queste misure facendo variare la lunghezza della corda ideale su cui il tubo va a fermarsi toccando il diametro 80 mm conseguentemente anche la posizione o lunghezza del gancio varia. Consiglio di fare il foro dove ruota il gancio e segnare di conseguenza la posizione dell'altro foro. Da non trascurare anche che si può scegliere di bloccarlo nella posizione che si preferisce. Per esempio esattamente al contrario strumento tutto su e contrappeso tutto giù. Anche in orizzontale se si preferisce. Si può anche mettere il gancio dal lato opposto, rispetto alla testa, il pantografo è simmetrico. Sono tutte soluzioni di praticità quindi da valutare personalmente. Ho preferito bloccarlo in questa posizione perché con i tubi in battuta e lo strumento montato, lo spostamento è il meno rischioso. Togliere e rimettere il contrappeso e strumento è più comodo.

57 Posizione dei dadi.




Nel disegno quotato un foro è disassato perché avevo a disposizione solo 140 mm di piattina e non mi andava di dover comperare altri 2 metri di materiale x soli 7 mm di differenza.

Nel realizzare l'asola fare in modo che vada forzata sul perno per agganciarla, cosi che non possa accidentalmente sganciarsi.

58 Non sono orgoglioso della finitura di questo particolare.




N.B. Se vi sono bambini ( a volte non solo ) in casa ritengo il sistema di bloccaggio insufficiente, ricordarsi che il contrappeso è tutto su e se lo si lascia montato..............., quindi occorre fare un foro nel tubo a lunghezza 430 in corrispondenza del fianco della squadra maschiare la parte della squadra forata in modo da poter avvitare un pomello o anche una semplice vite così da bloccare in maniera energica il pantografo.

59 In rosso la posizione dove inserire la vite di blocco.




Non trascurate questa sicurezza.

Aggiornamento costi:

Costi:
1) 1 Pz. cavalletto = 100 euro.
2) 1 Pz. Testa = 170 euro.
3) 1 Pz. Perno = 70 euro.
4) 1 Pz. dado autofrenante da M10 inox = 0,2 euro.
5) 1 Pz. rosetta per M10 inox = 0,2 euro.
6) 1 Pz. rosetta per M10 fascia larga inox = 0,2 euro.
7) 1 metro di barra da 8 mm in bronzo = 4 euro.
8) 12 Pz. feltrini tondi diametro 25 spessore 3 mm = 3 euro.
9) 4 Pz. manopole in plastica M8 pezzi 4 = 4 euro.
10) 8 Pz. dadi autofrenanti da M8 inox = 1,6 euro.
11) 12 Pz. rosette per M8 x 30 inox = 2,4 euro.
12) 8 Pz. dadi ciechi M8 inox = 1,6 euro.
13) 3 metri tubo rett. 50x25x2 = 16 euro
14) 1 Pz. giunto esagonale 17 x M10 x 30 mm zincato = 1,5 euro
15) 13 Pz. tappi in plastica per tubo 50x25x2 = 3 euro.
16) 1 Metro barra filettata M10 inox = 5 euro.
17) Barra piena diametro 18 o 20 mm per 120 mm in bronzo o alluminio = 6-10 euro (1 metro)
18) 1 Pz. dado M10 inox = 0,2 euro.
19) 1 Pz. rosetta elastica per M10 inox = 0,2 euro.
20) 1 Pz. dado ad alette M10 inox = 0,2 euro.
21) 1 Pz. manopola in plastica M8 = 1 euro
22) 1 contrappeso per EQ6 da 5,2 kg. = 64 euro *********** Correzione =49 euro.**************
23) 1 Pz. dado cieco M10 = 0,2 euro.
24) 1 Pz. barra piatta in alluminio 50x15x200 mm = 3 euro.
25) 1 Pz vite a brugola 3/8 ( non inox ) = 1,5 euro.
26) 2 Pz viti M6 x 50 inox = 0,4 euro.
27) 2 Pz. dadi autofrenanti M6 inox = 0,4 euro.
28) 2 Pz. rosette per M6 x 25 inox = 0,4 euro
29) 2 Pz viti M6 x 40 inox = 0.4 euro.
30) 1 Pz vite M4 x 30 inox = 0,2 euro.
31) 1 Pz. vite M5 x 30 inox = 0,2 euro. *** Per la maniglia***
32) 1 Pz. rosetta elastica per M5 inox = 0,2 euro. ***Per la maniglia***
33) 1 maniglia = 3 euro.
34) 2 metri di piatto 20 x 2 mm = 4 euro.
35) 2 Pz.viti testa a brugola da M5 x 40 mm inox = 0,4 euro.
36) 4 Pz. rosette per M5 inox = 0,8 euro.
37) 4 Pz. dadi autofrenanti da M5 = 0,8 euro.

Totale parziale = 455,2 euro.

Il totale pantografo è diminuito perché ho corretto il costo del contrappeso per EQ6. Avevo controllato in due differenti siti il costo e giurerei che era di 64 euro. Comunque meglio così è sempre lontano dagli 11 euro del mio ma di questi tempi 15 euro risparmiati..............

Fine 10° parte.

 
Page 1 of 2 Go to page: · [1] · 2 · Next

 

Time: Fri August 23, 2019 8:44 AM CFBB v1.4.0 140 ms.
© AderSoftware 2002-2007