Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tecnologia e tecnica astronomica »TECNICA E TECNOLOGIA ASTRONOMICA »Tolleranze
Author Topic: Tolleranze (23 messages, Page 1 of 2)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Sep 8, 2013 12:05 PM          Msg. 1 of 23
Buongiorno a tutti.
Sto cercando le tolleranze di accoppiamento barilotto oculari/acc. vari - con dispositivo messa a fuoco e tra accessori sia da 1"e 1/4 che 2".
Sempre che esista uno standard.
La ricerca in rete non ha dato risultati.
Qualcuno sa dove trovarle ?

Grazie
Franco

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 10, 2013 10:06 PM          Msg. 2 of 23
Ciao Franco,
no non essistono standard. Prima di tutto nei consumer tutti fanno come gli pare e non rispettano le tolleranze che dovrebbero avere, in secondo luogo anche i materiali sono poveri e soggetti a usura veloce per cui anche li si mangiano sulle tolleranze.

Non troverai nulla al riguardo.

Noi abbiamo provato, per le messe a fuoco, diversi produttori. Alla fine FT è l'unica che A QUEL PREZZO ha potuto darci (e non in tutti i modelli) garanzie di buon mantenimento dell'asse inserendo oculari o barilotti. Tieni presente che comunque anche loro vendono il riduttore 31,8 della Hotech che è autocentrante, proprio per ridurre ulteriormente i giochi.

Un buon costruttore lo vedi quando i suoi accessori entrano in UNA BUONA MESSA A FUOCO , generando una specie di depressione per l'uscita dell'aria dai lati. Semplice ma molto rivelatore (es. Hothech i suoi accessori per la collimazione li fa cosi, certo : messi su una rottamaglia da pochi euro non servono a molto.......perchè tutto performa come l'anello più debole).

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Vittorio
Posts: 52
Joined: Feb 19, 2010

NortheK Accademia


Posted: Sep 11, 2013 09:00 AM          Msg. 3 of 23
Mi permetto contraddirti sul sistema Hotech...... il serraggio avviene tramite due anelli in gomma che si comportano come il tappo ad espansione che si usa per chiudere le bottiglie di vino già aperte! In pratica, a mio sommesso avviso e come da me riscontrato su un collimatore che avevo a suo tempo acquistato, il sistema è tutt'altro che preciso ed esente da flessioni!! In pratica, una schifezza! L'unico collimatore che crea la depressione sul portaoculari è l'Howie Glatter che costa un bel po' di soldi, ma almeno funziona.

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 11, 2013 10:34 AM          Msg. 4 of 23
Ho il collimatore di Hotech acquistato di recente e la tolleranza è precisa, ho poi anche un laser per centrare di Hotech acquistato di recente e la tolleranza è precisa, ho acquistato anche il parallizer di Hotech per provarlo e sulla FT (non so sulle altre) mantiene il centro con più precisione dei riduttori originali FT.
Di più - mescolando marchi diversi - non so se si può ottenere, perchè l'unica soluzione veramente funzionale è avere un unico prodotto con tolleranze certe e certificate e da li fare gli accessori, ma nessuno lo comprerebbe per il costo.

Queste sono le esperienze fino ad oggi, i vari attrezzi di varia provenienza finiscono invariabilmente nel bidone dei trucioli.

Ciao
Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Sep 11, 2013 08:10 PM          Msg. 5 of 23
Salve ragazzi.
Scusa Max ma ti leggo un poco confuso. Prima mi dici che non c'è uno standard poi che nessuno rispetta le tolleranze e nell'ultimo post dici la tolleranza dell'hotech è precisa.
Forse è meglio che usiamo dei numeri oppure degli accoppiamenti standard tipo H6-h6 ,
altrimenti aumentiamo la confusione.

L'Hotech non l'ho mai visto, però se il meccanismo è ancora quello che dice Vittorio non mi pare una grande trovata. La gomma non può essere stabile e fa strani scherzi con il variare della temperatura, specialmente verso il basso.

Anche se fosse abbastanza stabile a temperatura ambiente i problemi ci sarebbero comunque,
come avevo anticipato ho ritirato i micrometri e sto verificando tutti i barilotti degli oculari.
Le sorprese non mancano, devo ancora finire i vari diagonali raccordi ecc. poi passo a misurare i fori. Anticipo che non solo sono conici ma pure ovali.

Eppure non mi pare un problema difficile da risolvere per Voi.
Usate solo F.T. fate un riduttore x 2" e x 1" 1/4 con la serie di barilotti x gli oculari del cliente
il tutto con una tolleranza stretta ed è fatta.

Tornire una decina di barilotti anche se non tuti = ha un costo modesto.

Franco

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: Sep 11, 2013 09:07 PM          Msg. 6 of 23
Ciao Frank, hai scoperchiato una pentola di cui conosciamo il contenuto.
I pezzi ovali mi mancavano però !
Comunque anche io preferisco farmi i raccordi personalmente, del resto avendo il tempo,
il costo si riduce solo al materiale (escludendo tutto l'armamentario), per un'azienda le cose sono molto diverse, qui in Italia il livello di tassazione è soffocante.
Il barilotto più schifoso in cui mi sono imbattuto aveva un diametro da 31,6.
Non penso si possa parlare di uno standard, almeno non in questo settore, sembra che le tabelle di tolleranza siano delle emerite sconosciute.

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 11, 2013 09:14 PM          Msg. 7 of 23
No Franco, cerco di spiegarmi meglio.
Ci sono gli standard e su questo siamo d'accordo. I bravi costruttori arrivano a precisioni di 0,01 mm comprendendo l'anodizzazione ecc.
Detto questo: i componenti Hotech che ho comperato e che ho avuto anche da altri clienti rispettano questo dimensionamento,che poi è lo stesso della FT (dove pero' cade nell'anellino interno di fermo........che fa quel che fa).
Partiamo dal principio che i buoni costruttori cercano di avvicinarsi più o meno a questo valore (ricorda: gli astrofili comperano di tutto da tutti.....è praticamente impossibile tabellare delle tolleranze).
Ne consegue che più ci si avvicina più si potrà mantenere l'asse ottico. Ciò non sta a significare che si avranno valori precisi, gli stessi riduttori FT hanno un loro fuori asse dovuto all'anellino di ritenzione. I barilotti che ho provato (quindi non escludo che random ci siano fenomeni diversi, per noi Hotech è un fornitore qualsiasi da cui comperiamo quello che ci serve) non hanno anelli di gomma esterni di recupero dei giochi, ma entrano esattamente nei fori FT da 2" aprendo totalmente l'anellino di ritenzione, che così non interferisce. Questo è quanto noi abbiamo testato, senza voler sponsorizzare nessuno perchè puo' benissimo darsi che la qualità sia discontinua o variabile da un accessorio all'altro.
Il discorso dei barilotti può anche essere interessante, pero' ben difficilmente il dilettante,non avvezzo ai problemi della meccanica, capirebbe perchè lo facciamo (già molti fanno fatica a capire il tema degli assi ottici e meccanici). Sto dicendo che facciamo fatica a far capire a molti cliente dettagli del valore di 50 euro...............
A disposizione se non mi sono spiegato.
Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 11, 2013 09:17 PM          Msg. 8 of 23
Se poi Franco vuole mettere qui una tabellina con i numeri che ha scoperto, confrontiamo con quelli che abbiamo misurato noi. Sarebbe interessante!
Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: Sep 11, 2013 09:22 PM          Msg. 9 of 23
Penso che Frank si stesse riferendo a barilotti e raccordi.
Io ho sempre trovato certe differenze, anche in ditte prestigiose, chiaro che
sui prodotti di fascia medio-bassa si trovano le discrepanze maggiori.

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 11, 2013 09:25 PM          Msg. 10 of 23
Si ho capito che si riferiva ai barilotti. I raccordi sono un mondo a se stante (ancora più storti), per non parlare dei vari "nasi" e dei vari filetti dei CCD...........
Un dramma con quel che costano eh

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Sep 11, 2013 10:11 PM          Msg. 11 of 23
Salvatore, record battuto 31,51 mm. Veramente ne ho misurato uno da 31,31 ma quello è un caso particolare , quando vedi la tabellina ti spaventi.
Per ora ho fatto solo gli oculari 33 Pz.
Finisco i vari "Nasi" poi passo agli interni che sono un poco più ostici da misurare.

Si Max, Scusate volevo dire accessori vari cioè Diagonali ecc. non raccordi.

Mah sul discorso di personalizzare l'accoppiamento ci penserei bene è un notevole valore aggiunto al Vs. prodotto. Penserei bene anche alla tolleranza da usare quella h6/H6 di cui sopra non l'ho messa a caso ,ma deve comunque scorrere agevolmente e li basta un piccolo urto x creare un'interferenza .
Per i costi: i riduttori sono tutti = quindi il costo lo decidete in base a quanto volete impegnarvi.
Per i barilotti 10 Pz. con cad-cam siamo a circa 20 minuti di CNC + materiale direi cosi a occhio 40/45 + i riduttori.
Mi riservo di verificare ma direi che la maggior parte dei barilotti sono = quindi.......

Franco

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 11, 2013 10:15 PM          Msg. 12 of 23
O ma come mi piace che qualcuno abbia scritto finalmente 20 minuti di cnc + materiale circa 40/45........forse qualcuno capirà quali sono i costi reali.

(PS Franco sa di quel che parla, è del mestiere).

Mi prendo un periodo di riflessione su questo argomento senza promettere nulla. Per inciso le prolunghe FT non ci soddisfacevano e le abbiamo rifatte noi di serie (ma sono solo quelle delle Messe a Fuoco, tanto per dare una indicazione).

Massimo

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: Sep 12, 2013 04:21 PM          Msg. 13 of 23
La cifra indicata da Frank mi sembra corretta.
Mi sono a questo punto fatto due conticini anche io.
Considerando che occorre fare anche due filettature io impiegherei un' oretta piena
per ogni singolo pezzo (non dispongo di un centro di lavoro).
Eppure se ben ricordi, Max, è da un pezzo che ti suggerisco di produrre in proprio tutto
l'occorrente che riguarda la raccorderia varia, senza aspettare che il cliente te la richieda.

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Sep 12, 2013 06:08 PM          Msg. 14 of 23
E lo so Salvatore ma purtroppo siamo stra-indietro con tutto il programma di produzione, quindi il problema non è fare, ma aggiungere nuovi progetti.........

Max

0

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Sep 27, 2013 07:22 PM          Msg. 15 of 23
Misure finite guardate la tabella e traete le Vs. considerazioni.

http://www.filehostfree.com/?d=5245B1CE1


Certo che sentir parlare di nanometri........

Regards
Franco

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 27, 2013 08:46 PM          Msg. 16 of 23
Bellissimo lavoro Frank. Domani me lo stampo e me lo guardo per bene perchè qui a video faccio un po' fatica.


Stampatevelo tutti e guardate bene cosa propinano in alcuni prodotti.

Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: Sep 27, 2013 10:29 PM          Msg. 17 of 23
L'ho già visto, certo che Frank ha fatto un lavoraccio.
Grazie

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 27, 2013 10:31 PM          Msg. 18 of 23
Eh si molto bravo! Noi non potevamo farlo. E' stato molto metodico e professionale.

Bravo.
Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Frank
Posts: 249
Joined: Aug 25, 2013

NortheK Accademia


Posted: Sep 28, 2013 05:57 AM          Msg. 19 of 23
Grazie.

I problemi derivanti da un asse ottico non centrato credo siano noti, ma il vero problema ritengo sia il non parallelismo derivante da un gioco eccessivo. Nelle tabella è stato annotato se il barilotto è liscio ho ha la scanalatura, alcuni di quelli con scanalatura hanno questa talmente larga che da una parte il diametro nominale di guida è ridotto a pochi millimetri e questo crea ancora + problemi.

Mi sembra chiaro che nessun costruttore si priverebbe della possibilità di interfacciare il proprio prodotto con altri sul mercato quindi l'unica soluzione è farsi realizzare dei barilotti su misura.

Sempre che ne valga la pena, se si utilizza una messa a fuoco che scorre con gioco elevato o un tubo che flette sotto il peso degli accessori.........

Max, la via di uscita è una sola come già detto.

Regards

Franco

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Sep 28, 2013 11:14 AM          Msg. 20 of 23
Franco,
guardando la tua tabella si rimane esterrefatti dalla approssimazione con cui vengono prodotti molti accessori, magari anche costosi.

In controtendenza a coloro che dicono che questi fuori asse non hanno alcuna influenza (poi mi si spiegherà come e quanto si intende collimato un telescopio con l'oculare fuori asse), credo che il buon senso dica che QUESTA faciloneria sia un anello di una lunghissima catena che porta a sottoperformare i telescopi amatoriali.

Naturalmente non mancano le voci ingenue che ottengono risultati buoni convinti dunque che il telescopio ha funzionato al meglio, ma le domande sarebbero:
1) e se fosse stato tutto in asse?
2) con che criterio ritieni che lo strumento ha funzionato al meglio, è solo una tua convinzione?
3) funziona bene perchè tutti funzionano così, e lo usa tizio e caio.
4) ti sei fatto il conto di quanto hai speso per avere roba storta e fatta tanto al chilo? Indipendentemente dalla cifra resta sempre storta e da tanto al chilo.

Dicendo dunque che Franco e Salvatore hanno ragione, resta il secondo problema da superare, e cioè essere sicuri che i vari costruttori rispettino almeno i filetti, e poi occorre una elencazione dettagliata di ogni barilotto. Ma non è finita: la messa a fuoco (il draw tube) quanto è preciso?

E' un bel dilemma questo , a parte che poi bisogna vedere se i clienti sono disposti a spendere una certa cifra per i barilotti/raccordi, ma questo è un problema secondario.

Franco ha svolto un lavoro che dimostra, almeno negli esemplari che possiede, dei dati di fatto non discutibili, i nostri lettori cosa ne pensano? Sappiate tutti che eseguire centinaia di pezzi (come il consumer) con tolleranze certe e ristrette NON costa di più che farli ad minchiam.....

Max

Agli ingegneri piace risolvere i problemi. Se non ci sono problemi sottomano, gli ingegneri li creeranno.
Scott Adams, Il Principio di Dilbert, 1996
 
Page 1 of 2 Go to page: · [1] · 2 · Next

 

Time: Mon October 14, 2019 9:34 AM CFBB v1.4.0 78 ms.
© AderSoftware 2002-2007