Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Raccolte di spunti utili per discutere »SPUNTI DI DISCUSSIONE »PORCA VACCA
Author Topic: PORCA VACCA (30 messages, Page 1 of 2)

marios
Posts: 184
Joined: Sep 25, 2008

NortheK Accademia


Posted: Feb 3, 2012 08:37 PM          Msg. 1 of 30
Ciao Mx, che cosa pensate di fare???

http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?f=16&t=68796

Mariossssssssssssssssssss

« Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…
E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…
E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…
Come… lacrime… nella pioggia…
...È tempo… di morire… »

0
Mariossss

Il Saggio coltiva Linux, tanto Windows si pianta da solo.


"E' inutile discutere con un cretino, prima ti abbassi al suo livello, poi lui ti batte in esperienza!"[Bl

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 2, 2012 08:47 PM          Msg. 2 of 30
Assolutamente nulla Mario.
Intanto abbiamo scoperto che lo stock di ricambi per il Commodore 64 è stato utilizzato per impianti cerebrali e forse abbiamo anche individuato chi ne è il fortunato possessore.
Potremmo rispondere punto per punto, ma - al momento - riteniamo che molte delle opinioni esposte non richiedano il minimo intervento, in quanto non siamo noi a fare brutta figura, basta leggere alcuni post e si capisce chi si sta facendo ridere dietro.
Sono sempre i soliti personaggi, mentre ci lascia un pochino perplessi che un moderatore assuma determinati atteggiamenti che appunto un moderatore non dovrebbe avere.
Evidentemente a rovistare nel secchio emergono sempre cose nuove.
Buon divertimento, a tutti manderemo un sacchetto di biglie di vetro per giocare in cortile.

Maxproject

(e con questo chiediamo all'astrofilo che ci esortava a postare nel forum suddetto, evitando i rimbalzi nel nostro, portando il nostro contributo perchè secondo lui il forum è assolutamente avulso da movimenti strani, cosa ne pensa ora che è tutto nero su bianco e ben in evidenza, con tanto di nomi e cognomi. L'astrofilo non è uno qualunque all'interno di astrofili org.)

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

marios
Posts: 184
Joined: Sep 25, 2008

NortheK Accademia


Posted: Mar 2, 2012 09:03 PM          Msg. 3 of 30
Quote: Assolutamente nulla Mario.
Intanto abbiamo scoperto che lo stock di ricambi per il Commodore 64 è stato utilizzato per impianti cerebrali e forse abbiamo anche individuato chi ne è il fortunato possessore.
Potremmo rispondere punto per punto, ma - al momento - riteniamo che molte delle opinioni esposte non richiedano il minimo intervento, in quanto non siamo noi a fare brutta figura, basta leggere alcuni post e si capisce chi si sta facendo ridere dietro.
Sono sempre i soliti personaggi, mentre ci lascia un pochino perplessi che un moderatore assuma determinati atteggiamenti che appunto un moderatore non dovrebbe avere.
Evidentemente a rovistare nel secchio emergono sempre cose nuove.
Buon divertimento, a tutti manderemo un sacchetto di biglie di vetro per giocare in cortile.

Maxproject

(e con questo chiediamo all'astrofilo che ci esortava a postare nel forum suddetto, evitando i rimbalzi nel nostro, portando il nostro contributo perchè secondo lui il forum è assolutamente avulso da movimenti strani, cosa ne pensa ora che è tutto nero su bianco e ben in evidenza, con tanto di nomi e cognomi. L'astrofilo non è uno qualunque all'interno di astrofili org.)

--- Original message by maxproject on Mar 2, 2012 08:47 PM
Che TRISTEZZA Max, nella vita ci si abbassa veramente tanto....

« Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…
E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…
E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…
Come… lacrime… nella pioggia…
...È tempo… di morire… »

0
Mariossss

Il Saggio coltiva Linux, tanto Windows si pianta da solo.


"E' inutile discutere con un cretino, prima ti abbassi al suo livello, poi lui ti batte in esperienza!"[Bl

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 2, 2012 09:12 PM          Msg. 4 of 30
Come sempre, chiediamo ai nostri sostenitori di non postare in astrofili. org, è una cortesia ovviamente non un obbligo, questo per evitare di finire in una bagarre infinita di rancori, dove i super esperti in tuttologia imperversano e fanno perdere tempo.
NortheK, come ci raccontava questa sera un astrofilo futuro cliente (e non uno qualunque, di nuovo) non ha bisogno di difensori.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Teo
Posts: 50
Joined: Aug 21, 2011


Posted: Mar 3, 2012 09:23 PM          Msg. 5 of 30
Certo che se ne leggono di cose in giro per la rete...
Basterebbe leggere un po' questo forum per capire che chi acquista uno dei vostri strumenti è tutto tranne che un beta tester.
Da quel che ho capito (semplificando), dopo la scelta di cosa costruire:
-progettazione
-costruzione delle vari pezzi
-assemblaggio con eventuali correzioni
-beta testing (affidato ad utenti esperti)
-feedback dei beta tester ed eventuali modifiche/migliorie
-certificazione del prodotto e rilascio sul mercato

Credo che ci siano anche fasi intermedie, ad es. la progettazione del supporto secondario subisce delle modifiche in fase di costruzione/assemblaggio se vengono riscontrate delle problematiche non previste in fase di progetto.

Tutto questo richiede tempo ma alla fine il prodotto è quello che dovrebbe essere (a differenza di prodotti che non potranno mai essere quello che sulla carta avrebbero dovuto essere).
Per me che non ho nessun legame con northek certe discussioni sono un vero spasso , certo che se fossi direttamente coinvolto mi girerebbero un po' le OO


www.matteoquadri.ch
Edited by Teo on Mar 3, 2012 at 09:42 PM

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Mar 3, 2012 09:46 PM          Msg. 6 of 30
Ciao Teo,
tralasciando lo squallore di molto materiale che circola in rete (la facilità di comunicazione corrisponde alla facilità di scrivere sciocchezze, sentendosi esentati dal ragionamento), il processo costruttivo di NortheK che ho personalmente messo a punto, è così schematizzabile:

a) idea in funzione dello studio di marketing e del target cliente;
b) raccolta documentale, analisi competitors, analisi fattibilità costi;
c) progettazione;
d) implementazione con tutte le componenti già collaudate del sistema modulare NortheK;
e) analisi produttiva/costi finale;
f) costruzione di due prototipi;
g) test interni;
h) beta tester o se richiesto da un cliente vendita con forte riduzione del prezzo, come prototipo, garantendo tutte le modifiche in corso d'opera fino allo standard industriale;
i) beta tester;
l) modifica del progetto;
m) diagramma di produzione, assemblaggio, collaudo;
n) produzione in serie.

Naturalmente il tutto deve stare dentro il recinto dei costi predeterminati per ottenere un target price adeguato ai clienti potenziali.

Ogni prodotto viene costruito in serie, ma non assemblato, in modo che eventuali modifiche suggerite dai clienti possano ancora essere aggiunte.

Questo con grande dispendio di risorse economiche.

Massimo

0

Andrea Maniero
Posts: 914
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Mar 4, 2012 04:24 PM          Msg. 7 of 30
Salve a tutti ,

sono rimasto sorpreso ma forse non troppo di quello che si legge nella discussione indicata , come continuo a rimanere sorpreso dei commenti di meraviglia su immagini , che se messe in relazione alle strumentazioni utilizzate per realizzarle , una persona preparata ( quindi senza impianti cerebrali tipo Commodore 64 ) con un po' di onesta' dovrebbe definire ridicole e sotto la sufficienza . Ma non c'e' da meravigliarsi , il detto " dimmi con chi vai e ti diro' chi sei " e' in questo caso piu' che mai calzante . Oltretutto chi non
e' a conoscenza di protocolli aziendali particolari non puo' fare altro che limitarsi a sollevare
stupidamente obbiezioni contrattuali altrimenti si sarebbe accorto che non c'e' nulla di piu' chiaro e trasparente e aggiungerei sicuro di quello che offre NortheK .

Quando mai Ferrari , Maserati tanto per citare alcuni marchi hanno avuto bisogno di incentivi , promozioni , offerte e rottamazione per vendere i propri prodotti ? Mai, mentre auto di segmento inferiore e di molto se non fanno questo non aumentano i fatturati !

C'e' solo da decidere onestamente dove orientarsi e chi puo' punta al meglio , per gli altri
quelli che dicono che una Porsche costa tanto per nulla GIOCATTOLANDIA e' sempre aperta ....adesso anche la domenica !

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 4, 2012 09:36 PM          Msg. 8 of 30
Ad ogni modo questi eventi danno uno spaccato molto vicino alla realtà di quello che è il mondo della strumentazione astronomica, dei rispettivi costruttori e dei clienti.

L'astronomia è una scienza difficile, costosa da praticare al pari di altre passioni (la fotografia non costa meno, la pesca sportiva anche, così come tanti hobby), ma è facilmente rilevabile come sia bassa la qualità tecnica dei consumatori. Molto più bassa mediamente di un appassionato di fotografia o di altre discipline un po' tecniche. Questa caratteristica è da ascrivere a due elementi fondamentali:

a) il sistema di vivere e consumare una passione, oggi frenetico senza applicazione e con poca conoscenza di base;

b) i costruttori e venditori che hanno sempre dato poco rilievo alle questioni tecniche, tanto da vendere mediocrità riuscendo a propinarle come opere tecniche. In queste condizioni è normale che l'utenza non abbia avuto la possibilità di fare paragoni e ragionamenti sostanziali.

Si è voluto seguire l'andazzo di altri sistemi per il tempo libero, spingendo sul consumer e sulla qualità mediocre, ma purtroppo oggi si scopre che il mercato è ben inferiore a quanto si pensava fosse. Il risultato è che i produttori consumer, dopo la delocalizzazione, il fallimento, e la continua proposizione di nuovi sistemi livellati verso il basso, sono in gravi difficoltà. Il mercato NON recepisce, si è riempito di carabattole che gira e rigira sono sempre quelle, e ora cosa si può proporre? Ben poco: se hai convinto il consumatore che un telescopio da 1000 euro è un formidabile strumento, con cosa lo sostituisci dovendo stare su quelle cifre? La campana suona a morto, e le ultime proposte commerciali che non escono sono un tentativo di sopravvivenza, ma l'unica speranza per i produttori di consumer è che partano i paesi emergenti e che comincino ad acquistare strumentazione mediocre per mantenere le linee aperte, e su questo non ci mettiamo la mano sul fuoco.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Giano
Posts: 105
Joined: Dec 3, 2011


Posted: Mar 5, 2012 03:12 PM          Msg. 9 of 30
ciao Max.

debbo dire che stavolta, con garbo e assennzatezza, hai colto il segno ..
mi è piaciuto che una volta tanbto tu sia riuscito a "spersonalizzare" il tuo commento, non includendo il confronto con Northek ( so che è un forum aziendale ), ma ciò, in questo caso e con quanto hai scritto, ha reso le tue parole ancor più degne e reali ...

il livellamento, gli aggeggini, i goto e ,tutte le menate che si trovano nelle pseudo riviste, hanno effettivamente portato la conoscenza di questa stupenda materia a livelli , davvero, da bar ..
c'è gente che ha montature da 1000 euro, e non sa come stazionarle, non conosce il cielo e tralasciamo le caratteristiche fisiche e chimiche degli oggetti che vorrebbe andare ad osservare ,...
come hai detto tu, una frenesia senza apllicazione e con poca conoscenza ,.,,
una demenziale frenesia ...

grazie per lo spunto

ciao

Giano
Posts: 105
Joined: Dec 3, 2011


Posted: Mar 5, 2012 03:17 PM          Msg. 10 of 30
Andrea !

è possibile, è mai possibile, che per un tuo astio personale nei confronti di qualcuno, tu finisca sempre e cmq per offendere tutti coloro che leggono o scrivono di là ???

questo poi, non significa che non scrivano anche idiozie, oppure che per spirito di piaggeria, si mettano a eslamare ooohhhh per immagini che non sono poi gran che, se rapportate ai diametri usati ...
e su questo avresti ragione, quindi .... ma il punti è la tua mancanza di educazione nell'apostrofare persone che non conosci e il cui difetto, non è poi tanto diverso dal tuo, perchè in quanto a poiaggeria, se ben leggi ciò che sxrivi vedrai che anche tu non sei da meno ...

quindi, cortesemente, se mai ci riuscirai ... commenta con sostanza e lascia perdere aggettivi e considerazioni extra, che non ci fai una bella figura ...

tankls

Andrea Maniero
Posts: 914
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Mar 5, 2012 06:14 PM          Msg. 11 of 30
Grazie Giano per i consigli ,

per quanto riguarda le offese vorrei che tu me le elencassi .....
resta poi il fatto che giudicare l'educazione degli altri e' di per se gia' una mancanza di educazione , ma non lo e' giudicare un'idiozia messa per iscritto e mi pare di leggere nel tuo intervento che in questo mi dai ragione e cioe' che vengono scritte delle idiozie ! . Per quanto riguarda l'apostrofare persone che non conosco ....bhe' non mi serve andarci a pranzo assieme per conoscerle perche' se scrivono idiozie non e' escluso che poi ne dicano anche davanti ad un piatto di lasagne fumanti , ma che ci sia chi scrive idiozie lo hai detto tu e non io , non sei stato molto educato quindi lascierei stare la faccenda delle brutte figure !

Chiedi sostanza ? Su cosa ? Sui commenti che ho letto ?

Max ha gia' risposto .....

." Potremmo rispondere punto per punto, ma - al momento - riteniamo che molte delle opinioni esposte non richiedano il minimo intervento, in quanto non siamo noi a fare brutta figura, basta leggere alcuni post e si capisce chi si sta facendo ridere dietro."

La sostanza che tu: non trovi nel mio intervento ( ? ) e' molto chiara , in pratica se non si e' in grado di giudicare obbiettivamente un'immagine , che si vede , tanto piu' non si e' in grado di giudicare uno strumento e la sua tecnologia che non si e' mai visto o utilizzato ,

saluti Andrea
Edited by Andrea Maniero on Mar 5, 2012 at 06:43 PM

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 5, 2012 09:22 PM          Msg. 12 of 30
Indipendentemente dalle scelte che farà l'astrofilo in questione, è importante porre l'accento su alcune questioni.

Lo strumento va usato per alta risoluzione = lo schema ottico dovrebbe essere ottimizzato per questo lavoro. Le vie di mezzo sono vie di mezzo, che si possono usare benissimo ma che A PARITA' DI DIAMETRO non forniranno i risultati di uno schema dedicato.

Lo strumento va usato non in una postazione ottimizzata e con grandissima disponibilità di tempo (almeno questo pensiamo noi), ne consegue che pur avendo un buon seeing e la possibilità di lavorarci tutte le sere, NON è pensabile utilizzare diametri maggiori in alta risoluzione fotografica (per es. 500-600 mm) perchè le condizioni collaterali azzoppano il tempo d'uso disponibile. Va detto, per completezza, che masse da 500-600 mm per RENDERE come il diametro richiede vanno ottimizzate sotto molti aspetti, proprio per recuperare il gap che il seeing pone in postazioni non accuratamente selezionate. Ecco dunque la necessità di sistemi attivi per la termostatazione dei vetri, sistemi di controllo dei parametri meccanici ecc. Costi e complicanze che purtroppo non sempre sono alla portata dell'amatore. Naturalmente si può fare alta risoluzione con un dobson, basta accontentarsi, ma siamo lontani dal concetto di un telescopio tecnico ad un telescopio preso per "divertissement" saltuario.

Quando si lavora con certi rapporti focale è opportuno considerare la struttura del telescopio medesimo. Ogni vibrazione o oscillazione per vento è fortemente distruttiva sul piano focale e non di rado i grezzi vanno buttati per queste ragioni. Ecco perchè molti telescopi intermedi usano strutture truss (e non solo per la resistenza geometrica).

Questi ragionamenti, che molti non condivideranno, sono alla base di alcune scelte di NortheK, come la scaletta dei diametri disponibili e degli schemi ottici, che hanno una loro ragione d'essere in un tubo più corto di un metro e mezzo e da 34 chili di peso.

Riteniamo che 350 mm rappresentino un limite per chi non ha postazioni scelte appositamente, in stazionamento fisso e con supporti di funzionamento abbastanza avanzati. Poi, ribadiamo, si può usare tutto ma nulla performerà come un diametro ottimizzato in ogni dettaglio. E su questo giova ricordare che nelle performances intendiamo anche la quantità di lavoro svolto, non la singola ripresa trimestrale ben riuscita (come stanno dimostrando i nostri strumenti consegnati che vengono regolarmente usati tutte le sere disponibili, con il massimo ritorno in termini di costo/risultato).

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Giano
Posts: 105
Joined: Dec 3, 2011


Posted: Mar 6, 2012 11:57 AM          Msg. 13 of 30
grazie per la risposta , Andrea !

e vedi che ci sei riuscito ?! ..

" ..., in pratica se non si e' in grado di giudicare obbiettivamente un'immagine , che si vede , tanto piu' non si e' in grado di giudicare uno strumento e la sua tecnologia che non si e' mai visto o utilizzato "

ora qualcuno potrebbe aver da ridire, circa il fatto che questa sia solo la tua opinione, ma almeno espressa cosí é chiara, limpida e opportunamente caustica ...
perché hai toccato un punto chiave delle molte discussioni tra astrofili ... il parlare di strumenti che non si é mai visto e usato ... un bruttissimo vizio, con i casi top, in cui alcuni arrivano addirittura a consigliare al prossimo cose non loro stessi non hanno mai visto né usato ...
tristezza eh ? ..

cmq , tornando alla questione degli epiteti ... meglio la sostanza con cui hai concluso .. converrai , certo meglio che scrivere piú genericamente, dando al prossimo , del decerebrato utilizzatore di impianti stile c64 ...

saluti

Andrea Maniero
Posts: 914
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Mar 6, 2012 09:49 PM          Msg. 14 of 30
Sinceramente , un " impianto C64 " apporta delle migliorie non il contrario , ma sorvoliamo la questione .


Max come sempre ha evidenziato il punto e lo ha ottimamente esposto .
Ad alcuni ancora oggi 6 Marzo 2012 sfugge il fatto che per ottenere "poco" (si fa' per dire) piu' risultato occorre molto piu' sforzo e conseguentemente spesa restando sullo stesso diametro . Nelle famose idiozie che si possono leggere in rete c'e' quella in cui si afferma che un diametro "X" performa indistintamente sia che sia intubato e strutturato bene sia che sia intubato e strutturato male , perche' tanto sempre un diametro "X" resta ( per me' e' una grande idiozia ! ) Sappiamo pero' ( a quanto pare in pochi ) che non e' cosi' perche' solo la differenza di lavorazione e materiale che costituiscono ad esempio lo specchio primario e secondario possono determinare una grande differenza di risultato . Fin qui nulla di nuovo si dira' perche' normalmente si punta ad avere uno specchio lavorato a lambda/x proprio per questo motivo . Qualcuno pero' ha candidamente ammesso sottobanco che pur avendo uno specchio ottimamente lavorato bestemmiava per problemi meccanici di intubazione che inficiavano una resa costante ammenttendo poi che una soluzione meccanica idonea si sarebbe resa necessaria , ovviamente avrebbe avuto un costo importante .
Sfugge o non si vuole ammettere oppure proprio non ci si arriva ( la terza mi sembra per qualcuno calzare a pennello ) che il famoso diametro "X" deve essere messo in condizione di lavorare " X" =100% poiche' saranno poi fattori esterni non imputabili a ottica o meccanica a limitarne le prestazioni es, termostatazione errata ,fuoriasse degli accessori , seeing e magari un briciolo di incompetenza dell'astrofilo . Detto questo non e' difficile intuire che se di partenza abbiamo il diametro "X" limitato nelle prestazioni diciamo "X"=80% e ci aggiungiamo fattori esterni come quelli citati , lo stesso potra' in qualche modo risultare superiore solo ed esclusivamente in presenza di particolari condizioni di seeing ottimale mentre nelle altre occasioni sara' livellato ad un ottimo diametro inferiore . Quindi altra idiozia che si legge e' che il diametro vince sempre ma fatevi un giro su AlpoJapan e qualche altro sito e vi renderete conto che le cose non stanno sempre cosi' soprattutto in termini di costanza di rendimento . Se proprio la vogliamo dire tutta la "stoffa" del tubo che si possiede la si vede spremendolo anche a focali un poco estreme dove lavorare a f/40 - F/50 diventa improponibile con tubazzi commerciali mentre qualche buon risultato lo si puo' ottenere anche con diametri modesti come il 245mm testato dal sottoscritto , tralasciando per un attimo il fattore campionamento che merita un discorso a parte .
Per concludere , se la tecnologia applicata a piccoli diametri porta a risultati rilevanti viene da pensare a cosa puo' portare la stessa ad un diametro importante in ambito amatoriale come un 14" o un 16" rispetto ad un pari diametro realizzato ai minimi termini e questo spiega tanto per citare un solito esempio come mai astrofili di calibro ( vedi Margaro ) optino sempre per la massima qualita' quando avrebbero potuto acquistare uno SW da 1000Euro .

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Mar 6, 2012 10:24 PM          Msg. 15 of 30
Il concetto fondamentale è che il diametro vince sempre, ma bisogna essere chiari in questa affermazione, e non rigirarla a proprio comodo. Va da se che se confronto un 250 mm con un 400 mm il dislivello è importante e sensibile e - per quanto sgangherato sia il 400 mm - la differenza c'è ed è sostanziale.

Due aspetti sono di fondamentale importanza.

Il primo è quello dell'uso cui viene destinato lo strumento. Se è un visuale puro ovvio che ci può interessare la raccolta di luce e la visibilità del dettaglio;

il secondo è quello che deve avere come requisito minimo lo strumento per soddisfare il primo punto, sia esso visuale o fotografico.

Allora stiamo parlando di qualità delle ottiche (superlucidate, super corrette, ecc ecc), ma non ci preoccupiamo dei parametri che la teoria dice superflui, ma la pratica conferma importanti (attenzione: non ci dice che la teoria fisica è errata, ci dice semplicemente che la pratica - ovvero i fattori di interferenza esterni - è di pretese molto più stringenti).

Ne consegue che MAI avremo una usabilità al 100% del prodotto se nel progetto medesimo NON si sono previsti gli elementi di disturbo esterni. La diretta conseguenza di questa affermazione è relativa alla usabilità del telescopio. Tralasciando chi fa la trasferta in Luna nuova, magari dopo 300 km e in località che non sono raggiungibili dalla maggior parte degli astrofili, occorre considerare che oramai si lavora in situazioni piuttosto critiche, e non solo in Italia.

Non ci sono mai astrofili scontenti di un prodotto qualitativo. Ci sono astrofili scontenti di prodotti venduti come alta gamma ma dal progetto economico, oppure astrofili scontenti di prodotti mass market. A questo punto è anche legittimo domandarsi se un telescopio che costa 15 rispetto al concorrente che costa 5 è giustificato.

Su quest'ultimo tema è giusto che ciascuno usi i suoi pesi e le sue misure, è una questione molto personale, frutto delle proprie esperienze e della propria cultura.

NortheK cerca di produrre telescopi che - a fronte di un costo non popolare - siano un bene durevole per il cliente, costruiti e modulati con criteri che analizzano l'usabilità del prodotto e, magari, scontentino anche il pensiero corrente impostato alla massima vendita numerica di un modello. A noi interessa costruire con criterio e onestà, senza illudere nessuno mostrandogli uno Shuttle al posto di un paracarro, ovvero quel che si fa lo si fa al meglio del prezzo richiesto senza pretendere di essere i migliori e senza pensare che il prodotto non sia migliorabile. Un NortheK è ben distinguibile dagli altri telescopi, poi può piacere o non piacere nelle soluzioni tecniche e nel progetto, ma ben ci siamo guardati di lavorare molto sul marketing d'immagine. Non si vendono sogni ma beni strumentali.

Come dice sempre la nostra Daniela, siamo anticonsumisti e parsimoniosi fino allo spasimo, ma pare anche che la storia del mercato globale ci stia dando ragione. Il NortheK-pensiero racchiude anche questo.

Non abbiamo mai visto astrofili che usano il top di gamma passare al consumer per avere telescopi più grandi..........se qualcuno li conosce, ce li segnali.

Massimo


0
Edited by massimoboe on Mar 6, 2012 at 10:29 PM

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Mar 6, 2012 11:05 PM          Msg. 16 of 30
Chiediamo, cortesemente, di non replicare al post indicato da Mario, siamo oramai alle sfuriate isteriche. Ci chiamiamo fuori da questo gioco già che chi continua a cercare di convincere i lettori che NortheK ha sbagliato tutto ha ben altro da spiegare, ed in primo luogo perchè deve interessargli tanto che un prodotto col nostro marchio non venga scelto..........
Con tutti i dubbi sollevati e le questioni messe sul tavolo, molti astrofili dovrebbero essere contenti che un eventuale cliente (a cui non stiamo simpatici) provi un nostro telescopio, o forse sono in parecchi a non essere contenti di un confronto.

Grazie se mantenete i toni bassi e lasciate cadere le argomentazioni che sembrano più che altro sfoghi che ragionamenti sensati.

Massimo Boetto

0

Andrea Maniero
Posts: 914
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Mar 7, 2012 07:15 PM          Msg. 17 of 30
Concordo , anche perche' e piu' divertente leggere certe cose che stare qui a rispondere !

enrico
Posts: 178
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Mar 7, 2012 09:19 PM          Msg. 18 of 30
spetta spetta è arrivato lo scienziato a spiegare al pubblico la teoria del massimo funzionamento al minimo costo (4 assi, 8 chiodi e uno specchio).



Enrico

marios
Posts: 184
Joined: Sep 25, 2008

NortheK Accademia


Posted: Mar 7, 2012 09:25 PM          Msg. 19 of 30
E' sconcertante, il come i soliti TRE, xchè oramai quelli sono rimasti abbiano continuato a cercare di far cambiare idea sul POSSIBILE acquisto del vostro 350 D/K, da non credere.....

« Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…
E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…
E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…
Come… lacrime… nella pioggia…
...È tempo… di morire… »

0
Mariossss

Il Saggio coltiva Linux, tanto Windows si pianta da solo.


"E' inutile discutere con un cretino, prima ti abbassi al suo livello, poi lui ti batte in esperienza!"[Bl

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 7, 2012 09:26 PM          Msg. 20 of 30
Hombre, por favor.............

Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)
 
Page 1 of 2 Go to page: · [1] · 2 · Next

 

Time: Sun August 18, 2019 1:19 AM CFBB v1.4.0 62 ms.
© AderSoftware 2002-2007