Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tutte le novità e le richieste sui prodotti NortheK »FORUM DI DISCUSSIONE PER L'ASSISTENZA SUI PRODOTTI NORTHEK »Diamoci un sacco di arie.......
Author Topic: Diamoci un sacco di arie....... (18 messages, Page 1 of 1)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 7, 2010 11:49 PM          Msg. 1 of 18
Si e senza pudore. Dicevo ieri sera in skype ad un amico astrofilo di lunga esperienza, che il grande (inteso come quantità) lavoro di NortheK negli ultimi tre anni, cercando di diffondere tra il grande pubblico molti concetti tecnici di base (diremmo l'alfabeto tecnico), in cui si è parlato per migliaia di righe - non solo qua - dei problemi delle assialità ottiche e meccaniche, dei supporti, della collimazione e quant'altro, hanno sicuramente avuto un riscontro rilevante nella comunità degli astrofili.
Indipendentemente che questi siano, saranno o non saranno mai clienti NortheK, vediamo con piacere che nei forum generalisti sono sempre di più quelli che si adeguano a questi ragionamenti, che cercano di capire e di ragionare nei limiti delle proprie competenze e capacità.
Fino a tre anni fa parlare di collimazioni maniacali era tabù, parlare di messe a fuoco che devono stare in asse era impensabile, parlare di celle regolabili e precise e supporti laterali di conseguena era argomento sconosciuto, parlare di vetri sottili e termiche......boh.
Questo ci costa molto lavoro (pensate solo alle centinaia di pagine originali o tradotte in argomenti tecnici) e molto impegno e molta antipatia. Si perchè a dire la verità è risultato molto scomodo per alcuni - non solo colleghi - ma anche appassionati che si sono resi conto di cosa hanno per le mani: un fatto tecnico è un fatto tecnico, un simpatia è un fatto personale.
E' producente? Non lo sappiamo. Nessuno dei nostri colleghi ha voluto seguirci ma molti si sono adeguati ad un livello tecnico apparentemente (si) superiore. Questa era del resto un'operazione fattibile solo per un produttore, e non fattibile per un distributore non avendo il medesimo il controllo sul prodotto inteso come creazione di ogni accorgimento.
Noi siamo fermamente convinti, pur tra antipatie di vario genere e simpatie sconsiderate, di aver lavorato bene, di aver portato in evidenza argomenti che giacevano sopiti e nascosti perchè non era utili evidenziali.........sì ci diamo delle arie....

Max

0

Vittorio
Posts: 52
Joined: Feb 19, 2010

NortheK Accademia


Posted: Jun 8, 2010 08:31 AM          Msg. 2 of 18
Il vostro "lavoro" è stato più che meritorio per tutta la comunità astrofila. Purtroppo le antipatie spesso scaturiscono dall'aver intaccato la convinzione che pervade tanti appassionati e tanti commercianti ossia "costa poco ma va benissimo" Purtroppo le leggi della meccanica sono ferree e non ammettono deroghe o compromessi. Mantenere le tolleranze strette costa parecchio, in termine di progetto e di soldi da investire.

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 12, 2010 10:09 PM          Msg. 3 of 18
Non solo caro Vittorio. Noi abbiamo introdotto alcune innovazioni (per esempio i micrometri, il carbonio strutturato in un certo modo, il supporto per secondari AxyS che non ha eguali sul mercato-mondo in questi diametri). Questo è costato moltissimo in termini di prove, disegni, rifacimenti e scatole di rottame piene.
Nessun produttore ha fatto e sta facendo altrettanto sul versante delle meccanica.
Possiamo dire - per esempio - che intubare il DP150 ci costa di pura meccanica, essendo tirato in un esemplare per essere poi modificato, circa 10.000 euro?
Questi sono i costi per chi innova, chi scopiazza pedestremente e da una mano di vernice non ha questi problemi e questi costi........
Maxproject


0
Edited by maxproject on Jun 12, 2010 at 11:20 PM

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 22, 2010 04:45 PM          Msg. 4 of 18
ALLA SQUOLA DEI CANOCHIALI DI NORTHEK..........

potremmo scrivere con soddisfazione leggendo in molti forum che si riportano sempre più con insistenza i concetti che QUI postiamo e in ARGOMENTI TECNICI. Non ultimo una bella discussione sulla qualità delle superfici ottiche e dell'importanza di tutto l'insieme, meccanica compresa, sul valore dei certificati.......

Se possiamo metterci una medaglia, piccolina ma ce la mettiamo........

Maxproject

0

Vittorio
Posts: 52
Joined: Feb 19, 2010

NortheK Accademia


Posted: Jul 1, 2010 04:10 PM          Msg. 5 of 18
Sempre in tema di "arie" si è aperto un interessante post sui tempi di acclimatazione degli specchi....forse grazie anche ai vostri consigli si sta iniziando a capire quali siano i tempi reali per arrivare a fruire dell prestazioni teoriche del nostro strumento.

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jul 1, 2010 11:37 PM          Msg. 6 of 18
Su questo tema ieri un astrofilo ci scriveva che ha letto il nostro scritto divulgativo su "l'astrofilo" e che finalmente ha capito molti concetti che non considerava. Il medesimo ha affrontato con molta serietà il tema delle assialità meccaniche e ottiche, di cui discutiamo da anni e cerchiamo di inculcare nella mente degli astrofili.
E' per noi una grande soddisfazione, anche se questi astrofili non sono nostri clienti, vuol significare che abbiamo portato un modesto contributo sulla tecnologia, contributo che costringerà nel tempo molti a lavorare con più coscienza e molti a comperare con più attenzione.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jul 17, 2010 11:58 PM          Msg. 7 of 18
Siamo anche fermamente convinti che questo nostro sforzo alla spiegazione e al consolidamento di una linea strettamente attinente alle realtà tecniche, sarà oggetto di azioni non molto simpatiche da parte di quelli a cui abbiamo o stiamo rovinando la propria impostazione. Questo è un prezzo che sappiano deve essere pagato da chiunque si propone come innovatore, non solo dal punto di vista tecnico, ma anche del marketing.
Alcuni colleghi hanno fatto in modo di avvertirci, ne prendiamo atto, e garantiamo risposte adeguate.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 28, 2010 12:31 AM          Msg. 8 of 18
Va considerato il fatto che NON stiamo dando spinta di massa alla nostra attività. Siamo abbastanza defilati dall'ambiente amatoriale e non stiamo sponsorizzando il mercato consumer. Questo processo, ben conosciuto per chi ha studiato un po' di marketing, ha delle ragioni ben precise. La prima è di non entrare nella baraonda della competizione cino-messicana-taiwanese, bene è mantenere i prodotti distinti e accessibili dal punto di vista tecnico ad una utenza specializzata.
Non siamo strutturati per passare ore e ore ad insegnare la collimazione del telescopio al telefono, e nemmeno ne abbiamo voglia.
Questo può essere considerato sbagliato, come sicuramente lo è sul breve, ma non abbiamo necessità di fare cassa e nemmeno di iniziare battaglie con colleghi dove l'unico argomento, sul versante cliente/mass market, sarebbe solo il prezzo e il fashion. La nostra utenza è su livelli ben diversi e il nostro sforzo è quello di impostare ragionamenti puntuali e condivisibili sulle scelte tecniche.

Non sul colore del telescopio o sul logo nel tappo.

Maxproject

0

Puspo
Posts: 1
Joined: Oct 28, 2010


Posted: Oct 28, 2010 07:22 AM          Msg. 9 of 18
Eh, finalmente mi sono iscritto!
Da un po' di tempo vi leggo, e devo dire di aver tratto da qui alcuni spunti per le riflessioni sul mio Dobson. Credo che alcuni dei contenuti a cui ci si riferisce qui, siano proprio legati anche alla mia esperienza.
Mi sono infatti trovato tra le mani (leggi "acquistato incoscientemente") un Dobson che non stava quasi assieme, ed è stata la mia fortuna perchè sono abituato a "pormi delle domande".
E non sono uno di quelli che, fatta la domanda, non cerca la risposta e si arrende.

Sono così approdato qui e su altri siti che producono contenuti interessanti, e gli spunti sono stati essenziali per far sì che io capissi. Di questo vi ringrazio.

Vi do piena ragione sull'ignoranza (sincera, non cattiva) che circola nel panorama amatoriale. Sto cercando insieme ad altri di diffondere alcuni concetti importanti sulle assialità e le termiche, che essendo troppo sottovalutati portano a credenze sbagliate circa la resa dei telescopi. Si guarda molto ai certificati ottici e per nulla alla semplice geometria meccanica!
Il tempo vi darà ragione ...

In bocca al lupo, come sempre ...

Massimo Alessandria
Dobson 16" in segatura e trucioli ;)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 28, 2010 09:19 PM          Msg. 10 of 18
Ciao Massimo e benvenuto da noi.
E' per noi fonte di soddisfazione quando un astrofilo, anche non cliente, legge le nostre opinioni e le soppesa nel modo adeguato. Segno che il grande lavoro che stiamo svolgendo da tre e piu' anni a questa parte, ci ha dato un minimo di credibilità tecnica e commerciale, fondamentali in un marchio proiettato al futuro come NortheK.
Contiamo che anche tu contribuisca, non necessariamente condividendo ma magari dibattendo, all'arricchimento culturale del forum NortheK, seguitissimo anche all'estero seppur non avendo il mirror in inglese (per ora).
Noi siamo pessimi commercianti, in quanto diciamo e affermiamo fatti tecnici, che mettono in difficoltà una parte di utenza......temporaneamente espulsa dai potenziali clienti, ma domani?
Ciao
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 9, 2011 10:52 AM          Msg. 11 of 18
La semplice dimostrazione che i nostri prodotti impensieriscono molto e costringono alcuni ad accendere il motorino nel cervello, offendendosi perchè forse gli si fa notare che il fantastico strumento acquistato è poco più di un giocattolo, è il tiro incrociato verso il nostro marchio o i nostri telescopi, quando vengono presentati in pubblico.
Questo comportamento, da una parte commerciale e quindi accettabile, dall'altro infantile, cerca di sponsorizzare produzioni di bassa qualità estere. Veramente dovrebbe essere il contrario: appoggio l'eccellenza nazionale anche se "obtorto collo" devo comperare un cinese per evidenti ragioni finanziare, questo è un comportamento serio. Chiedete a un francese o a un tedesco di fare quello che si fa in Italia dalla parte dell'utenza........

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Aug 11, 2011 10:56 PM          Msg. 12 of 18
Leggiamo con attenzione in una lista non italiana un fatto molto grave, che non è casuale, ma dalla chiacchera consueto e ripetitivo, sopratutto sul mal funzionamento di certi prodotti.
Omettiamo ogni e qualsiasi riferimento ovviamente, ma si sappia solo che parliamo di un blasone mondiale.........., si sappia che molti si fanno incantare da leggende metropolitane su prestazioni fantomatiche e mai dimostrate, ma inconsciamente pensate a causa dei prezzi molto alti. Poi il tubo è di lamiera e la cella dello specchio non esiste, ma si chiama XXX quindi posso strapagarlo ed è un punto di arrivo.

Questa in sintesi la storia, ma nella lista ci sono tutti i commenti che fanno montare l'incazzatura, noi ci domandiamo cosa aspetti la casa madre ad intervenire, troppo comodo per certi distributori non far nulla e vivere sul nome di un prodotto...........con che criterio si danno i telescopi ai distributori? Questo è anche il nostro tema, ad oggi abbiamo respinto 4 richieste di distribuzione. Non si può affidare un prodotto tecnico ad un dilettante che lo vuole rivendere nel tempo libero, senza dare supporto adeguato al suo mercato locale. Meglio non vendere nel caso.


Allora c'e' A che vive a NYC e compra un wwwwww nuovo che dunque gli
viene spedito dal Texas.
A decide di venderlo perche prende un AP160 e ci sono liste d'attesa
come si sa e lui riceve notifica che se vuole, può comprarlo. Lo vende a
B dall'altra parte della America.
B nota che le stelle sembrano comete. Non riesce a collimarlo, si
arrabbia, invita dei suoi amici, non riesce.
Contatta RRR e glielo spedisce perchè glielo revisionino (a sue
spese). Chiede anche che lo provino sul cielo ma quelli gli dicono che
sul cielo e' impossibile.
Lo strumento ritorna non solo ancora scollimato, ma scassato. Forse
era male imballato in ogni caso Fedex lo rompe (si guasta il
fuocheggiatore elettrico che sposta il secondario)
Il tele ritorna a RRR e Fedex paga i danni (800$) che RRR richiede per
metterlo a posto.
Ritorna con il nastro adesivo ai fili elettrici e la vernice rovinata.
RRR dice che meglio di cosi non si puo fare.
Cliente, giustamente, incazzato come bestia.

Maxproject


Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Edited by maxproject on Aug 11, 2011 at 10:57 PM

skymap
Posts: 155
Joined: Oct 11, 2009


Posted: Aug 12, 2011 12:26 AM          Msg. 13 of 18
Per distributore intendi un importatore/rivenditore con l'esclusiva o il classico negozio che vende strumentazione di marchi diversi ?

Nel primo caso non ho avuto un'esperienza positiva già dal contatto telefonico, nel secondo invece con i negozi con cui ho avuto a che fare ho trovato molta più professionalità e consigli (anche disinteressati).
Forse è il potere della concorrenza, se me frego regalo clienti ai miei concorrenti e duro poco sul mercato.

In ogni caso vedo che tutto il mondo è paese, anche se ci parliamo sempre addosso le porcate sono a diffusione internazionale. Purtroppo oggi lavorare male è molto diffuso, non succede solo nel settore astronomico...
Ho sempre sperato che un giorno si facesse pulizia sul mercato, ma incomincio a temere che avrò i capelli bianchi e non lo vedrò ancora perchè la mediocrità resiste inossidabile.

Cerchiamo di vivere in modo tale che quando moriremo perfino il becchino sia triste.
Mark Twain

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Aug 12, 2011 08:54 PM          Msg. 14 of 18
Qui intendiamo i distributori continentali di grandi marchi e NON i negozi. I negozi hanno margini esigui e si strappano un tele alla volta, quindi è naturale che cercano di fidelizzare il cliente.
Sono i grandi distributori con le esclusive, come nel caso raccontato (e nella lista stanno venendo fuori tutte le belle marachelle combinate e i disservizi gravi), che vivono di rendita su marchi detti "blasoni" che in teoria si vendevano da soli.
Oggi con la crisi economica non si vendono da soli, costano troppo in relazione a quello che danno e i distributori continentali riducono il loro customer service (ad esempio tagliando sul personale), questo a detrimento del prodotto, del servizio e del marchio distribuito.

Anche molti negozi vendono prodotti di cui non capiscono un tubo, e sono in perenne difficoltà a fornire sostegno tecnico al cliente..........questo ci ha fatto scegliere la strada di NON dare la distribuzione dei nostri prodotti a negozianti italiani.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Aug 14, 2011 08:17 PM          Msg. 15 of 18
Anche in questo caso ci si lamenta del supporto clienti, non solo del telescopio progettato male:

Un esempio di come non si costruisce un tubo in carbonio:

http://www.youtube.com/watch?v=jPVkassXrKg&feature=mfu_in_order&list=UL

In uno strumento come questo, è praticamente impossibile mantenere gli assi ottici, e come mai le foto sul web sono meravigliose?



Come vedete non sempre il nome è una garanzia, soprattutto se costruito con classiche operazioni di marketing e non di sostanza.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 11, 2011 03:17 PM          Msg. 16 of 18
Il controllo dei flussi al nostro sito è giornaliero, e continua a salire, vedete costantemente quanti lettori ci sono nel forum e traete le vostre conclusioni, già che chi viene nel forum legge e ragiona e evidentemente guarda anche il sito e i prodotti.
Mentre il deserto qualitativo e anche quantitativo comincia ad avanzare altrove.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 19, 2011 03:34 PM          Msg. 17 of 18
Abbiamo già annunciato in precedenza che altri produttori di tubi ottici si affacceranno sul mercato italiano e non solo. Stiamo seguendone i progetti, che comunque ricalcano la strategia NortheK con ben tre anni di ritardo (affiancandosi ad un produttore di montature).
Che dire: al traino di altri si pensa di recuperare terreno.
Resta fondamentale dimostrare - comunque - che il contenuto dei tubi ottici è eseguito con i nostri criteri se li si vende al medesimo prezzo, se - al contrario - il prezzo scende non c'è da dimostrare molto perchè ancora una volta si fa leva sulla non competenza dell'utente, già che possiamo dimostrare a chiunque che un tubo NortheK non può essere prodotto a prezzi inferiori nemmeno in Cina.
La nostra strategia prosegue soprattutto incrementando l'offerta dei prodotti e completando quella che definiamo accessoristica dedicata, forse in partnership con produttori di nicchia molto rinomati, le trattative sono in essere e vedremo se e come si concluderanno.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: Sep 19, 2011 05:31 PM          Msg. 18 of 18
Bene, anzi benissimo, poichè è da molti anni
che sostengo che ogni singolo strumento deve essere
corredato da accessori espressamente progettati
per esso, si evita di incappare in una certa tipologia di problemi,
questo dice la mia esperienza.
Di sbagli in passato ne ho commessi tanti, ma ormai
ho imparato.
Poi ovviamente chi compra decide cosa fare.
Credo sia corretto da parte di un'azienda proporre
una certa linea di accessori di qualità per i propri strumenti.

Saluti ed in bocca al lupo.
 

 

Time: Thu June 27, 2019 12:32 PM CFBB v1.4.0 47 ms.
© AderSoftware 2002-2007