Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tutte le novità e le richieste sui prodotti NortheK »FORUM DI DISCUSSIONE PER L'ASSISTENZA SUI PRODOTTI NORTHEK »Un progetto fondamentale.
Author Topic: Un progetto fondamentale. (6 messages, Page 1 of 1)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jan 4, 2010 11:57 PM          Msg. 1 of 6
In queste ultime settimane stiamo dibattendo internamente sulla realizzazione di un sistema altamente avanzato per il controllo delle superfici ottiche.
Abbiamo scartato a priori il sistema interferometrico. Anche i consulenti Zygo non ci hanno consigliato questa soluzione: il punto di vista secondo il quale un interferometro ha un valore veramente tecnico è sempre lo stesso e cioè che occorrono un insieme di fattori (locale adeguato, sistemi antivibranti, camera pulita, ecc .ecc.) che difficilmente sono alla portata di artigiani o di piccoli numeri come i telescopi amatoriali. Non ultimo il costo di un interferometro che non sia un'accozzaglia dei pezzi Edmund messi insieme, sfiora tranquillamente i 50.000 euro completo. Detto questo siamo del parere che realizzare un sistema di controllo interferometrico per l'utilizzo amatoriale sia praticamente anti economico, semplicemente perchè la precisione dei risultati non è assolutamente utilizzabile da un amatore.
Pensiamo ad un insieme di test incrociati che siano in grado di fornire un valido supporto complementare ai certificati da noi forniti e fatti dalla Oldham Optical, in modo da filtrare in entrata ogni pezzo ottico ed eventualmente poter riprodurre ogni test in presenza del cliente.
Questo nella filosofia del customer service sempre più spinto, e con lo scopo di spazzare via ogni possibile (in buona e mala fede) fraintendimento.
Nel nostro sito siamo molto chiari sui test che svolgiamo e su quelli che accettiamo, ma come ci suggerisce Norman, occorre essere prudenti, basta un qualunque interferometro per poter iniziare una discussione chilometrica che non porta da nessuna parte.
Maxproject


0
Edited by maxproject on Jan 5, 2010 at 12:03 AM

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Jan 5, 2010 12:19 PM          Msg. 2 of 6
Non soltanto e' antieconomico e comunque scarsamente applicabile a specchi amatoriali anche avendo l'attrezzatura (se intendiamo ottenere una distribuzione statistica e quindi dei risultati significativi, anche "soltanto" il tempo perso dall'operatore qualificato a fare il numero necessario di misure ripetitive, costa troppo) ma in ogni caso il test interferometrico dovrebbe essere la seconda operazione e venire sempre dopo un test qualitativo che ci mostri la *ampia sufficienza* dello specchio da ogni punto di vista, solo a quel punto possiamo andare a discutere di eventuale *eccellenza*. Si intende nelle applicazioni dove e' necessario o comunque dove vale la pena, dove il cliente - dopo aver compreso le questioni tecniche e progettuali e soppesato vantaggi e svantaggi - sceglie di spendere i propri soldi in quella direzione (piuttosto che in mille altre).

Abbiamo dei colleghi che ritengono di poter attribuire ai propri prodotti (ai prodotti di origine cinese che commercializzano) dei valori di correzione ottica ben superiori ai migliori strumenti commerciali (proposti a cifre ohime' ben piu' salate); come li misurano? Che cosa vogliono dire davvero quei numeretti? Domandate a loro! Noi rileviamo che il loro banco ottico, come da fotografie sul sito, e' appoggiato su sostegni di legno; e rileviamo anche che si hanno le idee poco chiare su come farlo funzionare, e ci si rivolge ai lettori di uno dei forum popolari (o dovrei dire, ai propri stessi clienti?) chiedendo lumi su come organizzarsi.... Non abbiamo misurato i prodotti dei colleghi, non ci interessa se le loro specifiche siano realistiche (domandate a loro) ne' tantomeno ci interessa se esistono clienti paganti che non sfruttano a fondo le specifiche reali dell'ottica (dichiarate o meno) mentre si pavoneggiano con quelle dichiarate (realistiche o meno) in quanto lasciamo volentieri questa tipologia di astrofili ai nostri concorrenti, non e' questa l'utenza a cui si rivolge NortheK. Per i nostri stimati clienti e per tutti gli astrofili interessati a comprendere il nostro protocollo di qualita', abbiamo sempre fatto del nostro meglio per spiegare che cosa significano i nostri numeretti. Tempo fa abbiamo avuto occasione di scrivere alcune considerazioni in un forum e qualcuno ci ha domandato: sara' forse per caso che la qualita' NortheK e' inferiore a quella dei concorrenti e dunque si cerca di far passare per "buone" le specifiche di uno specchio "scadente"? La domanda e' senza dubbio legittima, poi ciascuno si dara' la risposta che meglio crede! Naturalmente se acquistate un paio di strumentini dai nostri colleghi che hanno correzioni favolose, aspettiamo di vedere il vostro telescopio interferometrico.... di qualche metro di apertura efficace, buon divertimento! Con i nostri, ci dispiace, ma non potete fare un telescopio interferometrico a costi contenuti. Pero', funzionano come da specifiche, questo ve lo garantiamo.
Potete anche leggere qui cio' che facciamo notare ai nostri stimati clienti nello spirito della massima chiarezza e trasparenza che ci contraddistingue
http://northek.it/moduli/modDettaglio.cfm?id=82
Buona lettura e si intende non esitate a domandare maggiori chiarimenti e a scrivere i vostri pensieri.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

marios
Posts: 184
Joined: Sep 25, 2008

NortheK Accademia


Posted: Jan 5, 2010 01:27 PM          Msg. 3 of 6
Ciao Daniela, ti quoto in pieno, anche io sono rimasto un po' perplesso leggendo questo "e rileviamo anche che si hanno le idee poco chiare su come farlo funzionare, e ci si rivolge ai lettori di uno dei forum popolari (o dovrei dire, ai propri stessi clienti?) chiedendo lumi su come organizzarsi.... " topic....

0

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Jan 5, 2010 03:11 PM          Msg. 4 of 6
Ciao Mario piacere di rileggerti. Come sai qui in NortheK non proponiamo prodotti da tanto al mucchio, ma neanche cerchiamo clienti da tanto al mucchio. Si tratta di una scelta ben deliberata e ponderata. Vendere a clienti dalle idee confuse - anche se hanno le tasche profonde e sono pienamente solvibili - comporta dei costi molto pesanti. C'e' una analisi dovuta a Thad Florian che mostra come vendere a clienti poco esperti che maltrattano il prodotto (esempio tipico i cellulari che vengono lasciati cadere per terra o nel WC, fatti cadere dall'auto durante la guida o addirittura schiacciati.... lo sapevate che la vita media di un cellulare in usa e' di soli due mesi?) e tuttavia pretendono supporto e assistenza gratuita o a prezzo simbolico in quanto sono convinti che non e' mica colpa loro se si e' guastato o se comunque non funziona (un tizio di mia conoscenza diceva del computer "NON MI PRENDE IL COMANDO" che naturalmente aveva digitato male lui) rendono necessario un ricarico di 10x rispetto ai costi vivi. Naturalmente qui a NortheK i costi vivi sono alti perche' la tecnologia c'e', e ce n'e' tanta, e ci sono materiali e processi produttivi costosi, e ci sono costi di sviluppo, e ci siamo noi. Quindi non potremmo permetterci di percorrere quella strada. Lasciamo dunque ai colleghi di proporre una certa tipologia di materiali ad una certa tipologia di clienti. I clienti NortheK non sono necessariamente ottici professionisti o astrofisici. I clienti NortheK pero' sono curiosi, intelligenti, hanno voglia di imparare, e apprezzano e reciprocano l'onesta' - e l'onesta' intellettuale - che facciamo di tutto per offrire. I clienti NortheK sono clienti da cui anche noi abbiamo da imparare, cosi' come i prodotti NortheK sono tutti prodotti validi, ma migliorabili (come tu Mario sai bene, avendo avuto in mano il prototipo nella sua variante piu' problematica, poi retrofittata). Gli unici lavori perfetti e privi di magagne sono quelli che non vengono mai realizzati.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

enrico
Posts: 178
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Jan 5, 2010 03:25 PM          Msg. 5 of 6
Ciao a tutti e tanti auguri anche se in ritardo.........

Daniela io penso che quanto vai scrivendo sia molto corretto, e soprattutto è molto corretto scrivere le specifiche tecniche nel sito in modo che chi vuole ordina e chi non vuole o non crede si serva altrove, dove magari gli ficcano un bel test interferometrico multicolore e lui se ne va entusiasta.

Comunque io penso che chi ha le idee confuse di solito non ha nemmeno i denari, non è solvibile, ha lasciato debiti ad ogni angolo, o comunque non vuole pagare..........diciamocela tutta eh.......

Ciao
Enrico

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jan 26, 2010 06:13 PM          Msg. 6 of 6
Su questo argomento, stiamo redigendo un progetto molto interessante ed avanzato. Anche i software che andremo ad implementare saranno votati alla eliminazione di tutti gli eventuali (e sempre presenti purtroppo) elementi di disturbo durante i test ottici.
Particolare cura verrà posta nella struttura ad assorbimento di vibrazioni e stabilizzata termicamente, affinchè nulla possa deteriorare il risultato di un test.
Sicuramente, una volta completato, il Cliente che desidera assistere al montaggio delle ottiche sul suo tubo e di conseguenza ad un test ottico, al montaggio, alla collimazione, potrà essere presente e sincerarsi della qualità del prodotto consegnato.
Maxproject

0
 

 

Time: Mon September 16, 2019 7:53 AM CFBB v1.4.0 78 ms.
© AderSoftware 2002-2007