Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tutte le novità e le richieste sui prodotti NortheK »FORUM DI DISCUSSIONE PER L'ASSISTENZA SUI PRODOTTI NORTHEK »il Vostro newton dw 350.....
Author Topic: il Vostro newton dw 350..... (15 messages, Page 1 of 1)

wide
Posts: 34
Joined: Oct 15, 2009


Posted: Dec 19, 2009 09:12 PM          Msg. 1 of 15
nella versione scomponibile come si..... "scompone"? sarebbe interessante vedere delle foto... chiedo inoltre se sono previsti diametri superiori, tipo un 16 e se magari semplicandolo come dotazione per l'uso solo visuale, fosse possibile piazzarlo su una base dobson
lo so ci casco sempre su sti dobson ma che ci volete fare non mi passa un azz stare in casa 24 ore la giorno

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 19, 2009 10:18 PM          Msg. 2 of 15
Ciao Wide,
il newton da 350 non è da considearsi uno strumento del tipo "dobson", il fatto che si smonta è per renderlo semi trasportabile (in tre pezzi che stanno in un'auto), ma comunque è concepito per una equatoriale, con una meccanica sofisticata. nNon è un coso che slitta sul teflon.
Le foto non ci sono perche' abbiamo completato i disegni ma non passiamo alla esecuzione finche non finiamo i disegni anche degli altri schemi, in modo da accomunare il nr di pezzi il piu possibile per contenere i costi e aumentare la qualità.
Di certo il costo non è da dobson (La cella è molto piu complessa di quelle dei 250 mm.), è insomma uno strumento senza molti compromessi, fatto per impieghi intensivi e il cui costo non lo rende adatto a sostituire un dobson di legno e tubi in alluminio.
Non faremo il 400 mm. Per quanto riguarda i newton, a parte progetti personalizzati, crediamo di fare 250 (pronto), 350 (disegnato), 600 da postazione fissa ovviamente.
Il nostro concetto di dobson lo abbiamo spiegato in altri post, con il tema TAG, non vogliamo fare concorrenza ai falegnami o alle orribili realizzazioni nostrane che vengono decantata, ma accomunabili al rottame.
Ciao
Maxproject

0

wide
Posts: 34
Joined: Oct 15, 2009


Posted: Dec 20, 2009 11:33 AM          Msg. 3 of 15
chiarissimo max spece la seconda parte dell'ultima tua frase

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 10, 2010 11:07 PM          Msg. 4 of 15
Stiamo procedendo spediti al completamento dei disegni della serie 350. Ci sono molte novità sulla cella e sullo schema modulare di queste intubazioni. Come per la serie 250 anche la serie 350 è versatile e adattabile ad ogni schema ottico possibile. Del resto questa è l'unica strada possibile per poter dare un prodotto di altissimo livello a prezzi decisamente vantaggiosi, il costruire in serie è per noi l'unico mezzo per "risparmiare" sui singoli elementi.
Implementeremo alcune innovazioni non presenti nei telescopi amatoriali. Con questa serie NortheK diventa uno dei più completi costruttori a livello non solo europeo, poi passeremo ai diametri superiori in serie speciali (TAG, ecc.).
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 12, 2010 10:05 PM          Msg. 5 of 15
Qualcuno puo' obiettare che 350 mm. di apertura (in qualsivoglia schema) sono da considerarsi ancora pochi, anche nell'ambito amatoriale.
La nostra scelta di scalare di diametri in serie da 100 mm. per volta (250-350-450-550) ha un senso prima di tutto finanziario: realizzare un 250 mm. costa 1, realizzare un 300 mm. costa 1,5 ma in termini prestazionali siamo molto vicini, mentre realizzare un 350 costa 1,7 , da questo indipendentemente dalla luce raccolta si vede che con poco di più si hanno 10 cm in più sul diametro di partenza. Il secondo aspetto è quello relativo alla montatura: se un 250 mm. lo mettiamo sulla Omega di bellincioni che porta 25 kg. fotografici, con il 300 stiamo dentro ancora ma con poco margine di sicurezza, meglio sarebbe l'Alfa che porta 50 kg. fotografici, a quel punto tanto vale spostarsi su 350 mm. ed ottimizzare la spesa. Il terzo aspetto è che se abbiamo un cielo che ci permette di usare con fatica un 250 mm. è perfettamente inutile spendere e impegnarsi in un 300 mm., mentre se il cielo è veramente migliore ecco che il 300 rimane scarso e diventa concorrenziale il 350 mm.
Un aspetto interessante è che la modularità del progetto NortheK consente di costruire dei 350 mm. molto avanzati a costo tutto sommato molto accettabile.
Noterete che stiamo sacrificando la vendita di qualche pezzo (si perchè ci sono quelli che per 5 cm di apertura in più cambiano tutto il set up), con il fine di dare alla nostra utenza un supporto anche equilibrato dal punto di vista costi-benefici.
Ma è importante notare un ulteriore aspetto: NortheK pensa che il telescopio non è un feticcio da mostrare agli amici astrofili ma è - nel suo piccolo - uno strumento tecnico e scientifico.
Avete chiaro quante cose si possono fare con un 250 mm. ben costruito e piazzato su di una montatura decente? Potete moltiplicare il fattore per n volte in un 350 mm. . Dalla fotometria, all'astrometria, all'imaging, ai sistemi binari ecc. e tutto questo con risultanze di alto livello amatoriale e grandi soddisfazioni.
Presto, molto presto, appariranno i primi risultati delle serie più piccole e allora nel tempo si andrà a capire il concetto che cerchiamo di esprimere......che è un po' avverso a chi cerca la pura e semplice contemplazione , ed in quel caso un buon dobson importato o autocostruito da la massima risultanza al minor costo.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 12, 2010 10:14 PM          Msg. 6 of 15
Nella serie 350, che vogliamo immaginare nella versione Evolution Grade - quindi quella meno sofisticata, ma enormemente più avanzata della serie 250 - abbiamo già implementato a disegno alcuni standard qualitativi che sono inediti per questa fascia di prezzo e mercato, consentendo altresì all'utente l'applicazione di qualche ulteriore up-grade (tipo il vetroceramico Clearceram-z in luogo del nuovo Supremax 33 di Schott), queste innovazioni non sono messe per farsi belli ma sono studiate per poter spremere ogni possibile e immaginabile performance allo strumento.
Il rigore costruttivo è di alto livello e in assoluto non ci saranno competitori sul mercato di uguale fascia che potranno tenere il passo. Come nella serie 250 l'innovazione e l'ammodernamento dei concetti costruttivi è fondamentale, indispensabile e non discutibile.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 12, 2010 10:25 PM          Msg. 7 of 15
La serie 350, una volta ultimata, sarà anche quella che consentirà la progettazione e commercializzazione di tutta una tipologia di accessoristica dedicata (utilizzabile anche nella serie 250), che è d'obbligo disegnare appositamente per far performare telescopi di questa qualità e dimensione. Non vogliamo correre il rischio che l'utente applichi ai nostri tubi robaccia dozzinale che ne mortifica le prestazioni. Beninteso: con un pessimo senso degli affari ma una cristallina onestà, non vincoleremo l'uso di determinati accessori con diametri strani o filettature esotiche, staremo per quanto possibile negli standard commerciali, migliorando pero' le prestazioni meccaniche di ogni singolo pezzo. Sarà poi il cliente a decidere se veramente vale la pena rischiare uno scadimento delle prestazioni per qualche euro.
I TAG invece saranno la rivoluzione nei diametri maggiori, saranno quello che si può definire un piccolo grande strumento professionale, rivolto ai gruppi di astrofili o ai singoli che hanno idee molto chiare e scopi ben precisi. Un punto di arrivo dal quale non si potrà più derogare, con buona pace dei pezzi d'artiglieria in ferro smaltato.
Malxproject

0

enrico
Posts: 178
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Feb 16, 2010 10:32 AM          Msg. 8 of 15
Quindi pensate che anche con un 350 mm. newton si possano fare osservazioni di buon livello ed in modo proficuo, al di la delle solite foto che oramai riempiono il web e le riviste?
Ciao
Enrico

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Feb 16, 2010 10:41 AM          Msg. 9 of 15
Osservazioni di buon livello si possono fare anche con un 250, e si possono fare anche con diametri minori. Ovviamente ci sono cose che un 350 permette e che a diametri inferiori sono precluse. Ma prima di esaurire le potenzialita' di un 250, ce ne vuole.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 16, 2010 10:08 PM          Msg. 10 of 15
Come argutamente osserva la Daniela, il vero limite di uno strumento è la capacità del suo proprietario ad usarlo. Un NortheK 350 mm. ha effettivamente delle performances superiori ad un 250, ma queste performaces vengono fuori solo se il proprietario è in grado di sfruttarle e capirle queste benedette prestazioni. Ci sono moltissimi fattori da considerare e se ragioniamo sul fatto che anche con un 250 mm. - oltre al classico imaging - si possono fare cose favolose a livello fotometrico, astrometrico, e di ricerca in generale è chiaro che il limite è il suo proprietario, con le sue conoscenze e la sua voglia di esplorare settori sempre nuovi della scienza astronomica. Se abbiamo pensato di proporre il nostro marchio proprio sul diametro da 250 mm. ha un significato ben preciso.......
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Apr 8, 2010 12:17 AM          Msg. 11 of 15
Quando parliamo di evoluzione tecnica, vorremmo fosse chiaro ai nostri lettori che la concezione tecnologica e progettuale ha un suo peso. Non siamo e non vogliamo essere venditori di fumo. Chi ha un po' di dimestichezza con la meccanica di precisione capisce subito che le nostre affermazioni sono suffragate da un progetto estremamente complesso (per noi) e sostenuto da solide basi di concezione teorica.
Se sfogliamo i siti di molti costruttori, a parte le scopiazzature maldestre, vediamo affermazioni che ricalcano stranamente quelle del nostro sito, poi leggiamo di azionamenti precaricati come di un "punto di arrivo tecnico", ma poi guardiamo i disegni e vediamo che è una vite con sopra una molla....ci sembra il "percussore multidirezionale" che comprava l'esercito americano, risultato poi un martello.......
E' su questo che insistiamo: noi i nostri tubi li smontiamo e spieghiamo ogni singolo componente, invitate anche gli altri a farlo. Un semplice astrofilo avulso dalle regole semplici della meccanica saprà tirare le proprie somme.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Apr 9, 2010 10:51 AM          Msg. 12 of 15
La serie 350 è una predisposizione tecnologica ai diametri maggiori. Su questo diametro si impostano tutte le tecniche costruttive, che poi adeguate, vanno a spostarsi sui 450 e 600 mm.
Abbiamo fatto un grande sforzo nel cercare di inserire delle migliorie rispetto alla più leggera e portatile serie 250.
Sia chiaro che i 350 nascono come strumenti semi-fissi. La loro mole e il peso non rendono consigliabili grandi spostamenti, pur rimanendo possibili a patto di essere in due astrofili a rimetterli in posizione. Così perderemo una fetta di utenza, che è poi quella che non ci interessa perchè chi ama certi livelli prestazionali non va a spasso con un 350 mm. nel baule.
Beninteso che - ripetiamo - questo è possibile a patto di non essere soli ma in due o tre ben organizzati: tubo, montatura ADEGUATA e non catorci sferraglianti, pc, alimentazione ecc.
Quanto diciamo è un atto di onestà verso i Clienti. Quanti sono ancora convinti che il proprio tele da 14-16 pollici (opssss 350-400 MM siamo in Europa i pollici li facciano girare in USA) sia trasportabile, magari da soli, e poi stazionarlo completarlo di guida, caveria varia e ........riprendere. Noi preferiamo dire che questo è possibile, non consigliabile, ma che lo prevediamo da progetto.
Maxproject

0

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Apr 9, 2010 07:45 PM          Msg. 13 of 15
Per correttezza wide aveva ipotizzato un uso visuale, quindi per il quale e' sufficiente uno stazionamento approssimativo. Questo non e' impossibile, e' un po' sparare col cannone alla formica nel senso che si tratta di tanto peso e tanta spesa e questo per uso esclusivamente visuale e' un po' un overkill, detto questo, se si e' atletici abbastanza (io consiglierei di provare a metter su lo strumento prima dell'ordine insieme con il/i proprio/i compagno/i di osservazione abituale/i) se si e' disposti a spendere (magari in vista di un uso fotografico in postazione fissa nelle nottate in cui non si va in trasferta sotto cieli bui, previo stazionamento adeguato alla focale) e se si e' consapevoli di tutto questo.... senza dubbio uno strumento cosi' anche all'oculare regalera' ottime soddisfazioni.
PS Per piacere non mettetevi in testa di movimentare da soli questi bestioni, anche se ne siete in grado. Perche' la mattina che alle 6, dopo aver lavorato il giorno prima, guidato tre ore, e passato la notte ad osservare, anche un sollevatore di pesi professionista non e' nelle condizioni migliori, e' poi umano pensare a quanto costa uno strumento di quel tipo evitando quindi di lasciarlo rovinosamente cadere come un tronco di legno se per caso ci accorgiamo che la nostra presa non e' perfetta, e a quel punto purtroppo il rischio di farsi male e' molto concreto. Lasciate stare o chiedete il favore a qualche amico non interessato all'astronomia.... che poi magari si appassiona anche lui.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Apr 9, 2010 09:35 PM          Msg. 14 of 15
Vero. anche perchè se uno non si ammazza facendoselo cadere addosso, muore di infarto per lo spavento.

Max

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 1, 2011 09:35 PM          Msg. 15 of 15
Finito il progetto della versione 350 f 4,1 con correttore. Stiamo regolando gli ultimi dettagli tecnici di poco valore, poi lanciamo l'esecuzione in officina, frattanto Norman sta già preparando il set ottico di corredo.
Strumento di gran classe per ogni astroimager.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)
 

 

Time: Wed July 17, 2019 2:28 AM CFBB v1.4.0 46 ms.
© AderSoftware 2002-2007