Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tutte le novità e le richieste sui prodotti NortheK »FORUM DI DISCUSSIONE PER L'ASSISTENZA SUI PRODOTTI NORTHEK »DP 155 RIFRATTORE ACROMATICO APLANATICO A CONTATTO IN OLIO.
Author Topic: DP 155 RIFRATTORE ACROMATICO APLANATICO A CONTATTO IN OLIO. (31 messages, Page 1 of 2)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 10, 2009 11:38 PM          Msg. 1 of 31
Il doppietto di questo telescopio sta superando alcuni test realizzati da Maurizio Forghieri.
Presto lo ritireremo per poter iniziare il disegno delle parti meccaniche, in modo da predisporre il prototipo quanto prima, anche se in ritardo rispetto alla tabella di marcia.
I punti più premianti di questo telescopio:
a) ottiche superlucidate a mano;
b)bassissimo residuo cromatico;
c) meccanica di altissimo livello;
d) messa a fuoco da 3" a pignone e cremagliera conici.

Lavoreremo molto sulla meccanica, come è stato per il piccolo DP 100, infatti in telescopi di questa classe sono frequenti meccaniche non all'altezza della qualità dei vetri.

In primo piano metteremo la cella, collimabile, realizzata in leghe indeformabili e trattate termicamente per dare il massimo della precisione e stabilità durante l'uso. Un utilizzo di queste leghe consente anche pesi più limitati. La cella è la RT 155 un nuovo modello innovativo per questa classe e tipologia di strumenti, innovativa quanto la ST 25 per i riflettori da 250 mm.. Cura, attenzione e dettaglio su questa parte del telescopio sono fattori fondamentali per poter far performare al meglio i vetri del Forghieri.

Il tubo è in carbonio alto modulo, rettificato, laccato opaco con un sistema di collegamento all'asse di declinazione anti torsione e flessione, anch'esso in carbonio.

La controcella in lega Halo 25 è sovradimensionata in modo da accogliere la messa a fuoco da 3", applicata con un sistema di controllo e registrazione del piano. Il controllo degli assi deve essere rigoroso in questo strumento di alta classe. La messa a fuoco puo' ovviamente essere motorizzata. Sopra alla parte terminale è previsto un anello coprente per 240° il tubo del telescopio, in modo da rendere l'ergonomia assolutamente impeccabile.

La cella RT155 è provvista di un sistema di iperventilazione e raffreddamento forzato in prossimità delle masse vetrose, mentre un semplice sistema di estrazione provvede a togliere la colonna di aria calda dentro il resto del tubo.

Flok Evolution provvede al trattamento anti riflesso, aiutato da anelli in alluminio dello spessore di 0,8 mm. montati su di un castello non in contatto con il terminale del tubo, in modo da non inficiare il comportamento delle dilatazioni termiche.

Il paraluce è in alluminio, provvisto di un tappo anch'esso in alluminio e predisposto per diaframmature minori tramite lo svitamento di appositi tappi.

Vedrete al più presto il prodotto.......e lo proverete.

Maxproject

0

massimoboe
--
Posts: 338
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Dec 12, 2009 10:39 PM          Msg. 2 of 31
Si tratta sicuramente di uno strumento impegnativo sotto tutti i punti di vista. Credo sia da inquadrare in un telescopio ad altissime performances per gli amanti delle ottiche a rifrazione.
Non c'è dubbio che la mole è imponente e la montatura dovrà essere conseguentemente adeguata (non di certo una EQ6), ma un simile telescopio puo' rappresentare lo strumento definitivo per molti astrofili, sia per il diametro e la focale interessante (immagino l'osservazione del sistema solare, delle stelle doppie, degli ammassi aperti ecc.), sia per la purezza e la qualità dell'immagine che restituisce. Un telescopio di alto livello che può regolare ore e ore di lavoro osservativo sia visuale che fotografico a qualunque astrofilo, soprattutto se esperto.
Massimo

0

skymap
Posts: 155
Joined: Oct 11, 2009


Posted: Dec 18, 2009 06:14 PM          Msg. 3 of 31
La EQ6 non va bene a causa della precisione alla cinese o per problemi di portata ? ho guardato le specifiche di questo rifrattore nel vs sito ed è sui 10/12 kg. accessoriato.

Più o meno paragonabile per peso e dimensioni al rifrattore AP 155 starfire che avevo visto allo star party di SB qualche anno fa, e ovviamente ci abbiamo osservato parecchio perchè non capita spesso di avere strumenti simili a portata di mano, era montato su una sphinx con cavalletto baader in legno ma si osservava senza problemi.

Sarà una produzione di serie o solo su ordinazione ? a me ogni tanto viene il pallino dei rifrattori, chissà che magari un giorno...



Cerchiamo di vivere in modo tale che quando moriremo perfino il becchino sia triste.
Mark Twain

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 18, 2009 06:24 PM          Msg. 4 of 31
Buonasera,
il DP 155 sarà una produzione di serie su prenotazione, essendo pezzi realizzati con grande cura e con tecniche avanzate soprattutto nella parte meccanica.

Contiamo di mettere un certo numero di questi telescopi a magazzino, anche se in un lasso di tempo di circa 12 mesi, vista la lunga lavorazione che richiedono le ottiche essendo superlucidate.

Visualmente va bene anche sulla EQ 6, certamente questa montatura non rende giustizia alla qualità del tubo ottico, pertanto noi sconsigliamo questa direzione, provvisoriamente può andare bene ma non si sfrutterà al massimo la capacità dello strumento.

Anche noi abbiamo usato il DP 100 con una leva mastodontica su di una GPDX con profitto e divertimento, certamente una EQ6 è più indicata pur avendo un tubo di 6 g. scarsi (l'appetito vien mangiando e quando si ha un buon tubo ottico pure costoso si cerca di sfruttarlo il più possibile in ogni applicazione).

Potendo acquistare consigliamo la Omega di Bellincioni se si vuole stare su pesi limitati, ma per uso fotografico l'Alfa è sicuramente più indicata. Mentre per un uso visuale svolto con sicurezza e qualche soddisfazione anche fotografica "veloce" la B230 potrebbe essere una alternativa.

Cordialmente
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 11, 2010 10:32 PM          Msg. 5 of 31
Il paraluce è previsto rientrante, la cella è prevista con un sistema di acclimatazione rapida del doppietto, unica in questo genere di telescopi, il doppietto a contatto in olio è protetto da una serie di supporti a compressione uniforme su tutto il diametro del doppietto medesimo, questo eviterà deformazioni locali, molto dannose in diametri a rifrazione cosi elevati.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 1, 2010 10:59 PM          Msg. 6 of 31
Stiamo pianificando anche la produzione di alcune novità per il settore. Sono disegni innovativi per applicazioni particolari. I calcoli sono stati fatti, i vetri acquistati, ora si tratta di mettere a punto il processo e poi prototipizzare, terremo informati non appena un nuovo modello sarà disponibille.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Sep 22, 2010 12:02 AM          Msg. 7 of 31
Stiamo ultimando i dettagli e di corsa finiremo il tubo per Astrofest 2010.
Il DP 150 è il primo di una serie di strumenti a rifrazione, dedicati a target ben precisi, molto sofisticata e "di sostanza", materiale molto selezionato per clienti di un certo tipo, amanti di questo genere di telescopi, nelle più diverse configurazioni e in una scaletta di diametri ben precisa.
La cella è ovviamente una innovazione per il mercato, non che sia stato così difficile innovare vedendo quanto offre la concorrenza a prezzi non proprio popolari, comunque il meglio che meccanicamente ci si può permettere entro una fascia di prezzo.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 5, 2010 10:37 PM          Msg. 8 of 31
Abbiamo finalmente concordato le modalità per il trattamento antiriflesso delle superfici.
Salvo incidenti imprevisti in pochi giorni dovremo avere i primi test su questi evaporati, poi passeremo al controllo delle parti lavorate, e infine al montaggio della cella.
Successivamente finiremo con l'intubazione, provvista di un sistema di ventilazione interna e di una controcella a raffreddamento rapido.

Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 1, 2010 09:13 PM          Msg. 9 of 31
Questo telescopio risulta con un peso finale inferiore a 11 kg. nonostante la mole molto importante. Lo presenteremo ad Erba con una versione provvisoria in metallo del paraluce, in attesa di realizzarne uno ancora più leggero, in modo da rendere la leva meno gravosa.
E' un quasi 50/50 cioè il fulcro è a metà lunghezza del tubo, paraluce esteso. Naturalmente questo rapporto può essere cambiato a richiesta ed entro certi limiti.

Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 10, 2010 09:33 PM          Msg. 10 of 31
Il peso di questo telescopio, con il paraluce provvisorio in alluminio è di 14 kg finito.
Contiamo di portarlo a 12 kg. con il paraluce in carbonio. L'aumento di peso è dovuto anche al fatto che abbiamo allungato detto paraluce (450 mm) e abbiamo fatto una struttura a baionetta per bloccarlo in posizione (puo' essere totalmente ritirato, rendendo cosi il telescopio facilmente trasportabile).
Il tappo è avvitato e in metallo, ma anche questo pezzo lo rifaremo, predisponendolo per l'interposizione di diaframmi e filtri avvitabili, è situato infatti a ridosso della lente frontale e ben centrato sul doppietto. Attualmente è solo avvitabile.
Il cercatore può essere posizionato in diverse parti del telescopio e questo modello è provvisto (nel peso) di due RING e di due piastre AW300 + la barra Losmandy (quindi in linea non solo teorica bisognerebbe già togliere 1,5 kg.).
I diaframmi interni sono provvisti di sistema di aspirazione quadruplo, per il rapido raffreddamento del doppietto, mentre la floccatura interna è eseguita su un supporto polimerico che da maggiore stabilità al sistema antiriflesso, lasciando ai lati dei diaframmi lo spazio per il passaggio dell'aria calda.

Maxproject

0

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 19, 2011 12:21 PM          Msg. 11 of 31
Alcuni scatti del DP 155 - prossimo alla validazione finale:






con il suo progettista ottico Maurizio Forghieri.




Maxproject



Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Edited by maxproject on Nov 19, 2011 at 12:22 PM
Edited by maxproject on Nov 19, 2011 at 12:27 PM

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 19, 2011 05:15 PM          Msg. 12 of 31
Ecco, vedi, adesso si che si comincia a ragionare,
questo si che è un signor telescopio, il rifrattore
ha sempre avuto una magia tutta sua e che gli
altri strumenti non potranno mai avere.

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 19, 2011 05:54 PM          Msg. 13 of 31
Si Salvatore, ma questo strumento è praticamente uscito con grande ritardo rispetto al programma, perchè abbiamo cercato soluzioni un pochino estreme dal punto di vista meccanico. Lo valideremo in questi giorni e superati i test sarà messo in commercio (le richieste superano le nostre attuali capacità produttive dei doppietti).
E' un classico telescopio molto curato e ben fatto, riservato a chi ama immagini pure e pulitissime, immagini che solo un rifrattore può dare.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 19, 2011 05:57 PM          Msg. 14 of 31
Facciamo noiosamente notare che la politica di NortheK nel produrre sempre strumenti dedicati dalla fascia "amateur level" sia parte integrante di un rigore tecnico e commerciale che non può separarsi dalla correttezza commerciale.

Non è corretto affermare che esistono strumenti universali, da certi prezzi a salire, in quanto non sono universali ma sono compromessi in tutto. In questo l'amatore deve essere molto attento, i propri soldi vanno spesi bene e con attenzione, o di universale si becca la fregatura.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Andrea Maniero
Posts: 914
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 19, 2011 07:35 PM          Msg. 15 of 31
Su questo tubo ho visto "sbavare " parecchi astrofili , qualcuno voleva pure che Max
glielo incartasse per portarselo a casa !! LOL !!!!

marios
Posts: 184
Joined: Sep 25, 2008

NortheK Accademia


Posted: Nov 19, 2011 08:00 PM          Msg. 16 of 31
Quote: Su questo tubo ho visto "sbavare " parecchi astrofili , qualcuno voleva pure che Max
glielo incartasse per portarselo a casa !! LOL !!!!
--- Original message by Andrea Maniero on Nov 19, 2011 07:35 PM
ECCOMI!!!!!!!!!

« Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…
E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…
E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…
Come… lacrime… nella pioggia…
...È tempo… di morire… »

0
Mariossss

Il Saggio coltiva Linux, tanto Windows si pianta da solo.


"E' inutile discutere con un cretino, prima ti abbassi al suo livello, poi lui ti batte in esperienza!"[Bl

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 30, 2011 09:42 PM          Msg. 17 of 31
Eccoci quasi alla fine. Il paraluce in alluminio sta per finire in discarica ed essere sostituito dal nuovissimo paraluce in carbonio che toglie un bel po' di peso al telescopio. A gennaio questo bellissimo telescopio sarà validato e daremo anche un prezzo definitivo, chiarendo fin da ora che gli ordini vanno in lista di attesa. E' un prodotto di elevato pregio che curiamo in ogni dettaglio e l'esecuzione medesima richiede molto tempo per essere portata a termine.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 6, 2012 09:01 PM          Msg. 18 of 31
Questo strumento, che offre prestazioni di altissimo livello pur essendo un acromatico, non è stato fino ad oggi presentato in modo ufficiale, nonostante un numero elevato di richieste.

Il motivo è che dobbiamo purtroppo constatare che il prezzo di vendita al pubblico è sensibilmente elevato rispetto al nostro target prefissato. La meccanica è molto costosa così realizzata e stiamo prendendo in considerazione un nuovo progetto che non va ad intaccarne le prestazioni, ma ne abbassa sensibilmente il costo attraverso processi diversi di lavorazione.

Intanto anche sul fronte della produzione dei doppietti abbiamo impostato un sistema più standardizzato, lasciando alle mani di Maurizio la finitura con la superlucidatura. Questo per poterci permettere l'uso di vetri di altissima qualità (che costano come un doppietto concorrente fatto e montato), che ne esaltano le performances.

Su questo telescopio, apriamo i pre-order per impostare la lista d'attesa. Chi interessato ci contatti per tutti i dettagli, compresti tutti quelli che ci hanno fatto le precedenti richieste.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 15, 2012 09:29 PM          Msg. 19 of 31
Si sta lavorando anche, ma per ora solo a livello di studio, ad un APO da 158 mm f 12, che dovrebbe incorporare anche alcune soluzioni dell'acro 8,7. La conseguenza diretta è un abbassamento dei costi generale e un completamento di gamma con un prodotto di nicchia ma molto richiesto sul mercato non italiano.

Vedremo il progetto e i costi finali prima di deciderne una produzione in piccola serie.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 2, 2013 11:17 AM          Msg. 20 of 31
Abbiamo consegnato il DP 155 al nostro cliente, il quale sta eseguendo tutti i test del caso e che ci invierà un report più dettagliato sulle prestazioni di questo telescopio.

Quello che vedete è il prototipo nr. 1 che rispetto alla produzione in serie è sensibilmente diverso (dobbiamo ridurre un pochino i costi di produzione riducendo il nr dei componenti, senza intaccarne le prestazioni), ma che sta già dando buone soddisfazioni al cliente.



(Cortesia Mario Roccati)

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)
 
Page 1 of 2 Go to page: · [1] · 2 · Next

 

Time: Fri September 20, 2019 5:40 PM CFBB v1.4.0 78 ms.
© AderSoftware 2002-2007