Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Raccolte di spunti utili per discutere »SPUNTI DI DISCUSSIONE »Perchè i giapponesi amano i raccordi....
Author Topic: Perchè i giapponesi amano i raccordi.... (6 messages, Page 1 of 1)

zandor
--
Posts: 85
Joined: Sep 25, 2008

0


Posted: Oct 30, 2009 11:38 AM          Msg. 1 of 6
Ho scoperto ultimamente sulla mia pelle ed in particolare su due strumenti che possiedo molto simili..(borg60 ed e taka fs 60) che per far soldi si deve progettare un strumento in modo che sia il piu' vincolato possibile all' acquisto di accessori, i due strumenti sopra citati ne sono l'esempio lampante....insomma non penso che il motivo principale siano le performer ma bensi' far cassa.

0

skymap
Posts: 155
Joined: Oct 11, 2009


Posted: Oct 30, 2009 11:56 AM          Msg. 2 of 6
Non potrebbe essere che preferiscano tutta raccorderia proprietaria per dare una qualità migliore dal punto di vista precisione ? oltre agli indubbi vantaggi in termini di ricavi.

Avevo letto che i f.lli Margaro usano parecchi raccordi fatti su misura perchè non erano soddisfatti della precisione dei prodotti reperibili sul mercato, discorsi un pò complessi che richiedono una certa conoscenza della meccanica di precisione. Io sono ignorante in materia, come leggo riferisco...




Cerchiamo di vivere in modo tale che quando moriremo perfino il becchino sia triste.
Mark Twain

Edited by skymap on Oct 30, 2009 at 11:57 AM

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 30, 2009 01:15 PM          Msg. 3 of 6
Questi due post sono le due facce della stessa medaglia.
In effetti:
a) un costruttore di qualità si fa sempre la raccorderia dedicata, qusto per evitare che raccordi costruiti tanto al chilo, finiscano poi in strumenti che non performano perchè il raccordo si piega o si storta; per obbligare il cliente a stare in un certo standard qualitativo, fanno anche passi e diametri strampalati, praticamente non riproducibili in grandi numeri. Va da se che questo è anche il metodo migliore per far soldi.
b) vero quello che dice sky, ed è la dimostrazione che molta raccorderia sul mercato vale il prezzo del rottame. E' anche vero che chi ha una buona esperienza di meccanica e l'accesso a macchine utensili anche vecchie, si puo' fare i raccordi partendo da tolleranze molto precise e che perfettamente si sposano con il pezzo precedente o successivo a cui il raccordo va attaccato.

Noi pensiamo che tra i programmi NortheK a breve vi è la realizzazione di una raccorderia di precisione dedicata ai telescopi, quali standar utilizzare non è ancora deciso, ma non useremo questo metodo per far cassa.
Maxproject


0
Edited by maxproject on Oct 30, 2009 at 06:42 PM

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 30, 2009 03:05 PM          Msg. 4 of 6
Sono le due facce della stessa medaglia e va poi anche considerato che ci sono costruttori che propongono raccordi "visuali", etichettati come tali, molto veloci e leggerissimi (anche su fuocheggiatori traballanti) ma dai quali non ci si puo' aspettare precisione ne' solidita' (esempi? Borg, Televue....) Se poi a volte gli utenti li usano in maniera scorretta, acquistando quelli - con l'intenzione di risparmiare, beh non e' colpa del costruttore.
Se e' vero che certi costruttori di qualita' fanno i raccordi in grandi numeri e naturalmente guadagnano sulle economie di scala, e' anche vero che se uno tornisce il raccordo uguale (uno solo) con tutti i filetti e quant'altro, in materiale che non sia alu da finestre, e con precisioni che non vadano a inficiare le prestazioni del pregiato telescopio, alla fine viene a costare quanto quello del costruttore che si trova in vendita. Fate i conti....

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 30, 2009 08:51 PM          Msg. 5 of 6
Ci domandiamo perchè gli astrofili sottovalutano questo aspetto, tormentandosi poi in ore e ore perse all'osservazione per far funzionare tutti gli accrocchi piazzati alla bella meglio.
Anche i raccordi, come la messa a fuoco, sono anelli fondamentali nel funzionamento del proprio telescopio. Ci serve una messa a fuoco perfettamente in asse per poi stortarci con una prolunga?
Bisogna meditare bene su questi argomenti e non è detto, che un prezzo alto corrisponda ad una qualità elevata........
Maxproject

0

wide
Posts: 34
Joined: Oct 15, 2009


Posted: Oct 31, 2009 05:51 PM          Msg. 6 of 6
non hai mai provato i pentax
 

 

Time: Sun April 21, 2019 10:43 AM CFBB v1.4.0 110 ms.
© AderSoftware 2002-2007