Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tecnologia e tecnica astronomica »TECNICA E TECNOLOGIA ASTRONOMICA »idea anomala.....
Author Topic: idea anomala..... (20 messages, Page 1 of 1)

wide
Posts: 34
Joined: Oct 15, 2009


Posted: Oct 26, 2009 06:28 PM          Msg. 1 of 20
Che da molto tempo mi gira per la testa, venutami pensando alla rottura di scatole dello smontare e rimontare chili di pezzi per portare a spasso il mio dob 16 ogni volta.....
datemi pure del pazzo ma io mi sono immaginato uno strumento del genere esclusivamente per uso VISUALE:
schema simil cassegrain/ricthey-cretien o alternativi in ogni caso senza lastra
struttura a traliccio con materiali da decidere in progetto
diametro per le mie esigenze 35, max 40cm oltre non so oltre come ne esca
comoda maniglia superiore per il trasporto
campo in piena luce giusto per garantire la copertura a oculari grandagolari tipo tv
rapporto da f/6 a f/8 oltre non ne vale la pena contro un dob di analogo diametro
vediamo adesso i pro e contro a parer mio
pregi: lo prendi e lo butti in macchina tutto intero, acclimatazione molto veloce grazie alla compattezza e al traliccio, in caso lo si può mettere in frigo sempre intero prima di andare in notturna
difetti: peso, ma scusate un dob 16 cosa pesa?, ostruzione probabilmente elevata ma qui c'è poco credo da fare, fuoco posteriore e quindi alo zetith è un pò scomodo qui però un dob 16 per poco non richiede una scala quindi.... costo, probabilemte sarà elevato in assoluto ma anche un dob top level costa i suoi 5 6000 euro.....
un momento.. e il supporto? bè io lo metterei senza problemi su una base di dob realizzata ad hoc per il tele, certo ben sollevata da terra mediante un grosso treppiede o qualcosa di artigianale anche in legnaccio e con luce sufficente per il puntamento zenitale......
insomma anche se sarò coperto di insulti :) io continuo a sognarmi il mio r/c dobson da portarmi spasso senza passare per l'odiattissima fare del trasloco di un daob dalla camera di casa a un cielo montano

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 26, 2009 08:33 PM          Msg. 2 of 20
Niente insulti, e il fuoco posteriore e' molto comodo..... senza contare che se si vuole, si manda il fuoco anche lateralmente. L'unico difetto vero credo sia il costo. I pesi si possono contenere. Per il supporto una forcella altaz su solida base.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 26, 2009 08:40 PM          Msg. 3 of 20
Ciao wide,
la tua idea è quella che cerca di coniugare esigenze mobili con prestazioni.
Noi in NortheK pensiamo al Telescopio Altazimutale di Grande Diametro (TAG), che non è assolutamente economico, è di dimensioni notevoli, e di peso sostenuto (deve performare al massimo dei propri parametri ottici), uno strumento quindi di un certo impegno.

Abbiamo valuto più opzioni, considerando: costi - prestazioni - facilità costruttiva.

Alla fine siamo arrivata al newton folded, tra tutti gli schemi è quello che costa meno, è più facile da collimare, permette anche determinati impieghi fotografici, ha un tubo corto, una costruzione meccanica "relativamente" facile.

Come ordine di grandezza possiamo valutare una ostruzione intorno al 30%. Pienamente soddisfacente per qualsiasi impiego. Il rapporto focale è f6.

Detto questo, pensiamo anche alle tue parole.A febbraio metteremo in funzione il prototipo del TAG in versione 250 mm. dove sperimenteremo le tecnologie necessarie e le complicazioni che sicuramente si presenteranno. Da questo prototipo potrebbe tranquillamente scaturire un modello molto più economico da 350-400 mm. realizzato in forma più economica per i puri visualisti girovaghi. Gli altri schemi ottici costano troppo e non consentono poi anche una gestione degli allineamenti con una certa facilità.

Appena pronto il 250 mm. se lo vuoi provare sarà a tua disposizione, sicuramente i suggerimenti e i consigli di un utilizzatore finale saranno sicuramente importanti.
Ciao
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 26, 2009 11:16 PM          Msg. 4 of 20
Un 400 mm. sarebbe lungo 1 mt circa o poco piu, ostruito al 30%, e nella versione da campo alleggerita spostabile da una persona senza problemi. il tubo sarebbe truss monolitico per mantenere gli assi, cpl. 20 mm. e probabilmente goto per il puntamento.......cosi grossolanente parlando......tieni presente che il vetro pesa 9 kg.
Molto carbonio per non farlo pesare.......
Ciao
maxproject

0

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 26, 2009 11:45 PM          Msg. 5 of 20
Ci teniamo a ricordare che tutti gli strumenti ad oggi proposti sono fotovisuali - salvo il DP100 che e' uno strumento visuale - e oltre ad essere eccellenti con un sensore, danno soddisfazione anche ai nostri occhioni. Certamente il costo e', ce ne rendiamo pienamente conto, poco popolare, ma non abbiamo voluto proporre come spina dorsale della nostra offerta degli astrografi specializzati. Nei nostri Cassegrain, DK, RC, da 250 e da 400, si puo' guardare dentro con soddisfazione.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

wide
Posts: 34
Joined: Oct 15, 2009


Posted: Oct 27, 2009 11:56 AM          Msg. 6 of 20
fantastico, meraviglioso non ci credo! quindi ho sognato per qualcosa e chissà mai la cosa diventi una realtà concreta realtà.... sarò ben felice di porvi un'occhio in tal strumento e son convinto che un diametro di quelli indicati sarebbe una manna dal cielo per molta gente che non ha nessuna intenzione di sradicare i sedili posteriori della propria auto in modo perenne (l'ho visto fare, che tristezza...) per caricare i loro bisonti da 20" o più....

enrico
Posts: 178
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Oct 28, 2009 09:20 PM          Msg. 7 of 20
Io non potro' mai permettermi questo TAG pero' sono sicuro che quando potro' guardarci dentro mi roderò il fegato. Ma non ho capito se sarà trasportabile in qualche maniera o solo da postazione fissa, ammesso che uno o più astrofili abbiano i soldi per comperarlo c'è qualche modo per trasportarlo?
Enrico

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 28, 2009 09:26 PM          Msg. 8 of 20
Ciao Enrico il TAG sara' trasportabile, intendo dire con una normale auto, non col furgone o camion... Ci saranno poi altre interessanti proposte di grandi diametri per postazione fissa o semifissa.
NortheK non fa strumenti per nababbi, o quantomeno nessun nababbo ci ha ancora cercato per una commessa; NortheK fa strumenti di qualita'. Vai a fare il conto di quanti soldi si spendono in strumenti che non funzionano e accessori che si spera forse li faranno funzionare e poi tutto quanto lo vediamo nei vari mercatini e il giro ricomincia. Gli strumenti NortheK sono fatti per essere comprati e usati, sono fatti per essere cambiati solamente nel caso in cui le proprie esigenze cambino in maniera irreversibile, esiste peraltro un patto di riacquisto che garantisce la possibilita' di dare indietro, in qualsiasi momento, il proprio strumento ad un prezzo minimo garantito. Naturalmente non possiamo finanziare il credito perche non siamo una finanziaria ma possiamo proporre ai nostri migliori clienti delle forme di pagamento ratealizzato senza costi aggiuntivi.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

enrico
Posts: 178
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Oct 28, 2009 09:30 PM          Msg. 9 of 20
Ho capito, ho letto del prototipo da 250 mm che servirà per capire alcune cose e che verrà dato ad un fortunato astrofilo, pensi che poi faranno il 400 mm. per chi può spendere meno?
Enrico

p.s. ma il 250 potro' poi provarlo anche io?

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 28, 2009 09:34 PM          Msg. 10 of 20
Certo che potrai provare il 250mm cosi come potranno provarlo gli altri amici eventualmente interessati. Riguardo al 400mm, se ci sara' interesse per questo diametro, certamente lo prenderemo in considerazione.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 28, 2009 11:23 PM          Msg. 11 of 20
Il 250 mm. che non è un telescopio vendibile ma solo un sistema di progettazione e implementazione, sarà poi sempre a disposzione gratuita dei clienti, come telescopio di prova o telescopio sostitutivo gratuito.
Maxproject

0

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 29, 2009 12:09 AM          Msg. 12 of 20
Il 250mm, come tutti gli altri TAG e come tutte le novita' che prossimamente vi proporremo, sara' un telescopio con un'elettronica sofisticata. Si potra' naturalmente farlo correre manualmente per il cielo! Ma volendo si potra' anche usare l'elettronica per osservare il programma della serata che ci siamo pianificati, o per cercare oggetti elusivi, o magari per andare a dormire mentre lo strumento fa il proprio lavoro. La nostra tecnologia semplifica la vita e non la complica. La nostra tecnologia e' pensata perche i telescopi moderni - dalle prestazioni impensabili per un amatore pochi decenni fa - non siano pezzi da salotto o da ripostiglio di cui il coniuge ci dice che "ingombrano", e' pensata perche' l'amatore sia incentivato a usarli tutte le notti di cielo sereno. La nostra tecnologia e' pensata per dare a tanti amatori la soddisfazione di firmare un articolo scientifico, di scoprire una supernova, un asteroide, affinare i parametri di una cometa, acquisire curve di luce, spettri, macinare liste intere di doppie.... in maniera semplice e immediata. E naturalmente, per usare il telescopio in maniera tradizionale tutte le volte che lo desidera.
Il TAG (cosi' come il DP100) e' pensato principalmente per uso visuale e non e' adatto alle riprese "estetiche" deepsky. Questo non significa che a NortheK vogliamo fare un "secchio di luce" nel senso deteriore del termine. Ormai dovreste conoscerci un pochino....

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 29, 2009 09:05 PM          Msg. 13 of 20
Esattamente come dice Daniela, questa nuova serie di strumenti, rappresentano l'evoluzione dei classici altazimutali o simili o dobson in legno. E' un salto generazionale importante che relegherà molte produzioni nei telescopi da collezione.
Maxproject

0

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Oct 29, 2009 09:08 PM          Msg. 14 of 20
I TAG staranno ai vecchi dobson come i VAX ai buoi d'aratro.... (questa e' per Fede)

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 30, 2009 08:45 PM          Msg. 15 of 20
Il senso dei nuovi telescopi TAG di diametro via via crescente, in parte trasportabili, in parte destinati a stazionamento fisso, è proprio nelle parole di Daniela.
A parte i diametri piccoli (fino a 400 mm.) destinati all'astrofilo itinerante e quindi con applicazioni prevalentemente visuali, c'è poi la linea dei giganti (550-650-750) che non possiamo definire, per i costi e per le masse, proprio trasportabili (anche se non è impossibile spostarsi con questi telescopi, ma è una operazione da pianificare con cura e magari in 3 o 4 astrofili). Vogliamo fornire strumenti che possono, piazzati nel modo giusto, macinare informazioni e raccolte dati, non le sole immagini, ma misurazioni e applicazioni già ad un livello semi professionale.
In quest'ottica va visto lo spirito dei telescopi TAG di diametro superiore.
Maxproject

0

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Nov 13, 2009 01:46 PM          Msg. 16 of 20
Vi sono oggi molti astronomi amatoriali che desiderano un grande diametro e che in teoria potrebbero permetterselo (come costo e come logistica) e che, tuttavia, rinunciano. Le ragioni sono tante e l'offerta non e' poi cosi' ampia. Inoltre salvo un paio di proposte di strumenti semiprofessionali grandi - a vocazione astrografica, anche se naturalmente sono adatti anche a un eventuale uitilizzo visuale - e naturalmente a costi e prezzi di conseguenza, tutto il resto del mercato propone quasi esclusivamente lo schema newton/dobson. Riteniamo che un grande dobson non sia la risposta migliore all'amatore che desidera un grande diametro. Un 60cm, quindi un piccolo telescopio grande, se mi consentite il gioco di parole, anche se ha rapporto focale aperto (e sappiamo bene che e' difficile e costoso fare specchi non sferici a rapporto focale aperto), e' comunque scomodo da manovrare, ci costringe a osservare su una scala, ci costringe a spostare la scala se cambiamo area del cielo, tutto questo naturalmente a -10C (per i mammiferi a sangue caldo come la sottoscritta, che sotto quella temperatura se ne sta a casa dopo aver alzato il termostato: ma molti appassionati osservano abitualmente a temperature ben piu' rigide.) Aggiungo anche una nota personale se mi e' permesso, un fisico delle alte energie che lavorava a desy e si occupava di rivelatori, nato nel 1972, a un certo punto ha iniziato a collaborare con gli astrofisici ed ha messo su i rivelatori di non so che telescopio alle canarie.... rivelatori cherenkov, quindi per studiare dalla terra emissioni X o gamma, presumo. Purtroppo, pur essendo giovane e ragionevolmente atletico e in buona salute, pur lavorando per i professionisti quindi con tutte le norme di sicurezza di legge, ha avuto un incidente mortale a 36 anni, cadendo mentre lavorava a una camera a uno dei fuochi che si trova a 8m di altezza. Potete googlarlo, Florian Goebbel. Cari amici, Florian e' stato sfortunato, era da solo a lavorare al buio e di notte e nessuno sa esattamente cosa sia successo - potrebbe aver avuto un malore - ma un malore puo' capitare a chiunque, soprattutto quando si e' stanchi e si ha freddo, e magari non si hanno piu' 36 anni. E' inoltre tutto da dimostrare che le cadute da 2-3m di altezza siano di pericolosita' bassa, purtroppo anzi i dati traumatologici descrivono gravi conseguenze per cadute (di imbianchini, casalinghe, eccetera: purtroppo si tratta di una base epidemiologica vasta) da 1.5m di altezza o anche meno, cioe' le altezze relative ai dobson amatoriali di medio diametro (20"-25"). Se un cittadino assumesse un lavoratore che per lavoro guardasse di notte al freddo dentro l'oculare del dobson abbarbicato alla scaletta, e se l'asl se ne accorge, quel disgraziato verrebbe (giustamente) fatto allo spiedo. Se i lavoratori vengono tutelati (purtroppo mai abbastanza) pensiamoci due volte prima di andare noi a fare le stesse identiche operazioni perche' lo facciamo gratis e per hobby quindi non avremo controlli e grane. NortheK non proporra' schemi ottici di questo tipo di cui esiste in ogni caso un'ampia offerta commerciale per chi desidera andare in quella direzione: non ci sentiamo a nostro agio a commercializzare un giocattolo potenzialmente pericoloso, al di la' di eventuali responsabilita' da cui ovviamente ci si puo' proteggere, non riteniamo etico proporre un giocattolo potenzialmente pericoloso quando se ne puo' proporre uno sicuro, molto piu' comodo, e che ha potenzialita' scientifiche assai maggiori dell'alternativa.
....continua....

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

vesna71
Posts: 24
Joined: Dec 5, 2012

Qui observat nocte caelum


Posted: Feb 12, 2013 08:28 PM          Msg. 17 of 20
Essendo appassionato visualista itinerante, da neo iscritto a questo forum rispolvero questo thread riguardante il TAG; volevo chiedere se ci sono stati sviluppi o vi siete fermati al “prototipo” da 250mm, naturalmente mi riferisco a diametri inferiori al mezzo metro ideali ancora per essere trasportati in comuni automobili.

Massimo

http://massimovesnaver.altervista.org/index.html

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 13, 2013 06:27 PM          Msg. 18 of 20
Questo progetto si è via via evoluto in soluzioni da stazionamento fisso. L'alto costo del set ottico ha infatti sconsigliato al momento di cercare soluzioni trasportabili. Abbiamo eseguito alcuni test e diverse prove, al momento non siamo ancora in grado di garantire un sistema a tre specchi trasportabile che mantiene le performances secondo i nostri intendimenti, difatti i pesi aumentano parecchio e il tutto diventa molto difficile da spostare.

Ci sono ancora delle opzioni che non abbiamo esplorato con attenzione, vedremo se saranno risolutive del problema.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 16, 2013 03:51 PM          Msg. 19 of 20
Qualche facilone sta cercando di far passare l'idea che oramai l'alta risoluzione stia diventando dominio dei dobson (imaging).
Ci sono in rete belle immagini riprese con questi strumenti, ma - come sempre - si tace sulla quantità di lavoro necessario per produrre UN risultato buono. Allora bisogna avere le idee chiare:
se si vuole percorrere la striscia di ghiaccio che cerca di dimostrare che prima viene il diametro poi tutto il resto, è anche giusto farlo, non dimenticando che questo costerà una enorme fatica e un numero di risultati buoni molto bassi.
Il nostro TAG è appunto un altazimutale (diciamo dobson?), motorizzato ed ottimizzato come un telescopio professionale. Li sarà dunque il caso di spremere il diametro e la potenza dello strumento non solo in imaging ma anche in fotometria ecc., ovviamente in remoto.
La rincorsa al più grande porterà a più di un astrofilo costosi dispiaceri, che non saranno ammessi, ma che saranno difficili da digerire.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Feb 18, 2013 10:57 PM          Msg. 20 of 20
Perchè non conviene allora utilizzare un dobson motorizzato con i vari sistemi esistenti sul mercato?

Una parte della risposta viene data da Vesna71 (nel thread degli assi ottici) nel suo post, un'altra è che i sistemi di motorizzazione per dobson non sono adeguatamente precisi per una qualsiasi forma di imaging che sia "produttivo" (cioè una notte di riprese che strumentalmente sono a posto, e non un filmato su 50).

Un'altra obiezione facilmente sollevabile è che il dobson nasce trasportabile e - per tale ragione - pieno di compromessi.

La parola "compromessi" sta a significare: scarsa funzionalità per portarlo al massimo delle sue performances, e quindi - ANCHE E SOPRATTUTTO - la produttività, sono scarse.

Ecco la base del TAG, altrimenti facevamo un dobson col motore.

Maxproject



Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)


Edited by maxproject on Feb 18, 2013 at 10:58 PM
 

 

Time: Mon August 26, 2019 2:07 AM CFBB v1.4.0 47 ms.
© AderSoftware 2002-2007