Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Tecnologia e tecnica astronomica »TECNICA E TECNOLOGIA ASTRONOMICA »Dovetail.
Author Topic: Dovetail. (8 messages, Page 1 of 1)

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Oct 16, 2009 10:10 PM          Msg. 1 of 8
Le barre che tutti usiamo per collegare il nostro OTA hanno diversi formati (standard) e possono essere costruite in diversi modi.

E' importante precisare che questo accessorio/complemento al telescopio, non deve essere sottovalutato. Anche in quel punto si nascondono flessioni strane e disallineamenti che portano a deformazioni al bordo del campo fotografico (rotazione di campo). Misurando si scopre che poi si è scomposti di pochissimo........

E' fondamentale capire bene il proprio tubo ottico e in funzione di:
A) lunghezza fisica del medesimo (leva);
D) diametro esterno;
C) distribuzione delle masse;
E) destinazione d'uso;
scegliere il tipo di piastra di collegamento più adeguato, eventualmente anche fuori standard.

Cosi' - se possiamo affermare con tutta serenità - che in un DP 100 con una leva molto lunga ma un peso irrisorio (sotto i 6 kg), una normale barra da 390 mm. alleggerita tipo Vixen/Eq6 è più che sufficiente e performante per sfruttare il tubo ottico, altrettanto non possiamo dire sulla medesima barra ma montata su strumenti più pesanti (significativamente oltre gli 8 kg. anche a leva corta).

La serie a riflessione da 250 mm. monta barre in Halo 25 da 15 mm. di spessore e lunghe 350 mm. perfettamente proporzionate a tubi fino a 1 mt. di lunghezza e con peso inferiore ai 20 kg.. E' comunque necessario approfondire l'argomento, perchè anche questo aspetto puo' essere migliorato con pochissima spesa in molti casi.......

continua....

Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 10, 2009 10:41 PM          Msg. 2 of 8
Con il tema relativo allo sviluppo della serie 350 mm. si pone anche la questione di una dovetail adeguatamente progettata.
E' in questa parte meccanica che si scaricano molte forze che poi......compromettono il buon funzionamento del telescopio.
Resta fondamentale capire se lo strumento va in stazionamento fisso o mobile. Noi pensiamo che la dovetail va progettata IN FUNZIONE di questa esigenza.
Per uno strumento fisso potremo optare per realizzazioni particolaremente robuste e controllate nella forma per il mantenimento delle geometrie, sia nella esecuzione meccanica (strutture alveolate o nervate) che contengono un po' il peso ma eliminano deformate strutturali.
Se osservate i telescopi dei migliori telescopi anche amatoriali, l'attenzione posta a questo accessorio è molto accurata.
Su questo problema bisogna pensarci bene, perchè un conto è un 250 mm. che con i suoi 15-20 kg. di peso può tollerare le classiche losmandy, un conto è un 350 mm. magari da 30 kg. che non deve in alcun modo subire deformazioni sul proprio asse a causa della meccanica e degli accessori pesanti che vi vengono collegati.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 10, 2009 10:41 PM          Msg. 3 of 8
Con il tema relativo allo sviluppo della serie 350 mm. si pone anche la questione di una dovetail adeguatamente progettata.
E' in questa parte meccanica che si scaricano molte forze che poi......compromettono il buon funzionamento del telescopio.
Resta fondamentale capire se lo strumento va in stazionamento fisso o mobile. Noi pensiamo che la dovetail va progettata IN FUNZIONE di questa esigenza.
Per uno strumento fisso potremo optare per realizzazioni particolaremente robuste e controllate nella forma per il mantenimento delle geometrie, sia nella esecuzione meccanica (strutture alveolate o nervate) che contengono un po' il peso ma eliminano deformate strutturali.
Se osservate i telescopi dei migliori telescopi anche amatoriali, l'attenzione posta a questo accessorio è molto accurata.
Su questo problema bisogna pensarci bene, perchè un conto è un 250 mm. che con i suoi 15-20 kg. di peso può tollerare le classiche losmandy, un conto è un 350 mm. magari da 30 kg. che non deve in alcun modo subire deformazioni sul proprio asse a causa della meccanica e degli accessori pesanti che vi vengono collegati.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 13, 2009 09:08 PM          Msg. 4 of 8
Questo componente puo' essere costruito in molti modi, certamente ha anch'esso un costo elevato nel momento in cui deve performare in strumenti piuttosto pesanti. Che sia in metallo nervato e lavorato con fresature ad alta precisione (planarità assoluta), oppure in un sistema misto carbonio/metallo, è sicuramente uno dei punti deboli del tubo ottico.
Dal progetto di questo componente dipende il funzionamento di tutto il tubo ottico.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jan 4, 2010 12:48 AM          Msg. 5 of 8
Pero' vediamo che spuntano nuovi costruttori italiani che si sono messi a produrre dovetail fantasiose, molto stilizzate, con l'aggiunta di alcuni misuratori a bolla.
A parte lo stile simile più alle patacche che si vendono agli appassionati di moto (ci manca solo il marchietto in carbonio), queste realizzazioni le abbiamo elaborate simulando i carichi e le relative deformazioni. Costa molto meno una barra tradizionale piena senza tante storie e che performa anche meglio.

Stiamo parlando di ben altre strutture, di cui ci risulta un solo costruttore al mondo che ha capito il punto del problema e che lo ha risolto.

Maxproject


0
Edited by maxproject on Jan 4, 2010 at 12:53 AM

enrico
Posts: 178
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Jan 5, 2010 03:28 PM          Msg. 6 of 8
aaaaaaaaa si le ho viste anche io, c'è addirittura un marchio nuovo che ha copiato un po il sito Northek............sembra roba da negozio accessori auto (sai quelli che comperano il tappo del serbatorio con sopra disegnato il fulmine, le cinture con la foderina rossa "sparco", i tappettini bordati di rosso, la vetrofonia dell'impianto stereo, il roll barr in acciaio ultraresistente......magari su una Peugeot 206 da 800 cavalli e 1 somaro). Boh proprio vero che la gente spende i propri soldi come crede, salvo poi continuare a lamentarsi.
Ciao
Enrico

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jan 5, 2010 09:21 PM          Msg. 7 of 8
Enrico, a parte quello che dici, noi vorremmo tornare sul centro del nostro ragionamento, e il tuo pensiero comunque ci porta ad ulteriori considerazioni.
cos'è un telescopio? o è un giocattolo o è uno strumento tecnico, noi la pensiamo cosi'. Non è ne fashion ne moda ne collezionismo, questi sono altri oggetti che non hanno nulla a che vedere con uno strumento fatto e costruito per performare tecnicamente e otticamente, magari al prezzo di sacrifici estetici.
Con questa impostazione progettuale e industriale, i prodotti NortheK non si abbandonano alle frivolezze, alle mode, alle livree sgargianti multicolore, ai marchietti super stilizzati appiccicati un po' ovunque. Il massimo che ci concediamo è qualche anodizzazione di colore diverso, giusto per dare un minimo di piacevolezza al telescopio. I nostri prodotti sono prima di tutto un pezzo di meccanica fatto e pensato per funzionare in modo adeguato ai compiti cui è richiesto.
Hanno senso le livelle a bolla nelle dovetail? Ovviamente no, se la meccanica sotto e sopra è costruita bene la livella a bolla serve a niente, in quanto il parallelismo degli assi lo si controlla poi con valori di pochi centesimi di millimetro e nessuna bolla da 2 euro da queste precisioni.
Il mercato sarà presto invaso anche da queste mode e frivolezze, e molti correranno a comperare in modo da poter mostrare agli amici.........il proprio telescopio fashion.
Maxproject

0

maxproject
Posts: 3279
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Mar 27, 2010 11:51 PM          Msg. 8 of 8
Il mercato è sempre più invaso da accessoristica semplice che ha come linea guida nel progetto il valore estetico. NortheK si vuole distanziare bene da queste posizioni. Un nostro accessorio è e sarà progettato e costruito per funzionare e performare in un certo modo, non sarà e non è un feticcio espositivo da mostrare con orgoglio agli star party.
In questo senso si stanno ragionando le dovetail professionali per la serie 350. Si tratta di costruire dei sistemi altamente resistenti a deformazioni geometriche, ma di peso quanto più contenuto possibile. Siamo stati dibattuto per un certo periodo, pensando di realizzarle in fibra composita, ma poi abbiamo dedotto - calcoli alla mano - che avremmo risparmiato un po' di peso ma triplicato i costi.
Visto che il delta peso è di 2 kg circa, pensiamo che i nostri clienti siano ancora in grado di alzare i due chili in più spendendo un terzo .......
Maxproject

0
 

 

Time: Tue June 18, 2019 3:08 PM CFBB v1.4.0 234 ms.
© AderSoftware 2002-2007