Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Raccolte di spunti utili per discutere »SPUNTI DI DISCUSSIONE »Forum ed effetti collaterali.
Author Topic: Forum ed effetti collaterali. (498 messages, Page 7 of 25)

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: May 30, 2011 05:16 PM          Msg. 121 of 498
Se le persone si limitassero a fare affermazioni difendibili, avrebbero il massimo rispetto da parte nostra, anche qualora il nostro approccio sia divergente (esempio: mai ci siamo permessi di deridere strumentazione budget, qualora sia venduta come tale e sia venduta a un prezzo ragionevole). Se le persone fanno affermazioni non difendibili, spiacenti, ma se le debbono rimangiare.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: May 30, 2011 06:56 PM          Msg. 122 of 498
Salve a tutti, mi chiamo Salvatore Lo Vecchio e scrivo dalla provincia di Catania.
Personalmente non amo scrivere sui forum, anzi lo faccio molto raramente.
Sono appassionato di astronomia da una vita e possiedo molti strumenti, tutti
accumulati nel corso degli anni, poi, diversi anni addietro insieme ad un mio amico
abbiamo fatto un salto notevole.
Tutta questa discussione mi ha molto divertito, ovviamente mi riferisco a quella dell'altro
forum, penso di poter dire la mia a tal proposito.
Sono abituato ad utilizzare strumenti come l'FRC 300 ed Fs 152, ma per pura e semplice
curiosità ho comprato diversi strumenti cinesi, e quello che molti non capiscono è
che non funzionano e non possono funzionare, ovviamente ci sono anche altri strumenti
di marche note che fanno pena, personalmente dispongo di due strumenti identici,
uno dei due costruito 25 anni addietro, il paragone con il nuovo modello non esiste,
una volta non si badava ai costi, ma alla qualità.
Il mio consiglio è quello di proseguire per la vostra strada che mi sembra buona.
Riguardo alle regalie, diciamo che è normale, anzi, ho un mio caro amico
che riceve, diciamo, molte facilitazioni negli acquisti, anche oltre oceano,
basta semplicemente dire con quale strumenti sono state fatte le foto,
salvo poi venire a casa mia, dove per hobby dispongo di un tornio ed una fresa cnc,
a fare delle modifiche, l'ultima riguardava un imponente RC che non teneva la collimazione,
tutto era affidato a delle semplici molle, eppure dall'aspetto sembrava ben fatto,
ma l'aspetto inganna.
Adesso devo scappare, avremo modo di conoscerci meglio.

Saluti

Salvatore Lo Vecchio

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 30, 2011 08:56 PM          Msg. 123 of 498
Caro Salvatore,
grazie per la Sua testimonianza di prima mano e di notevole importanza. Prima di tutto complimenti per la strumentazione di cui dispone, certamente al top di gamma e di prestazioni molto buone.
Quanto va ad affermare è semplicemente la conferma di quello che noi scriviamo e diciamo da anni. Certamente è un messaggio che viene digerito con grande fatica dagli amatori, soprattutto i meno esperti, vuoi per ragioni economiche vuoi proprio per l'assenza di conoscenze di base che sono fondamentali.
Noi - ad esempio - prima di avventurarci in certi schemi ottici e configurazioni ci andiamo con i piedi di piombo zavorrati da due sacchi di cemento. Non si può scherzare mettendo spot di prestazioni mirabilanti e poi collimare con tre molle. Arriveremo a presentare questi schemi ma con concetti meccanici che molti - non cinesi - non riescono nemmeno ad immaginare.
Sappiamo dell'astrofilo Suo amico di cui parla, e abbiamo anche visto bene da vicino il telescopio che usa.............. che dire in questo forum ne abbiamo pure parlato.
Come giustamente dice il marketing multicolor inganna molti che in buona fede credono a tutto ciò che gli viene proposto, salvo poi pentirsene amaramente.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: May 30, 2011 09:29 PM          Msg. 124 of 498
Caro Max, penso sei il caso di darci del tu se vuoi,
sai cosa detesto ancora di più ?
La miriade di autocostruttori improvvisiti che propinano di tutto,
credimi quando ti dico che ho visto cose allucinanti, anche io sono
un autocostruttore, ma non mi sognerei mai di vendere qualcosa
che ho costruito, non nascondo che in un primo momento qualcosa
ho ceduto, ma poi ho lasciato perdere subito.
Con l'esperienza mi sono reso conto che ogni accessorio deve essere
progettato per il singolo strumento, solo così si può avere il massimo
dai propri strumenti.
Ditemi come si possa costruire la meccanica di un Rc con un tornio della seconda
guerra mondiale ed una fresatrice BF20, eppure qualcuno lo fa.

Adesso devo proprio andare, buonanotte.

Salvatore Lo Vecchio

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 30, 2011 09:41 PM          Msg. 125 of 498
Si certo del tu va benissimo. Questo tema dei costruttori in cantina lo abbiamo affrontato in alcuni post del nostro forum, come quello della vendita in nero, tramite canali non ufficiali delle proprie piccole produzioni amatoriali. Verrà il tempo della pulizia in questo modo di lavorare, chi compera da questi personaggi, non solo è uno sprovveduto perchè non capisce cosa gli viene propinato (ma è un mio amico non mi frega di sicuro...), ma rischia pure di comperare un prodotto che quasi sempre non funziona e non è rivendibile. Per cosa? Ah già scusa sono furbi perchè non pagano l'IVA, salvo poi rimetterci tre volte tanto nel valore finale del manufatto.
Non ultimo questi costruttori espertissimi ci contattano per consulenze o per risolvere problemi che non capiscono, o chi è un po' meno scrupoloso copia da tizio e caio alla bella meglio.
Noi ci siamo sentiti apostrofare con l'appellativo di "ladri" (esiste la mail) da un competente astrofilo perchè alcune nostre parti meccaniche hanno un costo XX e lui ha scoperto che dal ferramente si possono fare con cuscinetti di pochi euro (tralasciamo il discorso tecnico perchè ci sarebbe da ridere). L'astrofilo svolge come secondo lavoro l'allevamento di cani di razza in nero.
Ecco vedi, per quanto riguarda NortheK, siamo abbastanza schifati da queste persone e da questo modo di lavorare, già in questi giorni abbiamo litigato con un cliente che voleva un telescopio senza fattura (ovviamente questo non è possibile) e in più ulteriore sconto "perchè tu risparmi almeno il 50% di tasse quandi facciamo a metà", curioso che ci vengano fatti i conti in tasca senza nemmeno capire cosa abbiamo costruito. E' l' Italietta degli italioti.
Perdiamo il cliente? perdiamo la vendita? non ce ne importa proprio niente, ci penserà chi di dovere a spazzolare i furbi.
Per il resto cerchiamo di essere onesti, magari antipatici, ma onesti ed è su queste basi che si construisce un marchio non su traffici della domenica grazie agli spintoni di qualche amico loquace.

Ciao
Massimo

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: May 31, 2011 04:48 PM          Msg. 126 of 498
Ciao Massimo, rieccomi.
Ho letto i post a cui ti riferisci, li avevo letti diversi mesi addietro, in effetti
vi osservo da oltre un anno e vedo che lavorate bene, almeno credo.
Però devo contraddirti, l'astrofilo a cui ti riferisci tu non è quello a cui mi riferivo io.
In effetti lo strumento a cui ti riferisci è ovviamente passato dal mio laboratorio
da hobbista, consentimi evoluto, furono fatte delle modifiche ma solo per precauzione,
lo strumento non era ancora stato utilizzato, ma un occhio attento si rende subito conto
che non si può affidare il peso di uno specchio a delle molle, comunque vista l'amicizia
con l'astrofilo in questione gli feci un bellissimo lavoro e pare che tutto funzioni,
ma queste cose non dovrebbero accadere su certi strumenti.(tutto il lavoro gratis)
Lo strumento a cui mi riferisco io invece non credo che tu lo conosca, ma credimi,
non ti sei perso niente, tra gli altri aveva un problema "comico", qualche genio della meccanica, per qualche oscuro motivo aveva accorciato il tubo del fuocheggiatore, solo che non era possibile insere gli accessori da 2 pollici se non forzando, e sai perchè ?
Questo genio non aveva praticato lo smusso interno al tubo del fuocheggiatore,
ovviamente c'erano anche delle piccole ribave.
Per concludere, dico sempre di diffidare dalla maggior parte degli autocostruttori,
chi dispone di macchine utensili molto ben attrezzate per un lavoro deve
forzatamente chiedere gli stessi soldi di voi, personalmente ho speso una fortuna
per attrezzarmi e utilizzo le mie capacità e le mie macchine solo per me.
Di questo me ne sono reso conto praticamente subito, però che posso farci,
mi piace costruire e progettare, il più delle volte quando viene a trovarmi
qualche amico meno fortunato di me gli regalo sempre qualcosa, e mi dà
grande soddisfazione vedere gli occhi dell'amico che riceve un dono insperato
ed al di sopra delle proprie possibilità, questo mi ripaga di ogni sforzo fatto.
Secondo me il vostro difetto è uno solo, quello di essere in Italia, se la vostra
azienda fosse americana non oso pensare a quanti strumenti avreste venduto.
Qualche altra volta faremo insieme delle considerazioni su certe costruzioni meccaniche,
ne ho viste così tante che ne sono nauseato, a volte io ed il mio fidato amico le
compriamo giusto per farci qualche risata, però non rivendiamo nulla, infatti
inizio ad avere problemi di spazio.
Tanto io non ho nulla da perdere, sia in elettronica che in meccanica sono praticamente
autosufficiente, infatti mi firmo sempre con nome e cognome, sarò un po' arrogante
ma sono fatto così.
Detto ciò non posso che approvare la vostra politica aziendale.

A presto

Salvatore Lo Vecchio

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 31, 2011 08:45 PM          Msg. 127 of 498
Caro Salvatore complimenti per come ti sei organizzato, quindi presumo che hai ottime conoscenze meccaniche oltre che strumentali, questo ti consente di capire bene quanto andiamo a proporre e di capire anche perchè lo proponiamo, per nostra sfortuna gli astrofili con la tua preparazione sono pochi, e quindi come giustamente dici tu e non solo tu, in Italia siamo precursori per lo standard medio dell'astrofilo, cio' che in USA o in altri paesi sarebbe accolto con grande successo qui scatena un nutrito gruppo di supporter specialistici a cui si frappone bassa forza dalle limitate conoscenze e dalle ottusità mentali ben chiare.
Come giudicheresti un post cosi? Visto che gli unici che in Italia propongono una cella a 2000 euro (errato: 1200) siamo noi è palese che il sarcasmo è diretto a noi:

Credo che nessuno abbia mai sostenuto che vada bene un telescopio catorcio al punto di perdere la collimazione nel modo che hai appena descritto, ma neanche da una sera all'altra!
Il problema semmai è un altro, cioè che alcuni considerano "catorci" dei telescopi che non lo sono affatto, perché uno per funzionare bene dovrebbe avere un tubo da almeno 1000€ e una cella da 2000€ ecc.
Il mio tele si collima una volta sola poi rimane a posto in eterno, e non vedo come potrebbe essere altrimenti: capisco un Dobson a traliccio che si smonta e monta ogni volta, ma perché un tubo fisso dovrebbe perdere la collimazione?
Eppure quando all'inizio mi sono trovato lo strumento fortemente astigmatico (parliamo di stelle come obrobri di 10", Giove "squadruplicato", insomma la cosa peggiore mai vista!) qualcuno ha dato la colpa a tutto tranne che all'ottica, e se avessi ascoltato i consigli sbagliati ora avrei uno specchio con 3 lambda di aberrazione in una cella da 2000€, sai che bello?

Ora quando un astrofilo con il tubo giuntato in lamiera arriva a dire che collima e da li il newton non si scollima più, si è già risposto da solo. A noi risulta che anche in postazione fissa il controllo della collimazione magari a 800x si fa tutte le sere ed eventualmente si riporta in ordine una lievissima scollimazione dovuta alle termiche o alle deformazioni stesse dei vetri (ricordo che anche le BRC dopo un po hanno il disco di vetro che si deforma e che andrebbero curate sotto questo aspetto, pur essendo pochissimi gli utenti che se ne accorgono, parliamo dunque di una eccellenza e non di un cannone sparaneve).
Ecco il caso di cui sopra è un "caso" dell'astrofilo mediamente poco preparato che fortunatamente non si rivolge a noi e che attinge dal mercato mass market, questa è l'utenza che spesso fa coppia con quella che si fa incantare dalle meraviglie tecnologiche fatte nello scantinato con il tornio di mio nonno e magari non fa una serie di fori radiali con lo stesso angolo, ma così a caso (e quando ti ritrovi a fare una flangia diventi cretino per capire dove forare .........). Tu che usi FRC sai bene quanto sia fondamentale l'asse della messa a fuoco con il resto del treno ottico, la perfetta attinenza di ogni raccordo con il sistema, mentre molti non si preoccupano affatto che la lamiera "spancia" e la messa a fuoco devia dal suo percorso.........sono questi i temi che dibattiamo con fatica e lasciamo ai fautori del semplice=economico=superperformante il tempo per discorrere se è nata prima la gallina o l'uovo.
Graditissimi i tuoi interventi di carattere tecnico nelle apposite sezioni.
Ciao
Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: May 31, 2011 09:38 PM          Msg. 128 of 498
Ciao Salvatore e benvenuto.

A chi invece si domanda come si possa a 9m di focale reggere cosi' tanti fps, rispondiamo che la differenza e' che il telescopio non traballa (l'altro? non lo sappiamo, domandatelo al suo costruttore e all'astrofilo che lo ha acquistato). Buon lavoro e buon divertimento agli astrofili - evidentemente siamo dei fessi con dei soldi da buttare - che comprano i FRC-300 (giusto per citare uno strumento eccellente della concorrenza anziche' i nostri) e omologhi, e buon lavoro e buon divertimento ai furbi che se la cavano a un prezzo irrisorio: buon per loro.


Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

Edited by daniela on May 31, 2011 at 09:40 PM

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: May 31, 2011 09:39 PM          Msg. 129 of 498
Ciao Max,
che ti posso dire riguardo al post, ovviamente cadono le braccia.
La meccanica di uno strumento è importante tanto quanto l'ottica, se così
non fosse lo strumento non può funzionare, ma questo tu lo sai.
Ho curato in particolar modo l'asse dell'ottica all'uscita dell'Frc, è uno strumento
difficile da gestire quindi non ci si può permettere di avere flessioni o fuori asse,
dopo aver visionato diversi fuocheggiatori, mi sono seduto,
ho preso penna e carta e dopo due mesi di duro lavoro è nato il mio fuocheggiatore,
lo mostrai in un forum di astronomia quando era quasi pronto, non hanno neanche capito
come funzionava, ma lasciamo perdere, il bello è che si trova all'interno di una guida
fuori asse da 4 pollici.
Ovviamente ricevetti alcune richieste di preventivi, ma credo che ormai chi mi conosce
lo abbia capito, non vendo nulla.
Poi non parlarmi di forature, ne ho viste di cotte e di crude.
Bene, nei prossimi giorni preparerò un apposito post dove magari parleremo dei
supporti micrometrici, credo ci sia molto da dire.

Saluti

Salvatore Lo Vecchio

salvatorelovecchio
Posts: 224
Joined: Dec 29, 2010

NortheK Accademia


Posted: May 31, 2011 09:43 PM          Msg. 130 of 498
Ops, scusa Daniela non avevo visto il tuo post.
Comunque grazie.

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: May 31, 2011 09:49 PM          Msg. 131 of 498
Il Boetto e' un sentimentale e un patriota. Si vede che la maestra gli faceva sempre cantare Fratelli d'Italia e che prima ancora la mamma gliela cantava al posto della ninna nanna. Con lui ci vuole pazienza, a parte queste manie e' uno ammodo.... :)
Comunque ormai il mondo e' globalizzato e anche se la ragione sociale e' in Italia, il mercato e' una superficie sferica. Vista la mentalita' del piccolo e gretto paese a cui il Boetto e' cosi' affezionato, io direi una superficie sferica meno uno stivale e piu' alcune piccole, piccolissime, eccezioni - fuori posto - nello stivale, magari apostrofate come "fessi" dai vari furbettini.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 31, 2011 09:59 PM          Msg. 132 of 498
Grazie di questa pittoresca descrizione ne...............

Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: May 31, 2011 10:12 PM          Msg. 133 of 498
Certo Salvatore, parliamone pure, tieni presente che noi lavoriamo col concetto della massima standardizzazione per poter dare il massimo tecnico al costo più basso. Ci sono soluzioni diverse e con caratteristiche diverse, ma "pesanti" economicamente per l'utente perchè difficilmente riproducibili in serie.
comunque ogni commento è ben gradito nella apposita sezione, e c'è anche un post già aperto sui micrometri (che stanno dimostrando di funzionare stupendamente).

ciao
Massimo

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

enrico
Posts: 179
Joined: Nov 1, 2008


Posted: Jun 1, 2011 04:31 PM          Msg. 134 of 498
Lo metto qui, anche se è una cosa tecnica, perchè ha un suo significato per quello che avete scritto fino ad oggi. Premetto che io possiedo lo stesso strumento che è oggetto del test e ne confermo la perfetta funzionalità come sta dimostrando il beta tester e che rende molti lettori sospettosi, vorrei fare una domanda, magari alla Daniela, se mi puo' spiegare il significato di questo post che io non riesco a capire, non in senso critico ma perchè evidentemente non ne ho le capacità:

Sono d'accordo, ma intanto avremmo un dato qualitativo assoluto ed inequivocabile. Potremmo dire "questa foto risolve dettagli di dimensione 'x' su un massimo ottimale stimato in 'y'..." o qualcosa del genere.

Per le "termiche" il problema non si dovrebbe porre, nel senso che andrebbero gestite (per quanto possibile)... E comunque è possibile distinguere la componente "termica" del seeing mediante l'osservazione del disco di sfocatura di una stella brillante: la turbolenza dello strato limite è visibilmente diversa da quella atmosferica.

Quanto alle vibrazioni, ammesso che producano un'oscillazione non lineare (quella lineare dovrebbe produrre un allungamento direzionale nei dettagli, individuabile) non credo ci sia modo di distinguerle dal seeing. Però avremmo comunque in mano un dato relativo alla qualità assoluta del sistema: una volta stabilito che non va si cerca dov'è l'inghippo...


Spero che l'autore non si offenda se l'ho incollato ma preferisco fare così altrimenti non so come rivoltarlo. Credo che sia interessante per capire quali sono gli elementi di disturbo in alta risoluzione.

Grazie

Marcopie
Posts: 11
Joined: Mar 3, 2011


Posted: Jun 1, 2011 07:07 PM          Msg. 135 of 498
Quote: ...Spero che l'autore non si offenda se l'ho incollato...


"L'autore" non si offende ed è anche disponibile per chiarimenti...


Edited by Marcopie on Jun 1, 2011 at 08:00 PM

daniela
--
Posts: 515
Joined: Sep 25, 2008

Maxproject Team


Posted: Jun 1, 2011 08:09 PM          Msg. 136 of 498
Ciao Enrico e ciao Marco, bentornati.

Lascerei la parola a Marco, visto che lo scritto e' il suo. Non e' sicuramente banale scrivere un algoritmo di quel tipo, ma si puo' certamente fare del lavoro in quel senso. Ma ogni algoritmo avra' punti di forza e di debolezza, per commentare ulteriormente vorrei avere maggiori dettagli su come si ricaverebbe la stima del seeing. Sicuramente esistono molti problemi, tanto piu' per immagini astronomiche dove le stelle hanno pixel saturati in intensita' (mandando quindi a pallino alcuni utili teoremi). Infatti normalmente si preferisce disaccoppiare del tutto la misura del seeing dall'acquisizione vera e propria del dato, utilizzando un sensore dedicato e differente. A livello amatoriale questi sono ancora poco diffusi, ed e' un peccato; pero' fanno la differenza solo con tecniche di elaborazione abbastanza sofisticate; di norma una stima "casareccia" e' sufficiente.

Daniela

"L'essenza della liberta' e' la matematica"

Marcopie
Posts: 11
Joined: Mar 3, 2011


Posted: Jun 2, 2011 09:33 PM          Msg. 137 of 498
Ciao Daniela
Sicuramente "non banale" ed altrettanto sicuramente io non ne sarei in grado.
Però provo a dettagliare il ragionamento che ho fatto, magari esce fuori qualcuno in grado di prendere spunto ed elaboralo... o scoprire che esiste già qualcosa di simile.
La mia idea è di analizzare con strumenti statistici una porzione di immagine planetaria sui diversi fotogrammi acquisiti in una ripresa video.
Con un seeing perfetto ed un perfetto inseguimento mi aspetterei che il valore di un singolo pixel rimanga costante da un fotogramma all'altro, introducendo il seeing tale valore avrà una dispersione a campana che sarà più ampia tanto più l'immagine è disturbata, effettuando un'analisi statistica si può arrivare a valutare quantitativamente l'entità del disturbo. un lavoro più accurato può essere effettuato con l'analisi di una matrice di pixel (p.e. 5x5) in prossimità di uno dei bordi del pianeta.

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 2, 2011 09:47 PM          Msg. 138 of 498
Post interessante Marco, rimando i miei interventi più avanti per le questioni attinenti l'applicazione tecnica. Eventualmente se lo sviluppate aprirei un post apposito nella sezione più idonea.
Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Andrea Maniero
Posts: 914
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Jun 3, 2011 09:04 PM          Msg. 139 of 498

maxproject
Posts: 3281
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Jun 3, 2011 09:28 PM          Msg. 140 of 498
Andrea lo hai provato nelle tue sessioni osservative?

Ciao
Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)
 
Page 7 of 25 Go to page: · 1 · ... · 4 · 5 · 6 · [7] · 8 · 9 · 10 · ... · 25 · Prev · Next

 

Time: Fri December 6, 2019 2:02 PM CFBB v1.4.0 62 ms.
© AderSoftware 2002-2007