Benvenuti nel forum di Northek

Home  Search  Registrati  Login  Lista membri Blogs Post recenti
»Forums Index »Raccolte di spunti utili per discutere »SPUNTI DI DISCUSSIONE »Sulle elaborazioni delle immagini planetarie tanti metodi ma quale verita' ?
Author Topic: Sulle elaborazioni delle immagini planetarie tanti metodi ma quale verita' ? (179 messages, Page 1 of 9)

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 19, 2011 08:48 PM          Msg. 1 of 179
Difficile ammetterlo ma piu' facile scoprirlo quando una immagine "pseudo dettagliata " "elaborata " da alcuni imagers planetari , contiene "tecniche" elaborative che esaltano una una "pseudo potenzialita' strumentale " .
Il gioco a " io lo faccio piu' bello " pero' non e' apprezzato in ambito professionale il quale pur riconoscendo all'ambito amatoriale notevole lavoro anche di buon livello , richiede invece un modus operandi un po' diverso .

Riporto uno stralcio con le richieste da parte J.H Rogers che collabora con Alpo Japan :




About Jupiter images John H. Rogers 2011/10/23 20:04(UT)

Hi all,

First, many thanks to everyone who has been sending images of Jupiter, whether directly to me or through various forums. I regret not being able to acknowledge them individually but they are all valued. It is amazing to see how many observers are producing excellent images now the planet has moved into the northern sky, and you are creating an excellent record of the planet. There is widespread professional recognition of the high quality of your work. Earlier this month I attended the big European/American planetary science conference (EPSC/DPS) in Nantes, France, and was able to present our amateur analysis of your images to an appreciative professional audience.
May I make a few comments about some aspects of the images, as processing techniques are becoming ever more advanced, and more new observers are joining in. To summarise:

1) If you produce LRGB images, it is essential to state what 'L' is. For natural appearance, use L = White.
2) If you produce rotation movies, please also provide some original images, and possibly the map if you have made one. 3) Please write the essential data on the image, and use a filename that includes the date (year-month-day) and your name or initials.
We are amateurs so we can do what we like, but we must not allow creative manipulations to be mistaken for real data, so if you do any unusual image-processing for artistic purposes, please state what it was on the image.

1) LRGB images:
-------------------
These are images in which the luminosity (dark-to-bright) scale is produced separately from the colour (R,G,B) channels. Many European observers last year produced LRGB images with L = Red or IR, because these wavebands tend to have higher resolution. With the low altitude of the planet, this was the only way that many observers could produce an image with reasonable resolution and some colour information. It was good to have these images, but hopefully they are not needed now. By mixing colour from one waveband with intensities from another, they produce unrealistic colour and unrealistic intensities: thus belts that should be dark brown come out luminous pink, and there is no info about the true appearance of red ovals like the GRS. If you do produce LRGB images, you must always state (on each image) what L is, and I strongly prefer L = White. If a red or IR image has much better resolution than the RGB image, then please provide both.
Some observers routinely provide all the separate colour channels as well as the RGB image. I don't generally need these for descriptive reports, which are mostly derived from RGB images. (I sometimes use an IR image as well, for higher resolution and to highlight specific features.) However if the JUPOS team are measuring your images, they may well prefer the highest-quality monochrome image as the limb will be better-defined.

2) Rotation animations and maps:
--------------------------------
Several observers are now producing beautiful rotation movies of the planet. Although these are impressive to look at, we cannot measure them, so please also provide some of the original images. Also, if you make a movie by reprojecting images via a hi-res map covering more than half the planet, perhaps you could post the map itself, which might be a useful reference.
Please do not rotate images before combining them into a RGB image that will be used for measurement; this can cause errors due to difficulty defining the limb.

Filenames and labelling:
--------------------------
Most observers submit images to several different organisations, which have slightly different preferences for format, so it's understandable if you don't use our exact format. However, two points are specially important:
i) Write all the information on the image itself (date, time, observer, location, telescope, filters if any, and preferably CM longitudes).
ii) Use a filename which includes the date in the standard astronomical order (year-month-day), and your name or initials. This makes it much quicker to download and file your images. Our preferred format is given on our web site (URL below), but I'm happy to receive images in similar formats, such as the one used by PVOL: J_yyyy-mm-dd_hh-mm_filter_observer.jpg.

(It is very confusing when people use 6-digit abbreviations for date where year, month and day can be in any order. I am looking forward to 2011 Nov.11, which will be the one day this year when these filenames are unambiguous.)
It is also easier to handle all the files if you group all images from one night into a single image file.

Best wishes to all,

John



Come recita il titolo di una canzone " Tutto il resto e' noia " e quindi passare ore e ore a massacrare con "pseudo luminanze " una povera immagine per farne sputare chissa' quali dettagli e' non solo inutile ma anche se vogliamo dire , poco professionale .


Ciao Andy

maxproject
Posts: 3262
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 20, 2011 10:53 AM          Msg. 2 of 179
Da questo punto di vista, non essendo io un astroimager (anche se questa notte mi sono fatto 3 ore di alta risoluzione con un po' di filmati), con gioia e divertimento di alcuni che ritengono di conoscere tutto lo scibile e quindi anche di capire come funziona un telescopio, ritengo che Andrea fa bene a riportare un pochino di ordine sulla questione delle riprese planetarie.

Ciascuno fa come meglio crede. Nessuno è esente dal dire cosa ha fatto e dallo specificare chiaramente se la ripresa è una sua opera "artistica" o una sintesi tecnica. Troppi pavoni fanno la ruota anche se potrebbero evitarlo.

Andrea dunque ti consiglio di continuare su questo tema.

Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 25, 2011 04:09 PM          Msg. 3 of 179
Infatti l'intenzione e' quella di porre l'attenzione su come ed il perche' si elaborano le immagini planetarie .

Alcuni astrofili da lunga data ma non esperti in Astrofotografia planetaria e molti neofiti , sono "ammaliati" spesso da immagini pubblicate sui foum o siti che "raramente " sono accompagnate da una descrizione anche basilare del processing seguito per ottenere l'immagine finale a colori .

Come avete potuto leggere nel post iniziale e nelle parole di Mr. Rogers , seguire un determinato standard seppur minimo , fa' la differenza e distingue l'astroimager serio , metodico , e se vogliamo pure con intenti semiprofessionali per avvicinarsi piu' scientificamente allo studio dei pianeti apportando anche validi contributi al mondo astronomico professionale , dall'astrofilo "D' Arte " , colui che ricerca la bellezza , il cromatismo , il "dettaglio a tutti i costi " per sparare nell'Olimpo dell'Astro Hi-res se stesso e il suo strumento .
Sebbene accettate anche questo tipo di immagini pero' gli esperti quelli veri , come abbiamo letto sopra , richiedono invece , che per lo studio delle atmosfere planetarie si segua in caso di compositazioni in tricromia o quadricromia uno standard , intanto "DICHIARANDO" la presenza di eventuali luminanze che dovrebbero abbracciare l'intero spettro del sensore CCD utilizzato , quindi in cosidetta luce bianca e non una singola fetta di spettro come comunemente si usa fare con l'IR-pass , in questo caso pero' si dichiari almeno la presenza di tale filtro ( molti barano presentando un'immagine dettagliata ma proveniente dal solo R-IR o IRpass ) , e poi se possibile si indichi la tipologia di filtri impiegati per realizzare la tricromia . Spesso si legge in una scheda immagine la semplice scritta RGB che va bene ci mancherebbe , ma esistendo filtri molto diversi e con una lunghezza d'onda centrata diversamente uno dall'altro , dall'ampiezza diversa a seconda se band-pass o long-pass , e variabile in base alla marca o tipologia di filtro sarebbe piu' oppurtuno , se il nostro intento e' anche quello di contribuire scientificamente , di riportare tali dati come ad esempio R= 635nm B=470nm ecc .

Andrea
Edited by Andrea Maniero on Nov 25, 2011 at 04:10 PM
Edited by Andrea Maniero on Nov 25, 2011 at 10:33 PM

maxproject
Posts: 3262
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Nov 25, 2011 04:23 PM          Msg. 4 of 179
Bene. Questo è un argomento fondamentale. Cominciamo a parlare di tecnica approfondendo fino a dove possiamo gli argomenti. Ciascuno porti i propri contributi o le proprie questioni e insieme cercheremo di stabilire dei percorsi adeguati.

La medesima operazione è stata fatta sulla questione dei certificati interferometrici che ha dato qualche risultato, non solo in Italia.

Ci piacerebbe che il forum NortheK diventasse un momento di approfondimento di buon spessore per gli utenti dei nostri e altrui telescopi (che poi devono funzionare).

Si tratta qui di argomentare o discutere un protocollo applicativo standard minimo sul quale, in linea molto teorica, ci si dovrebbe attenere prima di pubblicare una immagine......la discussione o il ragionamento aiuterà ad affinare i metodi, poi in futuro faremo qualche sopresa ai nostri lettori.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 25, 2011 05:48 PM          Msg. 5 of 179
Ovviamente questo tipo di problema non si pone a chi acquisisce con sensori a colori i quali possiedono gia' installata davanti all'elemento fotosensibile una griglia di filtri detta
griglia di Bayer




E' pero' possibile risalire alla sensibilita' spettrale del sensore utilizzato e se proprio si vuole
completare la scheda immagine in modo un po' piu' professionale aggiungere i dati singolarmente :



I motivi per cui "a molti " riescono solamente buone immagini con il filtro R-IR o IRpass e la usano piu' o meno "legalmente" per creare una luminanza , oltre che per un'ottica malperformante , e' che la banda spettrale risente poco dell'influenza del seeing ma ............... c'e' il rovescio della medaglia , 1 e' utilizzabile con buon profitto solo a partire da un certo diametro e nell'infrarosso vicino ,
2 all'aumentare della lunghezza d'onda diminuisce la risoluzione :




Andrea
Edited by Andrea Maniero on Nov 25, 2011 at 05:51 PM

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 25, 2011 06:05 PM          Msg. 6 of 179
Ovviamente bisogna optare per dei compromessi e sciegliere il filtro anche in funzione della
massima sensibilita' spettrale del sensore utilizzato , ecco perche' nella maggior parte dei casi, specie nei sensori di ultima realizzazione molto spesso con una spiccata sensibilita'
al rosso ed infrarosso vicino , vengono accoppiati filtri R-IR o IRpass. Questo ovviamente e' un vantaggio per i tempi di integrazione ma cio' non deve fornire un motivo "legale" per "taroccare " una tricromia , eventualmente si puo' presentare l'immagine
con a fianco l'immagine RGB .

Andrea
Edited by Andrea Maniero on Nov 25, 2011 at 06:06 PM

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 25, 2011 07:09 PM          Msg. 7 of 179
Tuttavia e importante far notare che quanto esposto si limita al campo amatoriale e quanto
discusso restera' in tale ambito .
Ad ogni modo , nella misura e nei metodi di come si opera si distingue l'astrofilo con la A maiuscola dall'astrofilo "intinerante " non dei luoghi ma nella moda del momento .

Andrea

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 30, 2011 05:05 PM          Msg. 8 of 179
Un'altro discorso in ambito amatoriale riguarda i cosidetti " canali sintetici " , anch'essi compaiono molte volte nello scenario dell'astrofotografia planetaria . Si tratta di "fondere" tra nella maggior parte dei casi il canale R rosso ed il canale B blu nella misura del 50% , questo permette di ottenere il famoso G " verde sintetico " che ha due vantaggi : nel caso di pianeti con veloce rotazione permette l'abbattimento dei tempi di acquisizione perche' in pratica basta acquisire due soli canali a tutto vantaggio del numero di frames finali , poi la resa del G sintetico nel caso di seeing mediocre e' quasi e dico quasi pari alla resa di un G puro in termini di dettaglio , ovviamente in caso di ottimo seeing non ha senso un G sintetico .
Il rovescio della medaglia e' che nelle immagini planetarie specie di Giove si nota la mancanza del verde , ottenendo un rosso quasi " ferrugginoso " , mancano poi le molteplici
tonalita' e sfumature che questo pianeta possiede . Altro pianeta che si presta al "sintetico " e' Marte , il pianeta non presentando aree di colore verde potrebbe essere ripreso solamente in luce R e B , sintetizzando il verde G come descritto , e questo sembrerebbe un vantaggio in quanto non si spreca tempo nell'acquisizione e nell'elaborazione di un ulteriore immagine . Con una certa cura le immagini R (G) B possono produrre risultati esteticamente gradevoli e il tono di colore globale può essere piacevole, ma non c'è dubbio che una vera immagine g contiene informazioni che semplicemente non sono riproducibili sintetizzando un immagine verde dal rosso/blu e per questo motivo dobbiamo concludere che il vero RGB è l'approccio preferito se vogliamo rendere i colori dei pianeti con precisione.
Esistono in pratica varie formule per rendere "dettagliato" un pianeta alcune sono :


IR+RGB
RIR+RGB
R(G)B
R+R(G)B
IR+R(G=IR/B)B ecc.

le lettere che precedono la + si intendono come canali di luminanza e come si vede le varianti sono molteplici .
A questo punto , e lecito chiedersi , in mancanza di dati descrittivi cosa ci sia dietro una immagine ben riuscita oltre al solo seeing .

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 30, 2011 06:17 PM          Msg. 9 of 179
Ecco alcuni esempi di quanto sopra esposto :



A destra un'immagine RGB pura , a sinistra abbiamo una tricromia realizzata con il canale verde G sintetico , l'immagine in questo caso soffre di un canale B piuttosto malconcio , tuttavia non e' un problema quando questa composizione si utilizza come crominanza cioe' si associa ad una luminanza , in questo caso in luce "White" cioe' in luce bianca full spectrum del sensore di ripresa ,



Una corretta realizzazione con L= white + RGB dovrebbe dare il seguente risultato :





Come si vede si ha un'incremento del dettaglio seppur minimo , in piu' i particolari della luminanza con il colore, acquisiscono una fedelta' tonale molto piu' reale .

Di seguito un'immagine realizzata con la tecnica L+R(G)B dove si utilizza la stessa luminanza ma con una crominanza sintetica :





L'immagine subito sembra avere un piu' forte impatto visivo ma in realta' come sopra menzionato la fedelta' cromatica viene a mancare , ( si notino le tonalita' ferruginose) e comunque si tratta di una tecnica , una delle tante che ha il solo scopo di "risaltare" o "esaltare" il dettaglio ( volendo lo strumento e la bravura ! ) nonche' "l'elaboratore " .


Andrea

*All images are made through Northek Dall-Kirkham 230 f/12

Edited by Andrea Maniero on Nov 30, 2011 at 06:28 PM

Andrea Maniero
Posts: 908
Joined: Dec 26, 2010

NortheK Accademia


Posted: Nov 30, 2011 06:57 PM          Msg. 10 of 179
Esistono poi ...........le luminanze sintetiche ! , ma questo lo spieghero' al prossimo post !


Andrea

Marco Guidi
Posts: 60
Joined: Sep 15, 2009


Posted: Dec 1, 2011 11:10 PM          Msg. 11 of 179
Ciao Andrea,
complimenti x il post interessantissimo, so che sei perfettamente in grado di elaborare ed anche in maniera molto buona,non concordo solo su una cosa cioè quando parli del colore,che definisci gradevole e questo non è corretto poichè lo sappiamo tutti che il riferimento giusto del colore non può essere il nostro gusto ,ma ben altro,mi piacerebbe sapere la tua opinione su quale potrebbe essere il giusto metodo x arrivare al perfetto bilamciamento cromatico.
inoltre, leggo che hai ripreso con il DK 230 ,mi diresti rispetto ad un tele commerciale quali vantaggi hai trovato ? mi spiego meglio,se avessi avuto un C9 pensi che avresti ottenuto meno in termini di dettaglio? parlo ovviamente a parità di seeing ,perchè ho fatto una ricerca ,perchè magari mi sbaglio eh, e vedendo cosa sta producendo un certo Dennis Put http://www.dennisput.nl/ o Gasparri o Peach direi che c'è ancora un po' di strada da fare e parlo di immagini ottenute con un C9.....che è fatto di lamiera.

ciao
Marco

massimoboe
--
Posts: 330
Joined: Sep 25, 2008

Owner - NortheK Accademia


Posted: Dec 2, 2011 12:25 PM          Msg. 12 of 179
Caro Marco, poi Andrea appena rientra darà la sua risposta alla prima parte della tua domanda.
Intanto io ti do la mia.
Il primo punto che sottolineo penso in questo forum in almeno 10 post sparpagliati qua e la, è che i nostri prodotti sono prodotti tecnici. Permettimi di perdere tempo in questa affermazione: il convincimento tuo e non solo tuo (ma ti posso assicurare che ben più sono quelli che manifestano un pensiero esattamente contrario nella nostra sede), ma abbastanza limitato numericamente parlando, è che in alta risoluzione l'importante è averlo grosso e che costi poco (idem per gli utilizzatori dei dobson). Perchè stringi stringi questo è il succo. Il nostro invece è che uno si compera quello che può a patto che sia sempre e largamente fruibile, il che sta alla differenza tra il benedire tutti e il non benedire tutti quando ci si avvia alla sessione osservativa. Sappiamo bene io e te di cosa stiamo parlando e di cosa perleremo nei mesi prossimi.
Abbiamo mostrato qui come un SC leggermente fuori asse deteriora le immagini (ma non doveva essere una progetto geniale?) presto dimostreremo qui con dati fattuali come si rappezzano le porcherie dello strumento, mentre non dobbiamo proprio dimostrare come all'inizio di ogni seduta il tempo perso per mettere in funzione il telescopio sia parte preponderante della ripresa. Non solo: perchè hai riportato il discorso del 230 in questo post? Facendo riferimento sempre e solo ai soliti? Se questo telescopio è così meraviglioso e costa 1200 euro possiamo dire che dovremmo contare molte centinaia di astroimager planetari e dovrebbe essere il riferimento mondiale in questo genere di attività. Così non è, se magari me lo spieghi tu questo, capisco meglio. Lo standard delle riprese è sempre mediamente basso.
Un 230 mm raccoglie come un 230 mm, con una piccola differenza: il nostro prodotto lo usi sempre e comunque e forse ritocchi la collimazione, altrui prodotto è da verificare (ma le prove noi le facciamo e ben sappiamo di cosa stiamo parlando, direi di evitare frasi mezze dette e non dette, sai bene che qui non possiamo postare ma magari in privato.....non ci sono problemi, tu stesso sei testimonial che i tubi economici pur producendo magiche immagini - quante e come e in che condizioni - sono una rottura di scatole).
Forse la NON conoscenza tecnica strumentale è alla base di certe prese di posizione, e su questo possiamo discutere (ma apri un altro topic e non qui o inquiniamo quello di Andrea), così come sono stati i vari ragionamenti fatti con i dobson per altre questioni......Lo hai visto il supporto del secondario del telescopio che stai costruendo? Io ce l'ho pari pari qui sul mio tavolo per eguale ottica, sei proprio convinto che collimerai con precisione? Però sono pronto a scommettere che produrrai ottime immagini come con TUTTI i telescopi che hai avuto e poi hai dismesso.
Quindi dove sta l'arcano? Per evitare inutili vittimismi dico subito che non penso che tarocchi le immagini, ma che lavori molto per tirare fuori qualcosa, questo si......è appunto la differenza tra un mass market e un NortheK, questione che dovrebbe essersi capita oramai.
Continuare sulla strada dell'affermare che in alta risoluzione tutta quella roba li non serve ecc ecc ecc, è solo cercare una giustificazione che non ci si può (o vuole) permettere certa strumentazione. Sono ovviamente scelte personali che non sta a noi discutere, ma tornare sempre sullo stesso argomento con le solite stupidaggini lette nei forum lascia un pochino il tempo che trova, perchè io e te la realtà dei fatti strumentali la conosciamo, vero Marco?
Poi appena ho tempo e lo trovo ti posto cosa dicono i guru che citi sui telescopi che citi.

Ciao
Massimo

0

marios
Posts: 184
Joined: Sep 25, 2008

NortheK Accademia


Posted: Dec 2, 2011 09:14 PM          Msg. 13 of 179
Che due PALLE Marco.......!!!

« Io ne ho... viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione…
E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…
E tutti quei… momenti andranno perduti nel tempo…
Come… lacrime… nella pioggia…
...È tempo… di morire… »

0
Mariossss

Il Saggio coltiva Linux, tanto Windows si pianta da solo.


"E' inutile discutere con un cretino, prima ti abbassi al suo livello, poi lui ti batte in esperienza!"[Bl

Giano
Posts: 102
Joined: Dec 3, 2011


Posted: Dec 3, 2011 11:15 AM          Msg. 14 of 179
Quote Marios .... Che due PALLE Marco.......!!!



mi pare di averla giá letta altrove ....
Più voci fanno un coro ....

Giano
Posts: 102
Joined: Dec 3, 2011


Posted: Dec 3, 2011 11:37 AM          Msg. 15 of 179
Ciao, sono Mario, vi leggo da un pò , talvolta con piacere e interesse, talvolta meno ...
Questa è casa vostra e non sono certo io che debbo dirvi coome comportarvi, anzi se non mi piace è giusto ne resti fuori io ..
E appunto, basta smettere di leggere quando di tecnico non c'è più nulla e sono solo battibecchi ...

Ora, questo post era iniziato bene ... Finalmente pareva che il sig Maniero avesse deciso di mettere da parte i suoi abituali comportamenti "sul confine" , fatti di sfottò, allusioni e critiche spesso pretestuse ...
Ed è partito dando bella prova di competenza e capacitá di chiarezza e divulgazione ... Il post davvero tocca un bell'argomento e lo sta sviscerando in maniera precisa e chiara .. Anche le immagini e i grafici sono utile supporto ..
Insomma sará perchè ci avviciniamo a Natale, perchè forse sono intervenuti i gestori di Northek, o meglio ancora sarebbe perdhè il sig Maniero si è accorto che è davvero sterile procedere a questionare ...
Questo post ha la piega giusta per essere utile, rigoroso e nel giusto spirito di condivisione e collaborazione ....

Ma .. Che succede ... Malgrado le premesse, arriva ad un certo punto il sig. Guidi, che credo inutilmente e pretestuosamente, rimette in campo beghe sugli strumenti e quindi tenta di riaccendere braci che questa volta proprio non stavano ardendo ...
Ma perchè ??? A che pro ?? Per una volta che le cose vanno lisce e senza allusioni, ci si ritrova cmq con la voglia di creare polemica e confusione ...
É davvero brutto ....

Spero davvero che il sig Maniero glissi sul discorso mostrandosi superiore ...
Sennò prevedo che l'argomento reale svanirà e tutto il post diverrá uno sterile battibecco tra "zitelle" ...

Al sig Guidi , direi invece che, proprio per i motivi sopra esposti, circa la correttezza di questo tread, non è il caso di andare a cercare rogne probabilmente per dissapori precedenti, spirito di rivalsa o sfrenato amor prorpio ...
Perchè se poi qualcuno risponderà per le rime o anche fuori dalle rime ( e mi auguro di no ) , non ci si può venire a lamentare come giá è stato fatto, che qui si è in "uno contro 100 " o che gli altri , tutti gli altri, ce l'hanno con qualcuno in particolare ...

Restaimo sull'argomento del titolo, che è interessante, vasto e meritevole di approfondimento.

Grazie

Mario

maxproject
Posts: 3262
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 3, 2011 12:57 PM          Msg. 16 of 179
Infatti caro Mario, si sperava che in questo post privo di richiami strumentali, nomi e marche si potesse discutere di tecnica........così non pare.
Non possiamo e non vogliamo censurare nessuno, quindi qui posta chi vuole e come vuole, sarebbe stato segno di buon senso non inquinare questo argomento con le solite valutazioni da "cummara", e magari portare la propria opinione tecnica (sia pur non in accordo con Andrea,ma con dati fattuali e precisi) della/e quale/i poi ciascuno fa una cernita e se ne appropria se ritiene opportuno.
Vedremo i prossimi post, penso che Andrea risponderà con elementi oggettivi, tecnicamente solidi che serviranno da elemento di apprendimento per tutti noi.

Ribadiamo - ancora - quello che abbiamo scritto privamente a molti e pubblicamente qui: NortheK non è interessata alla battibecchi MA non lascia correre i furbetti che in altre piattaforme orchestrano cretinate che ad una visione di 360° hanno un preciso obiettivo (che sfugge al lettore occasionale, ma non ai nostri database). Talvolta è una grande perdita di tempo, ma è comunque stata occasione preziosa per rimettere un pochino di ordine su molte questioni che pendevano.......

Andrea continuerà sul versante strettamente tecnico (anzi aggiungiamo: per cortesia non dare seguito a provocazioni che vengono postate solo per disintegrare il lavoro serio che stai facendo), come stiamo cercando di fare da un po' di tempo, se poi riprenderanno a strillare.....qui è pronta la clava.

Maxproject

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

maxproject
Posts: 3262
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 3, 2011 08:24 PM          Msg. 17 of 179
Solo per coerenza con quanto promesso sopra, pregando gli altri di non polemizzare oltre..........

Mobberly -


PAG. 40: "Damian Peach, probabilmente il miglior imager planeario del mondo, ha ottenuto grandi successi con gli Schmidt-Cassegrain della Celestron da 9,25 pollici (diametro 235 mm) e 11 pollici (diametro 280 mm), operando a rapporti focali di f/40. A suo dire, le ottiche degli SCT Celestron sono eccellenti: l'unico svantaggio di progettazione, come per tutti gli SCT, è che non si mantiene la collimazione. Su questo argomento, un controllo notturno sul campo e un po' di scetticismo sono sempre necessari.

PAG. 43: "Gli SCT hanno solo due svantaggi rilevanti: lo spostamento dello specchio principale con la perdita della collimazione e la formazione di rugiada".

In due pagine è sottolineato il problema della collimazione dovuto alla progettazione, pur comunque dicendo che lo SCT resta un buon compromesso qualità/prezzo specialmente il 9,25 la cui qualità ottica è migliore rispetto alle altre aperture in quanto il secondario ha un ingrandimento inferiore (4x anziché 5x) e quindi risulta di più facile lavorazione. Più avanti si parla del Mewlon come di un telescopio in grado di sfoggiare performance eccellenti, ma molto costoso. Ovviamente in un libro Schmidt Cassegrain-oriented e prima della comparsa dei NortheK (fattore di moltiplicazione 4,6 e nessuna scollimazione).

La manfrina non ammorbidita naturalmente richiederebbe alcune integrazioni. Ma questo pensiamo possa bastare come piccola annotazione a margine del discorso. Solo perchè lo dice uno che è continuamente citato.

Maxproject



Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Rio
Posts: 45
Joined: Sep 30, 2011


Posted: Dec 3, 2011 08:43 PM          Msg. 18 of 179
Mobberly o Mobberley? Del secondo il libro ce l'ho, e certamente scrivendo questo, in tempi non sospetti...

maxproject
Posts: 3262
Joined: Sep 25, 2008

Team


Posted: Dec 3, 2011 08:54 PM          Msg. 19 of 179
Cacchios............ Mobberley ho scritto sbagliato, sorry. Ho ancora la trippa in digestione.

Max

Di tutto questo, o caro lettore, lascio a te l'ulteriore considerazione. Io scendo dall'Ippogrifo; tu, se ti aggrada, puoi continuare la volata.
(G. Schiaparelli)

Marco Guidi
Posts: 60
Joined: Sep 15, 2009


Posted: Dec 3, 2011 10:53 PM          Msg. 20 of 179
Ciao ,non era mia intenzione creare polemiche il questo post ,ho chiesto del tele solo perchè ho visto in firma la dicitura che tutte le immagini erano state riprese con il dk230.
mi scuso x aver inquinato il post e lascio la parole ad Andrea ,siete in ottime mani.
spiace solamente che venga utilizzato un linguaggio fuori luogo.
scusate nuovamente.

ciao
Marco
 
Page 1 of 9 Go to page: · [1] · 2 · 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · Next

 

Time: Mon July 16, 2018 12:38 AM CFBB v1.4.0 31 ms.
© AderSoftware 2002-2007